Adorazione dei pastori (Daniele Crespi)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Adorazione dei pastori
Daniele crespi, adorazione dei pastori, 1623-25.JPG
AutoreDaniele Crespi
Data1623-1625
TecnicaOlio su tela
Dimensioni77×141 cm
UbicazionePinacoteca del Castello Sforzesco, Milano

L'Adorazione dei pastori è un dipinto ad olio su tela realizzato da Daniele Crespi e situato nella pinacoteca del Castello Sforzesco di Milano.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il quadro fu realizzato tra il 1623 e il 1625 in un clima pervaso dai nuovi dettami della Controriforma cattolica che pervasero anche l'arte tramite una rigida regolamentazione dell'iconografia sacra promossa dal cardinale Federico Borromeo[1].

La scena è quindi rappresentata in maniera molto semplice e sobria: i personaggi principali sono tutti in primo piano, con i due pastori ai lati a rompere la simmetria della scena, mentre uno sfondo cupo senza connotazioni particolari consente allo spettatore di focalizzarsi ancor di più sulla scena dell'adorazione. Se il volto della Vergine è caratterizzato da tratti raffinati e delicati, i volti di san Giuseppe e dei due pastori vengono rappresentati con connotati estremamente realistici di ispirazione caravaggesca[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Basso, Natale, p. 161.
  2. ^ Basso, Natale, p. 162.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Marco Albertario, Elena Caldara, Rodolfo Martini e Valter Palmieri, La Pinacoteca del Castello Sforzesco, a cura di Laura Basso, Paolo Natale, Milano, Skira, 2005.