3 giorni per la verità

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tre giorni per la verità
Titolo originaleThe Crossing Guard
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1995
Durata111 min
Generedrammatico
RegiaSean Penn
SceneggiaturaSean Penn
ProduttoreSean Penn
David Shamroy Hamburger
FotografiaVilmos Zsigmond
MontaggioJay Cassidy
MusicheJack Nitzsche
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Tre giorni per la verità (The Crossing Guard) è un film indipendente del 1995, secondo film diretto da Sean Penn, con protagonista Jack Nicholson.

Fu presentato in concorso alla 52ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Freddy Gale ha passato gli ultimi cinque anni della sua vita covando un forte rancore nei confronti di John Booth, l'uomo che, guidando ubriaco, investì ed uccise sua figlia, una bambina di sette anni. Dopo quel tragico evento Freddy ha aspettato che l'assassino di sua figlia uscisse di prigione per potersi vendicare, mentre la sua vita e il suo matrimonio andavano a pezzi. Corroso dal senso di colpa, Booth esce di prigione, ma dovrà fare i conti con la rabbia di Gale, introdottosi in casa sua per ucciderlo, ma inaspettatamente Freddy concede all'uomo tre giorni. Tre giorni che separano i due uomini dall'incontro fatale che segnerà le loro vite.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film è uscito il 16 novembre 1995 e ha ricevuto recensioni generalmente positive[1] da parte della critica. Nonostante ciò, il film è stato un fallimento commerciale, incassando solo 869.000 dollari in tutto il mondo, contro un budget di 9 milioni di dollari[2].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito in svariati paesi, con vari titoli[3].

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Nel finale del film si può leggere una dedica ad Henry Charles Bukowski Jr., amico di Sean Penn, con la scritta: "I miss you" (mi manchi).

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il film non ha vinto nessun premio, ma è stato nominato 4 volte[4]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema