Arthur Edeson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Arthur Edeson (Brooklyn, 5 ottobre 1891Agoura Hills, 14 febbraio 1970) è stato un direttore della fotografia statunitense.

Attivo fin dal periodo del cinema muto, ha partecipato a pellicole che hanno definito interi generi, quali I tre moschettieri (1921), Robin Hood (1922), Il ladro di Bagdad (1924) e Il mondo perduto (1925).

La sua attività si è estesa anche nell'epoca d'oro del cinema hollywoodiano, contribuendo alla definizione di atmosfere di film culto quali La tragedia del Bounty (1935), Il mistero del falco (1941) e Casablanca (1942); è inoltre ricordato per il fondamentale lavoro su 3 delle 4 pellicole horror di James Whale nei primi anni trenta: Frankenstein (1931), Il castello maledetto (1932) e L'uomo invisibile (1933).

Nominato per 3 volte all'Oscar per la fotografia, è stato uno dei membri fondatori dell'American Society of Cinematographers (A.S.C.) nel 1919; è stato inoltre presidente della stessa A.S.C. nel biennio 1953-1954.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Direttore della fotografia (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Aiuto regista[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN27256674 · LCCN: (ENn85201927 · ISNI: (EN0000 0001 0882 3560 · GND: (DE129626201 · BNF: (FRcb13940829w (data)