Afrikaner Weerstandsbeweging

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Movimento di Resistenza Afrikaner
(AF) Afrikaner Weerstandsbeweging (AWB)
Three sevens.svg
Leader Steyn van Ronge
Stato Sudafrica Sudafrica
Fondazione 7 luglio 1973
Sede Ventersdorp
Ideologia Neonazismo,
Nazionalismo bianco,
Indipendentismo afrikaner
Collocazione Estrema destra
Affiliazione internazionale World Union of National Socialists (non ufficiale)
Iscritti 75.000 / 80.000 (2015)
Colori Nero, bianco, rosso
Sito web awb.co.za

Il Movimento di Resistenza Afrikaner (in afrikaans Afrikaner Weerstandsbeweging, AWB) è un gruppo politico sudafricano di estrema destra fondato da Eugène Terre'Blanche.

Il movimento, seguendo l'ideologia del segregazionismo e l'apartheid, rivendica l'autodeterminazione e l'autogoverno di una nazione dei boeri indipendente, il Boerestaat, sul modello delle repubbliche boere dell'inizio del XX secolo.

La bandiera è composta da tre sette neri che formano un triscele in un circolo bianco con lo sfondo rosso. Questo simbolo da una parte ha un significato in relazione alla tradizione biblica (il triplo 7 si oppone al triplo 6 di Satana), dall'altra rimanda alla data di fondazione del partito (7 luglio 1973); infine, richiama graficamente i simboli arii come la svastica nazista. Nelle manifestazioni dell'AWB, oltre alla propria bandiera, viene utilizzata anche quella del Transvaal.

Dopo la morte di Terre'Blanche, brutalmente assassinato nella sua abitazione di campagna da contadini neri nel 2010, le redini del partito sono state impugnate da uno tra i più influenti e attivi sostenitori della causa nazionalista afrikaner, Pieter Steyn. L'omicidio di Terre'Blanche ha indotto sostenitori e membri dell'AWB a propugnare con rinnovato vigore i principi del nazionalismo bianco sudafricano e ha esasperato gli animi della popolazione bianca, causando numerosi, violenti scontri tra bianchi e neri.

Per volere di Terre'Blanche, l'AWB possiede, sin dalla propria costituzione, un vero e proprio braccio armato, un'organizzazione paramilitare chiamata "Kommandokorp", per lo più costituita da giovani membri del partito. Ai Kommandokorps vengono insegnate numerose tecniche di guerriglia urbana, metodi per l'utilizzo di diversi tipi di armi da fuoco, tecniche di combattimento "corpo a corpo", ecc. Sotto la pressione del nuovo leader Pieter Steyn van Ronge, i Kommandocorps sono lo strumento principale del piano di vendetta dei membri del partito contro i neri, colpevoli dell'omicidio di Terre'Blanche e di migliaia di cittadini bianchi sudafricani, e più in generale, l'élite paramilitare dedita alla difesa degli afrikaners.

In seguito ai diversi episodi di intolleranza dei neri nei confronti dei bianchi, il partito è cresciuto ed ha attirato a sè numerosi nuovi militanti, per lo più nazionalisti ed indipendentisti bianchi di destra, e continua tutt'oggi ad essere attivo grazie a continue azioni di propaganda, quali manifestazioni di piazza, volantinaggi e raduni, dai piccoli villaggi sino alle grandi città del Sudafrica.

Militanti dell'Afrikaner Weerstandsbeweging durante una manifestazione a Pretoria, Sudafrica.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN152512258