Armada del Ecuador

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fuerza Naval del Ecuador
Ecuadorian Navy Seal.svg
Stemma dell'Armada del Ecuador
Descrizione generale
Attiva3 novembre 1832
NazioneEcuador Ecuador
TipoMarina militare
Ruolomarina militare
Dimensione7258[1]
MottoVencer o Morir
Anniversari25 luglio
Parte di
Comandanti
Comandante attualecontrammiraglio Luis Santiago Chávez
Simboli
Bandiera di proraNaval Jack of Ecuador.svg
Coccarda Aviazione navaleRoundel of Ecuador - Naval Aviation.svg
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

L'Armada del Ecuador o Fuerza Naval del Ecuador è la marina militare dell'Ecuador, responsabile in caso di guerra di preservare la sovranità marittima e in tempo di pace del controllo del mare territoriale e di repressione di attività illecite quali il narcotraffico, la immigrazione illegale, la pesca illegale e di eventuali operazioni di soccorso in mare.

La Fuerza Naval è stata costituita il 3 novembre 1832 con la nascita del Dipartimento della Marina Ecuatoriana.

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Per l'esercizio della sua giurisdizione il territorio è divisa in Zone Navali:

Aviazione navale[modifica | modifica wikitesto]

La Fuerza Naval dispone anche di una piccola Aviazione Navale (Aviación Naval Ecuatoriana), con aerei ad ala fissa e ad ala rotante, con capacità oprerative di esplorazione marittima, supporto aereo ravvicinato, trasporto, lotta antinave e antisommergibile, operando da basi terrestri o da piattaforme di volo delle unità navali.

Fanteria di marina[modifica | modifica wikitesto]

Il Cuerpo de Infanteria de Marina, tra i Corpi più preparati dell'Ecuador, ha 1.700 effettivi, dotati di armamento leggero ma ben equipaggiati per gli sbarchi anfibi. La loro base è a Guayaquil. Il corpo venne formato il 12 novembre 1962. Tra di loro vi è anche un comando per le Galapagos. Sono tra i Corpi più preparati dell'Ecuador. L'equipaggiamento principale è costituito da mortai da 115mm, cannoni senza rinculo M67, obici di artiglieria M101 da 105 mm, armi più leggere come il fucile d'assalto M-16 A2, A4, la carabina M4 e veicoli Humvee alcuni dei quali equipaggiati con missili antiaerei Mistral. La fanteria di marina è stato l'unico corpo delle forze armate equatoriane impegnate contro truppe peruviane nel 1981 e nel 1995.

La struttura della fanteria di Marina è la seguente:

  • Escuela de Infantería Marina
  • Compañía de Seguridad "Guayaquil"
  • Batallón de Infantería Marina "Jambeli"
  • Batallón de Infantería Marina "San Eduardo"
  • Batallón de Infantería Marina "San Lorenzo"
  • Batallón de Infantería Marina "Jaramijo"

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

Le navi di superficie della Armada del Ecuador sono precedute dalla sigla BAE (Buque de la Armada de Ecuador). La flotta può contare su unità di superficie e sottomarini è così articolata:

Nave scuola
  • BAE Guayas (BE-21)
fregate lanciamissili
corvette lanciamissili
motomissilistiche
  • FAC TNC 45
    • LAE Quito (LM-21)
    • LAE Guayaquil (LM-23)
    • LAE Cuenca (LM-24)
Sottomarino Shyri
sottomarini
  • Type 209
    • BAE Shyri (SS 101)
    • BAE Huancavilca (SS 102)
Navi da ricerca scientífica
  • Classe Orión
    • BAE Orión (BI-91)
  • Classe Sirius
    • LAE Sirius
Navi ausiliarie
  • BAE Huacolpo (TR-61) nave trasporto ex LST USS Summit County (LST-1146) della US Navy non più operativa dal 2007
  • BAE Taurus (TR-65) nave trasporto gasolio costiero
  • BAE Calicuchima (TR-62) nave trasporto munizioni ex RMAS Throsk (A379)[2]
  • BAE Atahualpa (TR-63) nave trasporto acqua ex Basento (A 5356) della Marina Militare Italiana
  • BAE Quisquis (TR-64) nave trasporto acqua ex HMS Waterside (Y-20) della Royal Navy
  • BAE Chimborazo (RA-70) rimorchiatore ex USS Chowanoc (ATF-100) della US Navy

Guardia Costiera[modifica | modifica wikitesto]

La Guardia Costiera (Cuerpo de Guardacostas de la Armada) è operativa dal 1980, per controllare la costa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Capitolo 15 - Ecuador (PDF), in A Comparative Atlas of Defence in Latin America, 2008ª ed., Red de Seguridad y Defensa de América Latina (Security and Defense Network of Latin America), pp. 180–193 (archiviato dall'url originale il 6 maggio 2009).
  2. ^ BAE “Calicuchima” (TR-62), su armada.mil.ec.