Anthony DiNozzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anthony DiNozzo Junior
Universo NCIS - Unità anticrimine
Lingua orig. Inglese
Soprannome Tony
Autori
1ª app. in La regina di ghiaccio[1]
Ultima app. in Family First
Interpretato da Michael Weatherly
Voce italiana Alessandro Quarta
Sesso Maschio
Professione Agente Speciale dell'NCIS
Parenti Anthony DiNozzo Senior (padre)
Tali DiNozzo (figlia, con Ziva David)

L'agente speciale Anthony "Tony" DiNozzo è un personaggio della serie televisiva NCIS - Unità anticrimine, interpretato da Michael Weatherly.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Ex agente della Squadra Omicidi di Baltimora (in un episodio afferma di aver lavorato all'antidroga, in un altro alla omicidi), è conosciuto per la sua tendenza a flirtare con quasi tutte le donne che incontra. Alcuni considerano il suo comportamento quasi sciovinistico in quanto raramente rispetta i limiti della convivenza civile. Tony pensa che non ci sia niente di male nel mettere a soqquadro gli oggetti dei colleghi o nel rivelare i loro segreti se ciò può essere fonte di divertimento (ad esempio scaricando l'agenda personale di un suo collaboratore senza permesso). È di origine italiana. A causa della sua passione per le grandi firme, indossa spesso abiti costosi, in particolare quelli di Ermenegildo Zegna. Sebbene abbia quasi 30 anni, mostra solitamente un atteggiamento da teenager. È molto leale nei confronti dei suoi colleghi dell'NCIS, specialmente con Gibbs, il suo capo. Ama trovare somiglianze tra i film e la realtà, citandone spezzoni e adattandoli alla vita di tutti i giorni. Spesso imita addirittura i personaggi mentre cita i loro discorsi, specialmente il James Bond interpretato da Sean Connery. È un fan di Magnum, P.I. e di Airwolf, entrambe produzioni di Donald P. Bellisario. Nell'episodio "Un bacio speciale" (stagione 1), mentre parla con un sospettato, dice di chiamarsi "Stradivarius", come uno dei personaggi di Airwolf.

Anche se il suo atteggiamento spesso immaturo lo ha già messo nei guai più volte, Tony ha anche dimostrato di essere un agente dotato di grande intuito, all'occorrenza, ed in più di un'occasione ha sorpreso Gibbs ed i suoi compagni di squadra quando le sue azioni, apparentemente insensate, portavano in realtà alla luce nuove prove. È un soggetto abbastanza socievole e che si adatta facilmente. Si vede Tony parlare correttamente lo spagnolo nell'episodio "La telefonata" (stagione 1), nel quale lui e Gibbs leggono un quotidiano in lingua spagnola, e nell'episodio "Testimone" (stagione 2), in cui Tony traduce degli E-mail dallo spagnolo mentre McGee legge le risposte in inglese.

Tony afferma anche di aver giocato nella squadra di pallacanestro dell'Università dell'Ohio. La squadra, molto promettente, era ad un punto dai quarti di finale prima di perdere contro l'UCLA. In una partita si è anche rotto una gamba.

In un cassetto della sua scrivania tiene tutte le medaglie che sono state assegnate a Gibbs nel corso degli anni, ma che questi ha sempre rifiutato.

Istruzione e Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Relazioni sociali[modifica | modifica wikitesto]

Donne[modifica | modifica wikitesto]

Tony parla continuamente delle sue storie sentimentali più recenti, che spesso durano non più di una notte. Non fa distinzioni fra le donne, anche se qualche volta ha mostrato una certa avversione nei confronti di quelle che non si radono.

Ebbe anche una relazione con una donna rivelatasi poi una terrorista al servizio di Ari Haswari; un'altra era una transessuale che aveva ucciso uno dei suoi colleghi. Una volta è uscito anche con un'assistente sociale, Michelle, che dopo essere stata da lui lasciata è entrata nel suo appartamento e gli ha riempito l'armadio di escrementi di cane. Sembra che Gibbs, dopo aver incontrato Michelle, abbia consigliato a Tony di "scappare appena ne avesse avuto la possibilità". Tony ha anche avuto una breve relazione con l'Agente Speciale Paula Cassidy ed una volta è anche uscito con la sua insegnante di musica del liceo.

Dr.ssa Jeanne Benoit[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 4 viene presentata la nuova ragazza di Tony, la dott. Jeanne Benoit (interpretata da Scottie Thompson), da cui l'agente sembra essere particolarmente attratto e con cui lega subito, per la somiglianza nel carattere e nelle abitudini.

In "Una terribile sorella" viene rivelato che ancora Tony e Jeanne non hanno avuto rapporti intimi, poiché lui desidera che questa relazione non diventi come le precedenti. Tony fa spesso visita al Direttore Shepard chiedendole consigli sulla sua relazione, ma alla fine le sue uniche parole sono: "Cosa ti blocca?" e "Buona fortuna". Tony prende questa relazione molto seriamente, e sembra essere intenzionato a farla durare a lungo, traendo spesso spunto da vari film per renderla "speciale".

In "Amici e amanti", a dimostrazione del suo interesse per Jeanne, Tony le chiede spiegazioni in merito al suo ex-fidanzato, che continua a chiamarla e a mandarle e-mail. Tony aveva già incontrato questo ragazzo, un poliziotto di nome John, ma non sapeva ancora che fosse colui che un tempo era innamorato della sua donna. Senza che Tony e Jeanne sapessero nulla, John le aveva detto addio con un'e-mail e, dopo uno scontro a fuoco con un malvivente che doveva arrestare, muore fra le braccia di Tony.

Ne "L'uomo che venne dai ghiacci", Tony e Jeanne vanno a fare sport arrampicandosi sui muri, e Jeanne fa una scommessa: chi sarebbe arrivato prima in cima avrebbe detto all'altro "Ti amo". Tony arriva per primo, ma si dimentica della scommessa. Lei si offende e non risponde più alle sue telefonate, facendolo impensierire. Tony, quindi, va a cercarla a casa, ma la trova in lacrime. Jeanne dice di amarlo, ma non sa se Tony ricambi il suo sentimento, e cosa voglia dalla loro relazione.

In "Scrupoli", l'Agente Speciale Paula Cassidy, che ha appena perso due dei suoi uomini, dice a Tony che se si ama realmente qualcuno, si deve dirglielo prima che sia troppo tardi. Quando poco dopo Paula si getta addosso ad un terrorista che sta per farsi esplodere, restando uccisa per salvare Gibbs e la sua squadra, Tony rimane molto sconvolto. Più tardi va a trovare Jeanne e, piangendo sulla sua spalla, le dice "Ti amo".

In "Nell'oscurità", Jeanne viene sfrattata di casa ed ha una crisi di nervi perché non ha un altro posto dove andare, così Tony le offre di comprare un appartamento insieme.

Nell'ultimo episodio della quarta stagione, "L'angelo della morte", si scopre che il padre di Jeanne è in realtà un contrabbandiere di armi francese, René Benoit (chiamato anche "La Grenouille"), che il Direttore Shepard tenta di arrestare ormai da anni.

Direttore dell'NCIS Jenny Shepard[modifica | modifica wikitesto]

Nella quarta stagione, la relazione fra Tony e il Direttore Shepard sembra essere notevolmente migliorata rispetto alla fine della terza stagione: ad esempio, ora DiNozzo chiama spesso Shepard per nome. La ragione principale di questo avvicinamento è che Tony è coinvolto in un'operazione che riguarda direttamente il Direttore. L'assenza di Gibbs ha anche permesso a Tony di stare più a contatto col Direttore, avendo lui preso il suo posto di Supervisore della squadra.

Agente Speciale Caitlin "Kate" Todd[modifica | modifica wikitesto]

Il rapporto fra Tony e Kate è sempre stato di fratello e sorella, anche se la possibilità che ci potesse essere qualcosa di più è sempre stata presente. Fra i due c'è sempre stata un'accesa competizione, un po' come avvenne in seguito con l'Agente Ziva David. Nei contenuti extra presenti nella raccolta degli episodi della 2ª stagione di NCIS, i produttori affermano di aver voluto che fra i due personaggi nascesse qualcosa.

Nell'episodio "Testimone" (stagione 2), durante un esperimento, Tony prova a strangolare Kate.

Agente Ziva David[modifica | modifica wikitesto]

La relazione di Tony con l'Agente che sostituisce Kate dopo la sua uccisione, Ziva David, è come quella fra un gatto e un topo, con una particolare attrazione mai svelata fra loro. I due spesso si sfidano in competizioni verbali e fisiche. Ziva prende in giro Tony proprio come faceva Kate. Alcuni aspetti della personalità di Ziva lo disturbano, ad esempio il fatto che dorma con una pistola in mano. Ziva inoltre intimidisce Tony, ed è l'unica persona oltre a Gibbs che riesca ad origliare le sue conversazioni da dietro le spalle senza che lui se ne accorga.

In “Shalom” Ziva viene a conoscenza del fatto che il Mossad, apparentemente su ordine di suo padre, l'abbia spiata per alcuni mesi. La sorveglianza ha rivelato che Tony le faceva visita almeno una volta a settimana negli ultimi tre mesi, suggerendo che i due fossero diventati intimi. Lei né conferma né nega questa supposizione durante l'episodio, ma ne “L'intoccabile”, viene confermato che i due non sono mai stati intimi. La ragione delle sue frequenti visite è rimasta sconosciuta.

In “Selezione” si vede Ziva chiedere a Tony della sua misteriosa ragazza. Negli episodi seguenti viene mostrato chiaramente che Tony ha stabilito una relazione affettiva con una giovane dottoressa di nome Jeanne Benoit, e che non esiste nessun legame fra lui e Ziva. In ogni caso, viene più volte ipotizzato che Ziva possa essere gelosa della nuova fidanzata di Tony finché, nell'episodio “Guida a distanza”, non viene rivelato che Ziva non sapeva nulla della relazione di Tony, ma aveva semplicemente frainteso la sua segretezza. A causa delle frequenti visite di Tony all'ospedale (dove lavora la sua fidanzata) e del fatto che lui si giustifichi sempre dicendo che ci sono degli “esami da fare”, Ziva confida a Gibbs di essere preoccupata che Tony possa avere dei problemi di salute legati alla sua esposizione alla Yersinia pestis in “Polvere di Miele” (stagione 2). In “Sospetti”, Ziva ripete le sue preoccupazioni a Gibbs, che la sorprende dicendole che Tony potrebbe avere “altre ragioni” che giustifichino la sua segretezza.

Nella settima stagione Tony, McGee e Gibbs vanno a cercare Ziva in Somalia, vengono catturati e la incontrano. Ziva insiste molto nel domandare a Tony per quale motivo fosse andato a cercarla e lui sotto siero della verità risponde, dopo aver deviato la domanda più volte, "Perché non posso vivere senza di te".

In una missione a Parigi i due sono stati costretti a dormire insieme in una stanza d'albergo e, alla fine dell'episodio, Tony afferma che la foto più bella che abbia scattato durante il viaggio è l'unica in cui c'è una persona, cioè Ziva.

Spesso Tony nell'ottava stagione tenterà di ottenere informazioni su un uomo conosciuto da Ziva durante una missione a Miami.

Nell'undicesima stagione, i due confessano il loro amore baciandosi. Negli episodi successivi si scopre che in un cassetto Tony tiene i suoi ricordi, tra cui la collana con la stella di David che Ziva gli ha lasciato.

Nella tredicesima stagione, Tony e il resto della squadra scoprono che Ziva è morta. La notizia distrugge Tony che, però, resta sconvolto quando viene a sapere che Ziva ha avuto una figlia da lui: Tali. Ziva non gli aveva mai detto di essere rimasta incinta di lui, ma ha sempre parlato di Tony alla bambina, che infatti lo riconosce come padre. Tony dona alla figlia la collana di Ziva e decide di lasciare l'NCIS per occuparsi di lei.

Uomini[modifica | modifica wikitesto]

Agente Speciale Leroy Jethro Gibbs[modifica | modifica wikitesto]

Tony rispetta moltissimo l'agente Gibbs e sembra esserci una specie di rapporto padre-figlio fra i due, come dimostra l'”amore severo” che spesso gli dimostra. Gibbs ha la tendenza a dare “scappellotti” a Tony quando lui dice o fa qualcosa d'inappropriato. Quando nell'episodio “Doppia identità” (stagione 1) Kate gli dà uno scappellotto, lui si arrabbia dicendo che solo Gibbs è autorizzato a farlo.

Tony è particolarmente attratto dalla strana tecnica d'interrogatorio di Gibbs: si deve mettere il sospettato in una sala interrogatori fredda e poco illuminata per un periodo di tempo molto lungo, poi quando il sospettato comincia a stancarsi, si entra repentinamente nella stanza e gli si pongono domande a raffica. Tony ha anche chiamato questa tecnica “Rock the Baby”.

Quando Gibbs, alla fine della 3ª stagione, lascia l'NCIS, Tony prende il suo posto come capo della squadra, provando anche ad imitare il suo modo di comando. Apporta comunque delle piccole modifiche affinché le varie procedure siano più veloci, come la creazione dei “raduni” (nei quali la squadra si riunisce attorno alla scrivania di Tony per discutere dei casi) e riorganizzando l'equipaggiamento del furgone. Nella 4ª stagione Gibbs ritorna inizialmente per chiudere alcuni suoi conti in sospeso, ma alla fine ricomincia a dirigere la squadra. Quando a Tony viene offerta una squadra tutta sua all'NCIS di Rota (Spagna), lui rifiuta il posto. Si giustifica dicendo di voler tenere d'occhio Gibbs poiché la sua memoria non si è ancora ristabilita del tutto dopo il suo ferimento in un'esplosione alla fine della 3ª stagione. Gibbs è comunque convinto che Tony sia pronto ad avere una squadra tutta sua quando afferma che “Non me ne sarei andato se non fossi stato sicuro che Tony era pronto”.

Durante l'assenza di Gibbs, Tony ha cominciato a lavorare ad una operazione sotto copertura col Direttore Shepard, di cui Gibbs non è stato informato. Ciò lo ha portato a chiedere apertamente a Tony come si sia evoluto il rapporto col Direttore, specie dopo essere stato più volte sorpreso a parlare di lei usando il suo nome. In “Trafficanti di morte”, Gibbs viene informato dell'operazione e Tony si scusa di non avergliene parlato prima.

Agente Speciale Timothy McGee[modifica | modifica wikitesto]

Tony considera la sua relazione con Timothy McGee “offensiva”. Spesso Tony lo prende in giro, essendo McGee il più giovane della squadra e quello con il grado più basso. Ad esempio, da quando McGee è entrato a far parte del team come Agente Speciale in prova, Tony ha cominciato a chiamarlo “Pivello”. Un altro dei suoi soprannomi creati da DiNozzo è “McGeek” (McSecchione).

Contrariamente alle apparenze, Tony si preoccupa molto per lui, a suo modo. Nell'episodio “Pivello” (stagione 3), Tony lo consola e cerca di farlo sentire meglio dopo che questi aveva sparato ad un poliziotto ritenendo che stesse minacciando il Segretario della Marina. Gibbs inoltre dice a McGee che il suo vecchio capo, Mike Franks, lo chiama ancora “Pivello”, e che ciò non è né un segno di offesa né di mancanza di rispetto. Inoltre nell'episodio “La solita routine” (stagione 7) Tony, sotto il siero della verità, afferma che lui e McGee in coppia sono una grande squadra e che McGee, oltre ad essere molto intelligente, è anche molto coraggioso. Ciò dimostra quanto in realtà Tony stimi il suo collega.

Famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Tony proviene da una ricca famiglia di Long Island. È figlio unico ed è stato diseredato dalla famiglia. Sua madre è morta quando lui aveva 8 anni e suo padre si è risposato più volte.

La madre ha attraversato una cosiddetta “Fase di Luigi XV” quando aveva 5 anni: ciò l'ha portata a far prendere a suo figlio delle lezioni di piano e a farlo vestire da marinaretto; inoltre, il padre partecipava spesso a rievocazioni storiche sulla Guerra di secessione americana e, fino all'età di 10 anni, in piccolo Tony era il ragazzo che portava il secchio ai soldati, per questo veniva deriso da tutti con il soprannome "il bambino della pupù": ciò lo ha portato ad odiare qualunque cosa abbia a che fare con la Guerra Civile (“Una bara di ferro”). Ha anche bevuto le sue “Scimmiette di mare” scambiandole per un “Mint Julep”, una bevanda alcolica alla menta caratteristica del Sud degli Stati Uniti.

Lo zio di Tony, Vincenzo, è un macellaio a Long Island (“Un caso di testa”). Un altro zio di Tony era un uomo d'affari di successo, ma poi fu ritrovato a scavare in un campo da golf alla ricerca degli “uomini-talpa” (“La teoria della cospirazione”).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 20º episodio dell'ottava stagione della serie televisiva JAG - Avvocati in divisa.
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione