Alessandro Abate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alessandro Abate (Catania, 25 novembre 1867Catania, 29 marzo 1953) è stato un pittore, acquerellista ed affreschista italiano.

Ritratto di Francesco Paolo Frontini, opera dell'Abate, collezioni Frontini

Biografia[modifica | modifica sorgente]

La sua formazione artistica inizia in Sicilia con Antonino Gandolfo, per proseguire a Napoli col Marinelli e a Roma all'Accademia di Arti Applicate. Pittore, acquerellista ed affreschista, si dedica al dipinto di genere, alla composizione allegorica e religiosa, al ritratto, alla decorazione di palazzi e chiese.

La sua carriera è scandita dalla partecipazione ad esposizioni sia di carattere locale che nazionale quali: la "Belliniana" di Catania del 1890, la Nazionale di Roma del 1895, la Quadriennale d'arte decorativa moderna di Torino del 1902 e l'Esposizione Agricola siciliana di Catania del 1907 che ne decretò la fama di decoratore della cosiddetta "Art Nouveau" dedicandogli una parete della "Mostra di Belle Arti e Fotografia".

Dalla fine degli anni venti fino al 1940 esegue lavori decorativi per le pubbliche committenze dei rispettivi governi a Tripoli, ad Alessandria d'Egitto e a Tunisi. Espone inoltre a Santiago del Cile e a Parigi, ottenendo numerosi riconoscimenti.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Thieme-Becker. Allgemeines Lexikon der bildenden Künstler. 1992. ISBN 9783423059077
  • Emmanuel Bénézit. Dictionnaire des Peintres, sculpteurs, dessinateurs et graveurs, vol. I. 1976. ISBN 9782700001495
  • Dizionario Enciclopedico Bolaffi dei pittori e degli incisori italiani, vol. I. Torino, 1972.
  • Agostino Mario Comanducci. Dizionario illustrato dei pittori e incisori italiani moderni, vol. I. Milano 1962.
  • Dizionario biografico degli italiani, vol. I. Roma, 1960.
  • Galetti e Camesasca. Enciclopedia della pittura ital.. Milano, 1951.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]