Alessandro Tarabini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alessandro Tarabini

Deputato del Regno d'Italia
Legislature XXVIII, XXIX

Consigliere nazionale del Regno d'Italia
Legislature XXX
Gruppo
parlamentare
Corporazione dei prodotti tessili

Dati generali
Partito politico PNF
Professione dirigente sportivo

Alessandro Marcellino Tarabini (Cosio Valtellino, 15 settembre 1894Roma, 25 maggio 1949) è stato un politico, militare e dirigente sportivo italiano, commissario straordinario del Genova 1893 nel biennio 1933/1934.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

MVSN[modifica | modifica wikitesto]

Originario della provincia di Sondrio, Tarabini fu Luogotenente Generale della MVSN.

Dirigente sportivo[modifica | modifica wikitesto]

Tarabini divenne commissario straordinario del club calcistico Genova 1893 per volontà del Federale Giorgio Molfino, sostituendo Vincent Ardissone.

La sua dirigenza fu connotata da una gestione piuttosto controversa: passò dal promettere premi vittoria, a salatissime multe ed in alcuni casi addirittura il confino. Il club così gestito incappò nella sua prima retrocessione in cadetteria al termine della Serie A 1933-1934.[1]

Venne sostituito nel 1934 alla guida della società da Alfredo Costa, imprenditore marittimo.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Davide Rota, Dizionario illustrato dei giocatori genoani, De Ferrari, 2008.