Belli e dannati (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Belli e dannati
Belli e dannati.jpg
River Phoenix e Keanu Reeves in una scena del film
Titolo originaleMy Own Private Idaho
Paese di produzioneUSA
Anno1991
Durata102 min
Generedrammatico
RegiaGus Van Sant
SoggettoWilliam Shakespeare, Enrico IV, parte I
SceneggiaturaGus Van Sant
FotografiaJohn J. Campbell e Eric Alan Edwards
MontaggioCurtiss Clayton
MusicheRiver Phoenix e Bill Stafford
ScenografiaDavid Brisbin
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Belli e dannati (My Own Private Idaho) è un film del 1991 diretto da Gus Van Sant con protagonisti Keanu Reeves e River Phoenix che per l'interpretazione ha vinto la Coppa Volpi come miglior attore e un Indipendent Spirit Award; la pellicola è una libera interpretazione dell'Enrico IV di William Shakespeare.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mike Waters e Scott Favor sono due giovani tossicomani di Seattle che per vivere si prostituiscono, vendendosi sia a uomini che a donne. Mike è omosessuale e ha gravi problemi di narcolessia; abbandonato da bambino in circostanze misteriose, ha sempre vissuto con l'ossessione di ritrovare la madre, che spesso appare nei suoi sogni. Scott è il figlio ribelle del sindaco di Portland, nell'Oregon, e dedica gran parte del suo tempo a mettere in imbarazzo il padre, scandalizzato dal suo stile di vita, e si occupa dell'amico Mike quando questi ha una delle sue crisi. Scott e Mike si accompagnano ad altri prostituti e drogati della città, capeggiati da Bob Pigeon, il padre spirituale di Scott.

Mike decide di andare a trovare il "fratello" Dick nell'Idaho e Scott lo accompagna in moto senza esitazioni. In questa occasione, Mike confessa all'amico di essere innamorato di lui, ma l'altro si dichiara eterosessuale, sostenendo che la loro vita di strada è solo temporanea.

Quando il ragazzo ha la conferma che in realtà Dick è suo padre, questi gli offre la possibilità di ritrovare sua madre e Mike non esita ad avviare la sua ricerca, che lo porterà a Roma, sempre in compagnia di Scott. Una volta in Italia, i due scoprono che la madre è scomparsa nel nulla. Scott, nel frattempo, si innamora di una ragazza romana, Carmela e parte con lei per Portland, lasciando Mike da solo a continuare disperato il suo vagabondaggio, tra droga e prostituzione.

Al suo ritorno a casa, Scott riceve l'eredità del padre appena morto e rinnega la sua vita precedente e gli amici di un tempo, ricostruendosi una vita con Carmela.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo in lingua originale è My Own Private Idaho: non si riferisce direttamente alla canzone Private Idaho dei The B-52's, anche se nei titoli di coda c'è un ringraziamento al gruppo; un significato plausibile è che Mike vive nel suo mondo di fantasia, ovvero l'Idaho nei suoi sogni, quindi il "suo Idaho privato", che rappresenta il luogo dove vive felicemente con sua madre e con Scott; tutto questo sarebbe in linea con la canzone dei B-52's. La traduzione italiana non tiene conto di questo aspetto.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

River Phoenix e Rodney Harvey finirono nel tunnel della tossicodipendenza e morirono per overdose rispettivamente nel 1993 e nel 1998.

Cameo[modifica | modifica wikitesto]

Nella scena in cui i due protagonisti si trovano a Roma c'è un cameo di un giovanissimo Massimo Di Cataldo.

Quando Mike e Scott entrano nell'hotel, il regista Gus Van Sant fa una comparsa nei panni di un fattorino.

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Quando Mike è in Idaho riesce a scorgere il monte Hood: non solo la montagna è troppo lontana per essere vista (più di 320 km), ma c'è addirittura un'altra montagna tra l'Idaho e il monte Hood, che ne blocca la vista.[senza fonte]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Nel doppiaggio italiano la voce di Keanu Reeves è quella di Mario Persichetti, pseudonimo di Pino Insegno.[1]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Influenza culturale[modifica | modifica wikitesto]

Nel film spagnolo Tesis, nella camera da letto della protagonista, figura un poster del film di Gus Van Sant.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema