Battaglia di Anegawa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Battaglia dell'Anegawa
parte del periodo Sengoku
Data30 luglio 1570
LuogoIl fiume Ane, nei pressi del lago Biwa, provincia di Ōmi
EsitoVittoria del clan Oda
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
2900018000[1]
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia dell'Anegawa (姉川の戦い?) combattutasi nel 1570 fu la reazione agli assalti delle fortezze di Odani e Yokoyama, sedi dei clan Azai e Asakura e lanciati da Oda Nobunaga e dal suo alleato Tokugawa Ieyasu.

Poiché i guerrieri asserragliati all'interno delle fortezze uscirono fuori nel tentativo di una sortita, la battaglia si risolse in uno scontro corpo a corpo nel mezzo del letto asciutto del fiume Ane. Mentre le truppe di Oda Nobunaga fronteggiarono quelle del clan Asai, i guerrieri di Tokugawa si batterono con quelli del clan Asakura poco più a valle.

I soldati Tokugawa sconfissero rapidamente gli Asakura e la loro ritirata fu possibile dal famoso samurai Makara Jūrōzaemon e dal figlio che riuscirono a trattenere i Tokugawa il tempo sufficiente a permettere ai rimanenti Asakura di fuggire.

Dopo aver sbaragliato gli avversari del clan Asakura, i soldati di Togukawa si gettarono contro il fianco destro dello schieramento del clan Azai. Inaba Ittetsu, che era rimasto nelle retrovie, si gettò nella mischia a sua volta scagliandosi contro il fianco sinistro del nemico.

A causa di questo doppio assalto le forze dei clan Azai e Asakura vennero rapidamente battute. È da notare che nello scontro Oda Nobunaga fece uso di 500 archibugieri, ed è nota la sua predilezione per l'uso tattico delle armi da fuoco, di cui rimase vittima nello stesso anno durante la campagna di Ishiyama Hongan-ji.

Non esistono fonti storiche attendibili che diano un resoconto sufficiente dello scontro; esso viene vividamente descritto in diverse opere della metà e del tardo periodo Edo ma si tratta di opere di finzione per nulla oggettive. L'unica fonte degna di un certo rispetto è lo Shinchokoki che però fa un resoconto molto marginale della battaglia senza descriverne tattiche e strategie.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Stephen Turnbull, Samurai Warfare, Arms and Armour Press, 1997, p. 119, ISBN 1854094327.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Dei, IL SOLE E IL CILIEGIO - L’epopea dei Tokugawa, il clan che trasformò il Giappone feudale in una nazione, Hobby & Work Publishing, 2011, ISBN 8878519413.
Giappone Portale Giappone: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Giappone