Xylocopa iris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Xilocopa iris
Xylocopa iris.jpg
Xylocopa iris
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Hymenopteroidea
Ordine Hymenoptera
Sottordine Apocrita
Sezione Aculeata
Superfamiglia Apoidea
Famiglia Apidae
Sottofamiglia Xylocopinae
Tribù Xylocopini
Genere Xylocopa
Specie X. iris
Nomenclatura binomiale
Xylocopa iris
(Christ, 1791)
Sinonimi

Apis iris
Christ, 1791

Xilocopa iris (Christ, 1791) è un imenottero della famiglia Apidae.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

La specie ha un areale mediterraneo.
È una delle 3 specie del genere Xylocopa presenti in Italia[1].

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Nidifica in cavità degli steli di diverse specie tra cui Artemisia arborescens, Helianthus annuus, Angelica spp., Asphodelus spp., Carduus spp., Ferula spp. Il periodo di volo si estende da aprile a settembre. I maschi emergono dai nidi poco prima delle femmine.[2]

È una specie oligolettica che si nutre principalmente del polline e del nettare di Apiaceae, Asteraceae e Fabaceae, con una particolare predilezione per Eryngium campestre [2].

X. iris è stata segnalata come insetto impollinatore di diverse specie di orchidee tra cui Ophrys sipontensis, Ophrys sphegodes e Serapias lingua [3].

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Oltre alla nominale (X. iris iris) sono state descritte le seguenti sottospecie[4]:

  • X. iris cupripennis - presente in Maghreb e Cirenaica
  • X. iris uclesiensis - presente nella penisola iberica

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Fabio Stoch, Family Apidae in Checklist of the Italian fauna online version 2.0, 2003. URL consultato il 1 aprile 2010.
  2. ^ a b Xylocopa (Copoxyla) iris iris (Christ 1791) in Atlas Hymenoptera. URL consultato il 2 aprile 2010.
  3. ^ Vicidomini S. & Pignataro C., Biologia degli Xylocopini Latreille 1802 (Hymenoptera: Apidae): rassegna dei dati sul foraggiamento sulle Orchidaceae (Monocotyledones) in Il Naturalista Campano 2005; 4: 1-3.
  4. ^ Terzo M. & Rasmont P, Révision des Xylocopa Latreille du sous-genre Copoxyla Maa des pays circum-méditerranéens (Hymenoptera, Apoidea) in Bulletin de la Société entomologique de France 1997; 102(4): 367-377.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Vicidomini S., Bibliografia italiana sulla biologia della tribù Xylocopini (Hymenoptera: Apidae: Xylocopinae: Xylocopa Latreille, 1802) in Boll. Mus. Civ. Sto. Nat. Verona, 1997; 21: 351-369.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi