Ansonica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ansonica
Dettagli
SinonimiInzolia, Insolia
Paese di origineItalia Italia
Colorebacca bianca
Italia Italia
Regioni di coltivazioneCalabria
Sicilia
Sardegna
Toscana
Basilicata
DOCAlcamo
Ansonica Costa dell'Argentario
Bianco di Pitigliano
Bivongi bianco
Contessa Entellina bianco
Delia Nivolelli
Elba
Erice
Mamertino di Milazzo o Mamertino
Maremma Toscana
Marsala
Menfi
Monreale
Parrina
Riesi
Salaparuta
Sambuca di Sicilia
Santa Margherita di Belice
Sciacca
Sicilia
Val di Cornia
Vittoria
http://catalogoviti.politicheagricole.it/result.php?codice=013

L'Ansonica è un vitigno a bacca bianca italiano, conosciuto anche con i nomi di Inzolia (in siciliano) o Insolia.

Ha origini meridionali ma è diffuso anche in altre regioni italiane come la Toscana, in particolar modo l'Isola d'Elba e il Monte Argentario.

Il grappolo è di grosse dimensioni ma con acini piuttosto radi. La vendemmia avviene attorno ai primi quindici giorni di settembre.

Il vitigno[modifica | modifica wikitesto]

Prima della recente scoperta dei vini rossi siciliani, la parte da leone nell'enologia siciliana era fatta dai vini bianchi ed in particolare dal Bianco d'Alcamo D.O.C..

L'Ansonica è il più antico vitigno autoctono siciliano e si è poi diffuso anche in altre regioni italiane ed in particolare in Sardegna, Lazio e Toscana meridionale. Il vitigno è molto resistente anche in climi piuttosto siccitosi ed ha una foliazione piuttosto scarsa che richiede un minor assorbimento d'acqua. Il grappolo è conico con due grappoletti ai lati e l'acino è ovoidale di un colore giallo marcato.

Le DOC[modifica | modifica wikitesto]

Il suo mosto viene utilizzato per la produzione di alcuni dei più importanti bianchi siciliani e toscani D.O.C.:

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]