Assedio di Shigisan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Assedio di Shigisan
parte del Periodo Sengoku
Data1577
Luogocastello di Shigisan, monte Shigi, confine tra le provincie di Kawachi e Yamato
Esitoconquista degli Oda del castello
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
circa 40.000circa 8.000
Perdite
sconosciutequasi tutta la guarnigione
Voci di guerre presenti su Wikipedia

L’assedio di Shigisan (信貴山の合戦 Shigisan no kassen) fu uno dei numerosi assedi di Oda Nobunaga durante la sua conquista della regione di Kansai. Il castello era governato da Matsunaga Hisahide e suo figlio Kojirō, ed entrambi commisero seppuku al termine dell'assedio.[1]

Si racconta che dopo il seppuku del padre, Hisamichi si lanciò dalle mura del castello con la testa di Hisahide in mano e la sua spada nella sua stessa gola.

Un altro racconto narra che Hisahide, maestro della cerimonia del tè, distrusse la sua preferita chawan (茶碗, ciotola del tè) perché non cadesse nella mani dei nemici.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Stephen Turnbull, The Samurai Sourcebook, London, Cassell & C0, 2000, p. 228, ISBN 1-85409-523-4.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Turnbull, Stephen (1998). 'The Samurai Sourcebook'. London: Cassell & Co. ISBN 1-85409-523-4