Cerimonia del tè

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la Cerimonia del tè giapponese, vedi Cha no yu.

Con l'espressione cerimonia del tè si intende indicare quelle differenti forme ritualizzate per preparare e quindi gustare la bevanda del , praticate in diverse culture asiatiche.

Essa è un'attività culturale, e a volte meditativo-religiosa, che comporta la realizzazione e la presentazione del tè.

Le varie varianti nazionali di questa cerimonia sono state influenzate, in tempi diversi, da quella originaria della Cina, luogo in cui è nata la cultura del tè e la cerimonia stessa.

Parti integranti della cerimonia sono gli strumenti, serie di rituali, gesti, ecc. Tutte le cerimonie contengono "un'adorazione del magnifico tra i fatti spiacevoli della vita quotidiana" e anche raffinatezza, un contentezza spirituale interna, umiltà, compostezza e semplicità "come tutte le arti che prendono parte allo straordinario, a un'artificialità artistica, a un'astrattezza, a simbolismo e formalismo".[1]

A un livello notevolmente di base, le cerimonie del tè sono un modo formalizzato di preparare tale bevanda, in un processo che è stato raffinato per cedere il miglior gusto. Fra i documenti storici sul soggetto vi sono il Canone del tè, risalente al secolo VIII, e il Trattato sul tè, del secolo XII.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paul Varley e Kamakura Isao, Tea in Japan: Essays on the History of Chanoyu, University of Hawaii Press, 1989, p. 4, ISBN 0-8248-1218-2.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]