1. divisjon 2015

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
1. divisjon 2015
OBOS-ligaen 2015
Competizione 1. divisjon
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 67ª
Organizzatore NFF
Date dal 6 aprile 2015
al 25 novembre 2015
Luogo Norvegia Norvegia
Partecipanti 16
Risultati
Vincitore Sogndal
Promozioni Sogndal
Brann
Retrocessioni Follo
Nest-Sotra
Bærum
Hønefoss
Statistiche
Miglior giocatore Norvegia Fredrik Haugen[1]
Miglior marcatore Svezia Pontus Engblom (17)
Norvegia Robert Stene (17)
Incontri disputati 240
Gol segnati 702 (2,93 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2014 2016 Right arrow.svg

La 1. divisjon 2015, nota anche come OBOS-ligaen 2015 per ragioni di sponsorizzazione[2], è stata la 67ª edizione del secondo livello del campionato norvegese di calcio. La stagione è iniziata il 6 aprile e si è conclusa il 25 novembre 2015 con gli spareggi promozione-retrocessione.

Il Sogndal e il Brann sono stati promossi in Eliteserien dopo un solo anno di assenza. La classifica marcatori è stata vinta da Pontus Engblom, calciatore del Sandnes Ulf, e da Robert Stene, calciatore del Ranheim, autori di 17 reti ciascuno. Il Follo, il Nest-Sotra, il Bærum e l'Hønefoss sono stati retrocessi in 2. divisjon.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Novità[modifica | modifica wikitesto]

Dalla 1. divisjon 2014 sono stati promossi in Eliteserien 2014 il Sandefjord, primo classificato, il Tromsø, secondo classificato, e il Mjøndalen, vincitore dei playoff. Dalla Eliteserien 2014 sono stati retrocessi il Sogndal, il Sandnes Ulf e il Brann, perdente dei playoff.
L'Alta, il Tromsdalen, l'Ullensaker/Kisa e l'HamKam, classificatisi agli ultimi quattro posti, sono stati retrocessi in 2. divisjon 2015. Dalla 2. divisjon 2014 sono stati promossi il Follo, il Jerv, il Levanger e l'Åsane.

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Le 16 squadre partecipanti si affrontano in un girone di andata e ritorno, per un totale di 30 giornate.
Le prime due classificate del campionato sono promosse in Eliteserien.
Le squadre classificatesi dal terzo al sesto partecipano ai playoff promozione. La vincente sfida la terzultima classificata dell'Eliteserien per un posto in massima serie.
Le ultime quattro classificate sono retrocesse direttamente in 2. divisjon.


Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione Città Stadio Capienza[3] Posizione 2014
Brann dettagli Bergen Brann Stadion 17,686 14º posto in Eliteserien
Bryne dettagli Bryne Bryne Stadion 10,133 9º posto
Bærum dettagli Sandvika Sandvika Stadion 2,000 5º posto
Follo dettagli Ski Ski Stadion 4,508 1º posto in 2. divisjon gruppo 4
Fredrikstad dettagli Fredrikstad Fredrikstad Stadion 12,800 10º posto
Hødd dettagli Ulstein Høddvoll Stadion 500 8º posto
Hønefoss dettagli Hønefoss Aka Arena 4,586 11º posto
Jerv dettagli Grimstad Levermyr 2,000 1º posto in 2. divisjon gruppo 1
Kristiansund dettagli Kristiansund Atlanten Stadion 2,980 9º posto
Levanger dettagli Levanger Moan Fritidspark 5,000 1º posto in 2. divisjon gruppo 2
Nest-Sotra dettagli Sotra Ågotnes Stadion 2,000 12º posto
Ranheim dettagli Trondheim DNB Arena 1,385 7º posto
Sandnes Ulf dettagli Sandnes Sandnes Idrettspark 4,969 16º posto in Eliteserien
Sogndal dettagli Sogndal Fosshaugane Campus 5,623 15º posto in Eliteserien
Strømmen dettagli Strømmen Strømmen Stadion 4,000 10º posto
Åsane dettagli Åsane Åsane Idrettspark 3,000 1º posto in 2. divisjon gruppo 3

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1uparrow green.svg 1. Sogndal 62 30 18 8 4 59 31 +28
1uparrow green.svg 2. Brann 53 30 14 11 5 46 35 +11
Noatunloopsong.png 3. Kristiansund 49 30 14 7 9 37 30 +7
Noatunloopsong.png 4. Hødd 48 30 14 6 10 43 40 +3
Noatunloopsong.png 5. Jerv 47 30 12 11 7 47 28 +19
Noatunloopsong.png 6. Ranheim 47 30 13 8 9 48 36 +12
7. Sandnes Ulf 47 30 13 8 9 49 40 +9
8. Strømmen 37 30 10 7 13 33 39 -6
9. Levanger 36 30 10 6 14 48 53 -5
10. Bryne 36 30 10 6 14 43 50 -7
11. Åsane 35 30 8 11 11 45 46 -1
12. Fredrikstad 35 30 8 11 11 41 61 -20
1downarrow red.svg 13. Follo 33 30 8 9 13 42 43 -1
1downarrow red.svg 14. Nest-Sotra 31 30 8 7 13 42 51 -9
1downarrow red.svg 15. Bærum 31 30 8 7 15 44 67 -23
1downarrow red.svg 16. Hønefoss 28 30 7 7 16 35 52 -17

Legenda:
      Promosse in Eliteserien 2016
Noatunloopsong.png Ammesse ai play-off promozione
      Retrocesse in 2. divisjon 2016

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
La classifica viene stilata secondo i seguenti criteri:
  • Punti conquistati
  • Differenza reti generale
  • Reti totali realizzate
  • Punti conquistati negli scontri diretti
  • Differenza reti negli scontri diretti
  • Reti realizzate in trasferta negli scontri diretti (solo tra due squadre)
  • Reti realizzate negli scontri diretti
  • Spareggio (solo per decidere promozione, accesso ai playoff e retrocessione)

Spareggi[modifica | modifica wikitesto]

Risultati Luogo e data
Kristiansund 1 - 0 Ranheim Kristiansund, 8 novembre 2015
Hødd 1 - 1 (5-6 d.t.r.) Jerv Ulsteinvik, 8 novembre 2015
Risultati Luogo e data
Kristiansund 0 - 2 Jerv Kristiansund, 15 novembre 2015

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Eliteserien 2015 § Spareggi.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Giocatore Squadra
17 Svezia Pontus Engblom Sandnes Ulf
17 Norvegia Robert Stene Ranheim
16 Norvegia Kristian Fardal Opseth Sogndal
15 Norvegia Ohi Omoijuanfo Jerv
14 Norvegia Bendik Bye Levanger
13 Norvegia Steffen Lie Skålevik Nest-Sotra
13 Ghana Mahatma Otoo Sogndal
13 Norvegia Martin Ramsland Strømmen
12 Norvegia Oddbjørn Skartun Bryne
12 Norvegia Alexander Ruud Tveter Follo
11 Norvegia Henrik Kjelsrud Johansen Fredrikstad
11 Norvegia Eirik Ulland Andersen Hødd
10 Norvegia Alexander Lind Jerv
9 Norvegia Riki Tomas Alba Bærum
9 Norvegia Kevin Beugré Hønefoss
9 Norvegia Mads Reginiussen Ranheim
9 Norvegia Benjamin Stokke Levanger

Verdetti finali[modifica | modifica wikitesto]

  • Sogndal e Brann promossi in Eliteserien.
  • Hønefoss, Bærum, Nest-Sotra e Follo retrocessi in 2. Divisjon.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (NO) Fredrik Haugen fikk Gullballen[collegamento interrotto], brann.no. URL consultato il 2 novembre 2015.
  2. ^ (NO) PM: 1. divisjon blir OBOS-ligaen, Norsk Toppfotball.
  3. ^ Capienza stadi 1. divisjon 2015, Soccerway.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]