Kołobrzeg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kołobrzeg
comune
Kołobrzeg – Stemma Kołobrzeg – Bandiera
Antico palazzo municipale
Antico palazzo municipale
Localizzazione
Stato Polonia Polonia
Voivodato POL województwo zachodniopomorskie COA.svg Pomerania Occidentale
Distretto POL powiat kołobrzeski COA.svg Kołobrzeg
Amministrazione
Sindaco Janusz Gromek
Territorio
Coordinate 54°10′N 15°34′E / 54.166667°N 15.566667°E54.166667; 15.566667 (Kołobrzeg)Coordinate: 54°10′N 15°34′E / 54.166667°N 15.566667°E54.166667; 15.566667 (Kołobrzeg)
Superficie 25,67 km²
Abitanti 47 129 (GUS 31-03-2011)
Densità 1 835,96 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 78-100 a 78-106
Prefisso (+48) 94
Fuso orario UTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Polonia
Kołobrzeg
Sito istituzionale

Kołobrzeg, in tedesco Kolberg, è una città e porto della Polonia nord-occidentale (voivodato della Pomerania Occidentale, già voivodato di Koszalin): è posta alla foce del fiume Parsęta, sul mar Baltico.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Si estende su una superficie di 25,67 km² e nel 2011 contava 47.129 abitanti.

Storia[modifica | modifica sorgente]

In epoca alto-medievale, fu uno dei grandi centri per il commercio del sale. Nel 1255 accolse il nuovo insediamento tedesco di Kolberg, voluto dal duca Vartislao III di Pomerania e dal vescovo di Cammin, Ermanno di Gleichen, ricevendo lo status di città libera, cui si applicarono i cosiddetti diritti di Lubecca.[1] Nel 1284 entrò nella Lega Anseatica. Abbracciò nel XVI secolo la riforma protestante. Sede di una imponente fortezza, prima svedese e poi prussiana, la cittadella di Kolberg subì numerosi assedi nel corso della storia. Il più famoso fu l'assedio del 1807, posto senza successo dalle truppe napoleoniche nel corso delle operazioni belliche contro le forze della quarta coalizione. Questo episodio militare assunse per la nazione tedesca un valore emblematico di resistenza all'invasione straniera, tanto da ispirare, verso la fine della seconda guerra mondiale, il film propagandistico La cittadella degli eroi.

Occupata dalle truppe sovietiche nel marzo 1945, con la Conferenza di Potsdam (1945) fu assegnata alla Polonia.

Luoghi di interesse storico[modifica | modifica sorgente]

Immagini di Kołobrzeg[modifica | modifica sorgente]

Persone legate a Kołobrzeg[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (DE) Heinrich Gottfried Philipp Gengler: Regesten und Urkunden zur Verfassungs- und Rechtsgeschichte der deutschen Städte im Mittelalter, Erlangen 1863, S. 609 ff.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Polonia Portale Polonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Polonia