1 contro 100

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
1 contro 100
Logo del programma 1 contro 100
Anno 2007-2008
Genere Game show
Edizioni 2
Durata 75 min
Produttore Endemol e R.T.I.
Presentatore Amadeus e Giovanna Civitillo
Regia Giuliano Forni
Rete Canale 5

1 contro 100 è stato un programma televisivo a premi andato in onda su Canale 5 dal 7 maggio 2007 al 13 gennaio 2008, nella fascia preserale, condotto da Amadeus con Giovanna Civitillo, e programmato dal lunedì alla domenica, ad eccezione della stagione estiva, durante la quale andava in onda dal lunedì al venerdì.

Il programma era tratto dal format olandese 1 vs. 100, prodotto da Endemol, e trasmesso in oltre 20 paesi del mondo.

Il programma[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre 2006 il vicepresidente di Mediaset annuncia che a partire da maggio la fascia preserale sarà affidata a un programma condotto da Amadeus. La scelta definitiva cade su 1 contro 100, format Endemol.

Il programma parte il 7 maggio 2007[1], in sostituzione di Chi vuol essere milionario condotto da Gerry Scotti, e in diretta competizione con il quiz L'eredità condotto da Carlo Conti su Rai 1. La prima puntata ottiene un ottimo risultato, con 4.003.000 e il 25,61% di share. Fino al 30 giugno il programma continua ad ottenere buoni ascolti, attestandosi a una media di 3,7 milioni di spettatori e il 22,06% di share, raggiungendo quasi la stessa media del predecessore condotto da Gerry Scotti. Nonostante i buoni ascolti però, la sfida viene sempre vinta da L'eredità di Carlo Conti che raggiungeva circa 9 milioni di spettatori e il 40% di share[2]. A partire dal 1º luglio 2007 il programma si scontra con il nuovo quiz Reazione a catena condotto da Pupo. Dopo un testa a testa iniziale, dalla metà di luglio il quiz di Canale 5 riesce a sorpassare quotidianamente il programma di Rai 1. Per tutta l'estate la trasmissione di Amadeus ottiene una media di 3 milioni di spettatori e il 22% di share, e Amadeus pensa di allungare l'impegno con il programma per tutta la stagione oltre il gennaio 2008. Nonostante il successo ottenuto, a partire dal 23 settembre 2007 il quiz viene sostituito da Chi vuol essere milionario per volere di Pier Silvio Berlusconi in modo da non legare le fortune della Rete esclusivamente al quiz di Amadeus. Uno sgarbo che, però, Amadeus non manda giù.

Il 10 dicembre 2007 il programma è tornato in onda, per testare il format, fuori garanzia, durante la stagione autunnale. Dopo alcune puntate, gli ascolti si stabilizzano tra il 20 e il 22% di share. Il 13 gennaio 2008, per volontà dei dirigenti Mediaset, si è deciso di interrompere definitivamente la produzione e al suo posto è tornato Chi vuol essere milionario? condotto da Gerry Scotti[3]. Tuttavia Amadeus non prenderà bene la cosa, e sarà questa una delle cause principali del suo ritorno in RAI nell'autunno 2009. Il programma è tornato in onda con le repliche di alcune puntate nell'estate 2010. Trasmesse dal 12 luglio 2010 nella fascia preserale di Canale 5, sono state anch'esse soppresse dopo due settimane di messa in onda per via dei bassi ascolti.

La puntata più vista in assoluto è quella del 12 luglio 2007 che ha ottenuto 2.723.000 spettatori e il 24,97% di share, saliti a 4.005.000 spettatori e il 31,16% di share nell'ultima frazione di gioco[4].

Svolgimento[modifica | modifica wikitesto]

Come dice anche il titolo, un concorrente (dovutamente prescelto) ne sfida altri 100 per portare a casa il montepremi in palio. Il concorrente e i 100 avversari devono rispondere a una serie di domande con tre opzioni di risposta. Per ognuno dei cento avversari che risponde in maniera errata il prescelto guadagna dei soldi, partendo da 50 euro per la prima domanda, poi: 100, 150, 200, 250, 300, 400, 500, 700 fino ad arrivare a 1 000 euro dalla decima domanda in poi. Ad esempio, se il prescelto risponde correttamente alla domanda da 50 euro, guadagna 50 euro per ogni avversario che avrà dato la risposta sbagliata, eliminandolo dal gioco. Dopo ogni risposta esatta egli può decidere se tenere i soldi guadagnati fino a quel momento oppure continuare a giocare contro il Muro passando alla domanda successiva. Se invece lo sfidante risponde in maniera errata, la somma da lui accumulata fino a quel momento viene divisa dai concorrenti del Muro ancora in gioco. Il concorrente può anche ritirarsi dopo aver sentito la domanda, ma deve accontentarsi del 25% del premio accumulato.

Dal mese di giugno 2007 viene data una ulteriore possibilità al concorrente qualora sbaglino tutti nel muro: egli può infatti andarsene con i soldi accumulati anche se ha già dato la risposta (giusta o sbagliata che sia), rinunciando ai 200 000 €. Se il concorrente vuole invece vincere i 200 000 € deve andare a verificare la sua risposta col rischio di perdere tutto in caso di errore.

Durante tutto il percorso lo sfidante ha a disposizione 3 jolly utilizzabili al prezzo di 1 000 euro l'uno, da usare nell'ordine:

  • Passo (non risponde alla domanda ma passa ugualmente al livello successivo; se tutti i giocatori del muro superstiti sbagliano la domanda per la quale lo sfidante ha usato il primo jolly, lo sfidante va a casa direttamente con 200 000 €);
  • La seconda chance (la possibilità di dare due risposte per una stessa domanda);
  • Chi la pensa come me (per sapere quanti concorrenti del muro hanno dato la sua stessa risposta).

Nel mese di luglio 2007 il terzo jolly è stato rinnovato, dando la possibilità al concorrente che lo utilizza di ragionare solo su due possibili risposte. Nel caso in cui lo sfidante riuscisse ad eliminare tutti e 100 i componenti del muro si aggiudicherebbe il montepremi di 200 000 euro.[5]

Inoltre vi era la caratteristica domanda oggetto in cui compare Giovanna Civitillo; è una domanda alla quale Giovanna porta in studio un oggetto che viene nominato in una domanda, con un indizio oppure o con la risposta incorporata (nel qual caso si scoprirà solo dopo che il concorrente ha dato la risposta).

Errori[modifica | modifica wikitesto]

  • Durante la puntata del 23 maggio 2007 gli autori hanno commesso un clamoroso errore. È stato chiesto al concorrente che particolarità avesse lo svolgimento dei Giochi olimpici. Come risposta a dir loro corretta è stato detto che si sono sempre svolte in un anno bisestile. In realtà a Parigi si tennero i giochi olimpici nell'anno 1900 che bisestile non fu.
  • Altro svarione il 20 dicembre 2007, sempre riguardante le olimpiadi: si chiedeva cosa accadde per la prima volta alle olimpiadi di Montréal nel 1976, la risposta a dir loro esatta era che furono trasmesse in televisione dalla RAI non più in bianco e nero ma a colori, invece in realtà già a Monaco di Baviera nel 1972 le trasmissioni avvennero a colori, sia pur in forma sperimentale.
  • Nella puntata del 26 dicembre 2007, alla domanda finale in cui si chiedeva quale fosse la rete di metropolitana più estesa al mondo (intesa come rete sotterranea autonoma), un concorrente di Conegliano (TV) ha risposto correttamente "Metropolitana di Londra"[6], ma gli è stata contestata come risposta errata in quanto è stato erroneamente affermato che la rete più estesa sia quella di New York.[7] Dato che con questa risposta il concorrente avrebbe vinto rispetto all'ultima concorrente rimasta (che aveva dato una risposta comunque errata), si tratta di un premio finale mancato.

Vincitori[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso della trasmissione sono stati sei i concorrenti che sono riusciti ad abbattere tutti e 100 i componenti del Muro aggiudicandosi il premio finale di 200 000 euro:

  • Giorgio Cascini (il 15 maggio 2007);
  • Marco Cito (il 28 maggio 2007);
  • Antonio Capelli da Piacenza (il 12 luglio 2007 che vince solo 190 000 euro in quanto egli decide di sua spontaneità di regalare 10 000 di essi all'unico concorrente rimasto del muro, Augusto, che ha perso il duello "1 contro 1").
  • Fabio D'Souza (il 5 settembre 2007);
  • Maurizio Biscàro (il 17 dicembre 2007 che abbatte il muro dopo sole 4 domande, senza l'uso di alcun jolly. Ben 87 nel muro sbagliano contemporaneamente la quarta domanda). La domanda era: «Dove si stava recando Martin Luther King quando venne assassinato?» con risposta «Ad una cena»;
  • Isabella Marchetto (l'8 gennaio 2008), la prima ed unica donna che abbatte tutto il muro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tgcom - 1 contro 100: torna Amadeus
  2. ^ Non si ripete l'effetto ghigliottina
  3. ^ ANTEPRIMA DM : 1 CONTRO 100, THE END! | Davide Maggio's Blog
  4. ^ http://www1.adnkronos.com/Archivio/AdnAgenzia/2007/07/13/Spettacolo/Televisione/TV-ASCOLTI-MEDIASET-IN-27-MLN-PER-1-CONTRO-100-CHE-VINCE-PRESERALE_105935.php
  5. ^ Endemol Italia
  6. ^ UrbanRail.Net > Europe > UK > London Underground & DLR
  7. ^ UrbanRail.Net > America > USA > New York > NEW YORK CITY Subway & Path
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione