Sari al-Saqati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Abū al-Ḥasan Sarī (o Sirrī) al-Dīn b. al-Mughallis al-Saqaṭī (in arabo: أبو الحسن سرى الدين بن المغلس السقطي‎; Baghdad, 776/7 – 865/6) è stato un mistico arabo.

Anche noto come Sirrī Saqṭī, fu uno dei primi sufi musulmani di Baghdad.[1] Fu uno dei più influenti studiosi della cerchia di Maʿrūf al-Karkhī e uno dei primi a praticare il sufismo in modo sistematico.[2]

Fu anche intimo amico di Bishr al-Hafi. Fu lo zio materno e il Maestro spirituale di Junayd.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Al-Risāla al-Qushayriyya.
  2. ^ Annemarie Schimmel, Handbuch Der Orientalistik, pp. 30, ISBN 90-04-06117-7.
  3. ^ Al-Ghazali, On Disciplining the Soul and Breaking the Two Desires, Cambridge, Islamic Texts Society, p. 221.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Islam Portale Islam: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Islam