Barchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima torre dell'Alta Val Tanaro, vedi Torre di Barchi.
Barchi
ex comune
Barchi – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Marche.svg Marche
ProvinciaProvincia di Pesaro e Urbino-Stemma.png Pesaro e Urbino
ComuneTerre Roveresche-Stemma.png Terre Roveresche
Territorio
Coordinate43°40′22.62″N 12°55′43.07″E / 43.67295°N 12.928631°E43.67295; 12.928631 (Barchi)
Altitudine319 m s.l.m.
Superficie17,26 km²
Abitanti956[1] (31-12-2016)
Densità55,39 ab./km²
SottodivisioniSan Bartolo, Vergineto, Villa del Monte.
Frazioni confinantiFratte Rosa, Mondavio, Orciano di Pesaro, Sant'Ippolito
Altre informazioni
Cod. postale61038 (già 61040)
Prefisso0721
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT041004
Cod. catastaleA639
TargaPU
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)[2]
Cl. climaticazona E, 2 330 GG[3]
Nome abitantibarchiesi
Patronosant'Ubaldo
Giorno festivo16 maggio (municipale), 17 maggio (ufficiale comunale), (san Pasquale Baylon).
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Barchi
Barchi
Barchi – Mappa
Posizione dell'ex-comune di Barchi nella provincia di Pesaro e Urbino
Sito istituzionale

Barchi è un ex comune italiano di 956 abitanti[1] in provincia di Pesaro e Urbino nelle Marche. Dal 1º gennaio 2017, insieme a Orciano di Pesaro, Piagge e San Giorgio di Pesaro, forma il comune sparso di Terre Roveresche, del quale è un municipio.[4]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Insediamento umbro ed etrusco, romanizzato nel sec. II a. C., venne riedificato nel sec. XIII. Fu dominio dei duchi di Urbino e poi dei Della Rovere.
Il marchese Pietro Bonarelli della Rovere, infeudato della città di Barchi nel 1571 da Guidubaldo II duca di Urbino, affidò all'architetto Filippo Terzi la la realizzazione della “Cittadina Rinascimentale”, un particolare impianto urbanistico con il castello, il Palazzo Comunale con torre, la porta Nova, il Corso e la Collegiata, trasformando Barchi nella piccola capitale della sua signoria.[5]

Referendum consultivo per l'istituzione di un nuovo comune[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 settembre 2016 l'Assemblea legislativa della regione Marche ha deliberato l'indizione di un referendum consultivo[6] in merito alla proposta di legge n. 82/2016,[7] concernente l'istituzione di un nuovo comune mediante fusione dei comuni di Barchi, Orciano di Pesaro, Piagge e San Giorgio di Pesaro, stabilendo il seguente quesito referendario: "Vuoi tu che sia istituito un nuovo Comune mediante la fusione dei Comuni di Barchi, Orciano di Pesaro, Piagge e San Giorgio di Pesaro?". Il referendum è stato fissato nelle quattro municipalità interessate, tramite decreto del governatore della regione Marche Luca Ceriscioli,[8] per il giorno 13 novembre 2016, dalle ore 7 alle 23.

Risultati[9]
Barchi Orciano di Pesaro Piagge San Giorgio di Pesaro Totale
Elettori 907 1817 869 1265 4858
Votanti 418 759 453 673 2303
Affluenza 46,09% 41,77% 52,13% 53, 20% 47,41%
Si  346
83,37%
625
82,67%
283
63,60%
482
72,92%
1736
76,24%
No No 69
16,51%
131
17,26%
162
35,76%
179
26,60%
541
23,49%
Schede bianche 1 2 4 7 14
Schede nulle 2 1 4 5 12

La proposta di legge n. 82/2016[7] è stata approvata con deliberazione legislativa il 6 dicembre 2016,[10] quindi convertita in legge regionale n. 28/2016 e pubblicata nel BUR della Regione Marche n. 134 del 7 dicembre 2016.[11] Suddetta legge regionale prevede l'istituzione di un unico comune denominato Terre Roveresche a decorrere dal 1º gennaio 2017, mediante fusione dei comuni di Barchi, Orciano di Pesaro, Piagge e San Giorgio di Pesaro.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

«Partito: il primo, d’azzurro, all'aquila dal volo abbassato, al naturale, coronata d'oro e ferma sulla campagna verde; il secondo, di argento, alla crocetta patente di rosso, accompagnata in capo da un baldacchino dello stesso, con nappe terminanti e in punta da due monti all'italiana, di tre cime cadauno, fondati sulla terrazza dello stesso.»

(D.P.R. del 24.05.1957[12])

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[13]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT al 1º gennaio 2017 la popolazione straniera residente era di 49[14] persone e rappresentava il 5,1% della popolazione residente[15].

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
7 giugno 1993 27 aprile 1997 Luigi Rossi Lista civica Sindaco [16]
28 aprile 1997 15 maggio 2001 Luigi Rossi Centro Sindaco [16]
14 maggio 2001 28 maggio 2006 Pierfrancesco Rebecchini Centro-sinistra Sindaco [16]
29 maggio 2006 15 maggio 2011 Sauro Marcucci Lista civica Sindaco [16]
16 maggio 2011 5 giugno 2016 Sauro Marcucci Lista civica La spiga Sindaco [16]
6 giugno 2016 31 dicembre 2016 Claudio Patregnani Lista civica La spiga Sindaco [17][16]

Successivamente alla fusione in Terre Roveresche ogni ex comune divenuto municipio di Terre Roveresche è rappresentato da un prosindaco e due consultori votati dai cittadini del singolo municipio con scheda separata durante le elezioni comunali e nominati dal consiglio comunale. Dal 27 giugno 2017 è prosindaco del municipio di Barchi Gianfranco Moschini.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2016.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Terre Roveresche, tuttitalia.it
  5. ^ M. De Santi, Il vicariato di Barchi e la piccola città ideale disegnata da Filippo Terzi, “Pesaro città e contà”, 19, 2004
  6. ^ Assemblea legislativa Regione Marche, X legislatura, Deliberazione n. 33
  7. ^ a b Giunta della Regione Marche - Proposta di legge n. 82 (PDF), su consiglio.marche.gov.it. URL consultato il 21 novembre 2016 (archiviato dall'url originale il 21 novembre 2016).
  8. ^ Regione Marche, Decreto n. 109 del 21/09/2016, p. 50 di 316 (PDF), su 213.26.167.158. URL consultato il 14 novembre 2016 (archiviato dall'url originale il 14 novembre 2016).
  9. ^ Risultati complessivi del Referendum consultivo del 13 novembre 2016, su regione.marche.it, Regione Marche. URL consultato il 14 novembre 2016.
  10. ^ Assemblea legislativa Regione Marche, X legislatura, Deliberazione legislativa n. 49
  11. ^ Bollettino Ufficiale della Regione Marche n. 134, Legge n. 28 del 7 dicembre 2016 (PDF), su 213.26.167.158. URL consultato il 15 dicembre 2016 (archiviato dall'url originale il 20 dicembre 2016).
  12. ^ Comune di Barchi, Statuto (PDF), Art. 2 Stemma, gonfalone e bollo.
  13. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.
  14. ^ Dato Istat al 1º gennaio 2017
  15. ^ Dato Istat al 1º gennaio 2017 sul sito tuttitalia.it
  16. ^ a b c d e f http://amministratori.interno.it/
  17. ^ https://elezionistorico.interno.gov.it/index.php?tpel=G&dtel=05/06/2016&tpa=I&tpe=C&lev0=0&levsut0=0&lev1=11&levsut1=1&lev2=59&levsut2=2&levsut3=3&ne1=11&ne2=59&es0=S&es1=S&es2=S&es3=N&ms=S&ne3=590040&lev3=0040

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • G. Gori, Barchi, in «Picus», n. 7/1987, pp. 251–254.
  • G. Volpe, Barchi Roveresca, Urbania, Arti Grafiche Stibu, 1993, 95 pp.
  • M.L. Moscati Benigni, Barchi, in Ead., Marche. Itinerari Ebraici, Venezia, Marsilio, 1996, pp. 52–53.
  • M. De Santi, Il vicariato di Barchi e la piccola “città ideale” disegnata da Filippo Terzi, in «Pesaro città e contà», n. 19/2004, pp. 49–62.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN312672081 · WorldCat Identities (ENviaf-312672081
  Portale Marche: accedi alle voci di Wikipedia che parlano delle Marche