Ahmad Ghazali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ahmad Ghazali (Tus, ... – Qazvin, 1126) è stato un teologo persiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Le notizie sulla sua vita sono scarne e frammentarie. Fratello minore del celebre teologo Abu Hamid al-Ghazali (1058-1111), Ahmad Ghazali nacque a Tus in data imprecisabile e visse a cavallo tra il XI e XII sec. a Baghdad e in alcune città persiane, morendo pare a Qazvin intorno al 1126. Insegnò le scienze religiose nella Nizamiyya, a Baghdad, la più celebre università dell'islam medievale, dove godette del patronato dell'establishment politico-religioso e successe al fratello quando questi, a seguito di una crisi mistica, abbandonò l'insegnamento.

L'opera[modifica | modifica wikitesto]

Compose in arabo alcuni celebri sermoni, probabilmente trascritti dai discepoli, in cui è rivalutato il ruolo di Iblis (nome di Satana nel Corano), inopinatamente elevato a campione del monoteismo. Ahmad Ghazali compose inoltre vari trattati in arabo di argomento mistico-teologico, ma è noto soprattutto come teorico del mistico amore i cui fondamenti illustrò in un breve densissimo trattato, vergato in prosa persiana mista a versi, destinato a grande fortuna nel medioevo islamico: Sawanih al-'Ushshaq ("I casi degli amanti", o "Le occasioni degli amanti"). Quest'opera fu tradotta e commentata in tutta l'ecumene musulmana, dalla Istanbul ottomana sino alla Delhi dei Moghul.

Opere di riferimento sulla letteratura persiana[modifica | modifica wikitesto]

  • E.G. Browne, A Literary History of Persia, 4 voll., Cambridge 1951-53 (più volte ristampato)
  • Jan Rypka, A History of Iranian Literature, Reidel Publishing Company, London 1968
  • A. J. Arberry, Classical Persian Literature, London 1958
  • A.Pagliaro-A.Bausani, La letteratura persiana, Sansoni-Accademia, Firenze-Milano 1968
  • A.M. Piemontese, Storia della letteratura persiana, 2 voll.,< Fratelli Fabbri, Milano 1970
  • C.Saccone, Storia tematica della letteratura persiana classica vol. I: Viaggi e visioni di re sufi profeti, Luni, Milano-Trento 1999; vol. II: Il maestro sufi e la bella cristiana. Poetica della perversione nella Persia medievale, Carocci, Roma 2005;  vol. III: Il re dei belli, il re del mondo. Teologia del potere e della bellezza nella poesia persiana medievale, Aracne, Roma 2014

Traduzioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

  • Ahmad Ghazali, Delle occasioni amorose, a cura di C. Saccone, Carocci, Roma 2007

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN42230786 · LCCN: (ENn80121198 · ISNI: (EN0000 0001 0856 9574 · GND: (DE102412545 · BNF: (FRcb12069159s (data)
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie