Biathlon ai XXII Giochi olimpici invernali - Staffetta mista 2x6 km + 2x7,5 km

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bandiera olimpica Biathlon pictogram.svg
Staffetta mista 2x6 km + 2x7,5 km
Soči 2014
Informazioni generali
Luogo Krasnaja Poljana
Periodo 19 febbraio
Partecipanti 64 da 16 nazioni
Podio
Medaglia d'oro Tora Berger
Tiril Eckhoff
Ole Einar Bjørndalen
Emil Hegle Svendsen
Norvegia Norvegia
Medaglia d'argento Veronika Vítková
Gabriela Soukalová
Jaroslav Soukup
Ondřej Moravec
Rep. Ceca Rep. Ceca
Medaglia di bronzo Dorothea Wierer
Karin Oberhofer
Dominik Windisch
Lukas Hofer
Italia Italia
Edizione precedente e successiva
/ Pyeongchang 2018

Nel biathlon ai XXII Giochi olimpici invernali la gara della staffetta mista si è disputata nella giornata del 19 febbraio nella località di Krasnaja Poljana sul comprensorio sciistico Laura. Questa gara ha segnato il debutto della specialità nel programma olimpico[1].

La squadra campione mondiale in carica, che aveva conquistato l'oro nella rassegna iridata di Nové Město na Moravě 2013, era quella norvegese formata da Tora Berger, Synnøve Solemdal, Tarjei Bø ed Emil Hegle Svendsen.

La nazionale norvegese composta da Tora Berger, Tiril Eckhoff, Ole Einar Bjørndalen ed Emil Hegle Svendsen ha vinto la medaglia d'oro, quella ceca di Veronika Vítková, Gabriela Soukalová, Jaroslav Soukup ed Ondřej Moravec la medaglia d'argento e quella italiana di Dorothea Wierer, Karin Oberhofer, Dominik Windisch e Lukas Hofer la medaglia di bronzo.

In data 21 febbraio 2014 il Comitato Olimpico Internazionale ha accertato una violazione delle normative antidoping da parte della tedesca Evi Sachenbacher-Stehle, annullando il risultato ottenuto dalla sciatrice e conseguentemente revocando anche il piazzamento nella staffetta dalla squadra tedesca; il giorno successivo l'International Biathlon Union ha dunque modificato il risultato della gara[2][3]. Nei mesi di novembre e dicembre del 2017, successivamente allo scandalo doping della delegazione russa ai Giochi di Soči, lo stesso Comitato Olimpico Internazionale ha altresì accertato una violazione delle normative antidoping da parte delle russe Ol'ga Viluchina e Ol'ga Zajceva, annullando i risultati ottenuti dalle due sciatrici e conseguentemente revocando anche il piazzamento nella staffetta dalla squadra russa[4][5].

Classifica di gara[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Nazione Atleti Tempo Errori (P+S) Distacco
Gold medal icon.svg Norvegia Norvegia Tora Berger
Tiril Eckhoff
Ole Einar Bjørndalen
Emil Hegle Svendsen
1h09'17"0 0+2
Silver medal icon.svg Rep. Ceca Repubblica Ceca Veronika Vítková
Gabriela Soukalová
Jaroslav Soukup
Ondřej Moravec
1h09'49"6 0+7 +0'32"6
Bronze medal icon.svg Italia Italia Dorothea Wierer
Karin Oberhofer
Dominik Windisch
Lukas Hofer
1h10'15"2 0+6 +0'58"2
4 DSQ[4][5] Russia Russia Ol'ga Zajceva
Ol'ga Viluchina
Evgenij Garaničev
Anton Šipulin
1h11'04"4 1+8 +1'47"4
5 Slovacchia Slovacchia Jana Gereková
Anastasija Kuz'mina
Pavol Hurajt
Matej Kazár
1h11'04"7 0+10 +1'47"7
6 Francia Francia Marie Dorin
Anaïs Bescond
Jean-Guillaume Béatrix
Martin Fourcade
1h12'04"3 1+8 +2'47"3
7 Ucraina Ucraina Natal'ja Burdyga
Marija Panfilova
Andrij Deryzemlja
Serhij Semenov
1h12'05"2 1+8 +2'48"2
8 Stati Uniti Stati Uniti d'America Susan Dunklee
Hannah Dreissigacker
Tim Burke
Lowell Bailey
1h12'20"1 1+13 +3'03"1
9 Austria Austria Lisa Hauser
Katharina Innerhofer
Daniel Mesotitsch
Friedrich Pinter
1h12'34"8 1+7 +3'17"8
10 Bielorussia Bielorussia Ljudmila Kalinčyk
Nastassja Dubarėzava
Uladzimir Čapelin
Evgeny Abramenko
1h13'11"8 0+9 +3'54"8
11 Canada Canada Megan Imrie
Rosanna Crawford
Brendan Green
Scott Perras
1h13'27"7 0+8 +4'10"7
12 Svizzera Svizzera Elisa Gasparin
Selina Gasparin
Benjamin Weger
Simon Hallenbarter
1h13'33"9 0+9 +4'16"9
13 Polonia Polonia Krystyna Pałka
Magdalena Gwizdoń
Łukasz Szczurek
Krzysztof Pływaczyk
1h13'36"0 0+6 +4'19"0
14 Kazakistan Kazakistan Elena Chrustalëva
Darya Usanova
Yan Savitskiy
Anton Pantov
1h15'46"4 0+6 +6'29"4
15 Estonia Estonia Kadri Lehtla
Daria Yurlova
Kauri Kõiv
Daniil Steptšenko
a 1 giro 6+17 -
16 DSQ[2] Germania Germania Evi Sachenbacher-Stehle
Laura Dahlmeier
Daniel Böhm
Simon Schempp
1h10'58"3 0+9 +1'41"3

Data: Mercoledì 19 febbraio 2014
Ora locale: 18:30
Pista: Laura

Legenda:

  • DNS = non partiti (did not start)
  • DNF = prova non completata (did not finish)
  • DSQ = squalificati (disqualified)
  • Pos. = posizione
  • P = a terra
  • S = in piedi

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) The Mixed Relay in the Olympic program!, International Biathlon Union, 6 aprile 2011. URL consultato il 27 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 27 dicembre 2013).
  2. ^ a b (EN) Denis Oswald, Nawal El Moutawakel e Gunilla Lindberg, IOC Disciplinary Commission decision regarding mrs Evi Sachenbacher-Stehle (PDF), Soči, Comitato Olimpico Internazionale, 21 febbraio 2014. URL consultato il 2 gennaio 2018 (archiviato il 2 gennaio 2018).
  3. ^ (EN) IBU procedures in the case of German biathlete Evi Sachenbacher-Stehle (PDF), Soči, International Biathlon Union, 22 febbraio 2014. URL consultato il 2 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 4 aprile 2016).
  4. ^ a b (EN) Denis Oswald, Gunilla Lindberg e Tony Estanguet, Decision of the IOC Disciplinary Commission in the proceedings against Olga Vilukhina (PDF), Losanna, Comitato Olimpico Internazionale, 27 novembre 2017. URL consultato il 2 gennaio 2018 (archiviato il 1º dicembre 2017).
  5. ^ a b (EN) Denis Oswald, Juan Antonio Samaranch e Tony Estanguet, Decision of the IOC Disciplinary Commission in the proceedings against Olga Zaytseva (PDF), Losanna, Comitato Olimpico Internazionale, 1º dicembre 2017. URL consultato il 2 gennaio 2018 (archiviato il 3 dicembre 2017).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (ENFRRU) Final results (PDF), Sochi 2014 Olympic and Paralympic Organizing Committee, 19 febbraio 2014. URL consultato il 2 gennaio 2018 (archiviato il 3 marzo 2016).
  • (ENFRRU) Final results - revised (PDF), Sochi 2014 Olympic and Paralympic Organizing Committee, 22 febbraio 2014. URL consultato il 2 gennaio 2018 (archiviato il 4 marzo 2016).