Voivodato di Koszalin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Voivodato di Koszalin

Il Voivodato di Koszalin (in polacco: województwo koszalińskie) fu un'unità di divisione amministrativa e governo locale della Polonia che esistette a più riprese durante il XX secolo.

1950 - 1975[modifica | modifica sorgente]

Il Voivodato di Koszalin fu creato nel 1950 a partire dallo smembramento del Voivodato di Stettino, la cui parte orientale costituì il Voivodato di Koszalin. Nel 1975 è stato sostituito dal Voivodato di Koszalin, dal Voivodato di Słupsk e dal Voivodato di Piła.


Capitale: Koszalin
Area: 18.104 km²
Popolazione (31 dicembre 1970): 793.700 abitanti (399.300 uomini e 394.400 donne)
Popolazione urbana (31 dicembre 1970): 392.200 (49,5%)
Densità di popolazione (31 dicembre 1970): 44 abitanti/km²
Divisione amministrativa (1º gennaio 1971): 15 distretti
Divisione amministrativa (1º gennaio 1971): 23 città + 154 comuni

Lista dei distretti degli anni 1950-1975[modifica | modifica sorgente]

Nuove contee stabilite nel periodo 1950-1975:

1975 - 1998[modifica | modifica sorgente]

Il Voivodato di Koszalin fu reistituito, dopo lo smembramento in più voivodati, nel 1975, e fu definitivamente soppiantato dal Voivodato della Pomerania.


Capitale Koszalin
Area: 8.500 km²
Dati (1º gennaio 1992):
Popolazione: 508.200 abitanti
Densità di popolazione: 60 abitanti/km²
Divisione amministrativa: 35 comuni
Città: 17

Principali città (popolazione nel 1980)[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Polonia Portale Polonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Polonia