18 regali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
18 regali
18 regali.png
Vittoria Puccini e Benedetta Porcaroli
in una scena del film
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno2020
Durata115 min
Rapporto2,39:1
Generedrammatico
RegiaFrancesco Amato
SoggettoMassimo Gaudioso, Davide Lantieri, Alessio Vicenzotto
SceneggiaturaMassimo Gaudioso, Davide Lantieri, Alessio Vicenzotto, Graziano Urbani.
ProduttoreAndrea Occhipinti, Serena Sostegni, Mattia Guerra, Stefano Massenzi
Produttore esecutivoTeresa Arrighi
Casa di produzioneLucky Red, 3 Marys Entertainment, Rai Cinema, Vision Distribution, Sky Italia
Distribuzione in italianoLucky Red
FotografiaGherardo Gossi
MontaggioClaudio Di Mauro
MusicheAndrea Farri
ScenografiaEmita Frigato
CostumiOrnella Campanale, Marina Campanale
TruccoAlberto Blasi (trucco), Sharim Sabatini (acconciature)
Interpreti e personaggi

18 regali è un film italiano del 2020 diretto da Francesco Amato, ispirato alla vera storia di Elisa Girotto e alla cui sceneggiatura ha collaborato Alessio Vicenzotto, marito di Elisa.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Estate 2001. La trentacinquenne Elisa muore per un tumore al seno, lasciando il marito Alessio e la figlia Anna appena nata. Prima della sua dipartita, ha provveduto a scrivere una lista di regali di compleanno per la bambina, nella speranza di poterle restare accanto postuma, fino alla sua maggiore età.

Con gli anni, la giovanissima Anna avverte un crescente disagio. Un regalo non sembra poter colmare il vuoto lasciato dalla madre, un'assenza che la spinge a ribellarsi, arrivando a disertare il suo diciottesimo compleanno e fuggire di casa, fino a quando viene investita da un'auto.

Quando la ragazza riprende i sensi scopre che il conducente della vettura è sua madre incinta di lei. Le due piano piano stanno iniziando a instaurare un bel rapporto di amicizia anche se Anna le dice parecchie bugie. Così Elisa decide di dare un lavoretto ad Anna ovvero quello di aiutarla a scegliere i regali proprio a lei dato che sa di non poter passare tutti i compleanni insieme alla figlia. All'ultimo regalo Elisa scopre che Anna è sua figlia e né rimane scioccata anche se poi sviene di fronte a quest'ultima. Quando poi Elisa si risveglia prende la decisione di scrivere una lettera ad Anna prima che muoia. Alla fine Anna si risveglia nell'ospedale dove era stata ricoverata a causa dell'incidente con l'auto e chiede scusa al padre per essere stata esagerata. Anna e il padre tornano a casa e quest'ultima legge la lettera della madre e apre il regalo. Poi scende giù per festeggiare il suo 18º compleanno. Alla fine Anna si rende conto di aver fatto un viaggio nel tempo vedendo il suo rapporto tra lei e i genitori.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il trailer è stato distribuito online l'11 dicembre 2019.[2]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito nei cinema italiani il 2 gennaio 2020. È stato poi distribuito in tutto il mondo sulla piattaforma online Netflix (che l'ha acquistato da True Colors) l'8 maggio 2020.[3]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Eva Elisabetta Zuccari, Al cinema '18 Regali', l'inno alla vita di Elisa Girotto, su Today, 19 dicembre 2019. URL consultato il 29 dicembre 2019.
  2. ^ Filmato audio Lucky Red, 18 Regali - Tratto dalla storia vera di Elisa Girotto con Benedetta Porcaroli e Edoardo Leo, su YouTube, 11 dicembre 2019. URL consultato il 29 dicembre 2019.
  3. ^ “18 Regali” disponibile in tutto il mondo su Netflix, su rbcasting.com, 12 maggio 2020. URL consultato il 14 novembre 2020.
  4. ^ Nastri d'argento - Le candidature 2020, su nastridargento.it. URL consultato il 14 novembre 2020 (archiviato dall'url originale il 27 dicembre 2020).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema