Voivodato di Varsavia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Warszawa Voivodship 1975.png

Il Voivodato di Varsavia (in polacco: województwo warszawskie) fu un'unità di divisione amministrativa e governo locale della Polonia che esistette a più riprese nell'ambito della storia polacca del XX secolo.

1921 - 1939[modifica | modifica wikitesto]

Il Voivodato di Varsavia fu istituito per la prima volta nel 1921 con le finalità sopra riportate. Fu soppresso nel 1939 in conseguenza dell'invasione nazista della Polonia.


Capitale: Varsavia

Principali città[modifica | modifica wikitesto]

1945 - 1975[modifica | modifica wikitesto]

Il Voivodato di Varsavia fu reistituito nel 1945, dopo la Seconda guerra mondiale, e fu smembrato nel 1975 in diversi voivodati: Voivodato di Varsavia (ridotto), Voivodato di Płock, Voivodato di Ciechanów, Voivodato di Ostrołęka, Voivodato di Siedlce, Voivodato di Radom e Voivodato di Skierniewice.

La capitale era sempre Varsavia.

1975 - 1998[modifica | modifica wikitesto]

Il Voivodato di Varsavia, ridotto rispetto a quello degli anni 1945-1975 fu istituito nel 1975 e nel 1998 fu soppiantato dal Voivodato della Masovia.

La città capitale era Varsavia.

Principali città (popolazione nel 1995)[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Polonia Portale Polonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Polonia