Una ragazza, un maggiordomo e una lady

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una ragazza, un maggiordomo e una lady
Titolo originale Candleshoe
Lingua originale Inglese
Paese di produzione Stati Uniti, Regno Unito
Anno 1977
Durata 97 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Norman Tokar
Soggetto Michael Innes (romanzo)
Sceneggiatura Rosemary Anne Sisson, David Swift
Produttore Hugh Attwooll, Ron Miller
Casa di produzione Walt Disney Productions
Distribuzione (Italia) Walt Disney Pictures
Effetti speciali Clif Culley
Musiche Ron Goodwin
Interpreti e personaggi

Una ragazza, un maggiordomo e una lady (Candleshoe) è un film del 1977 diretto da Norman Tokar. Prodotto da Walt Disney Productions, il film è basato sul romanzo di Michael Innes Christmas at Candleshoe; gli interpreti principali sono Jodie Foster, Helen Hayes, David Niven e Leo McKern.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Harry Bundage (McKern) scopre che nella tenuta di "Candleshoe" di proprietà di Lady St Edmund (Hayes) vi è un grande tesoro nascosto.

Harry rintraccia tramite un investigatore privato Casey Brown (Foster), una ragazza di strada americana, che per alcune caratteristiche fisiche somiglia alla nipote scomparsa in tenera età di Lady St Edmund. Harry convince Casey ad aiutalo nella ricerca del forziere e la istruisce circa le abitudini, i gusti e i comportamenti in modo da potersi spacciare per la nipote scomparsa ed entrare come infiltrata nella villa della nobildonna. Harry riferisce a Casey il primo indizio per arrivare al tesoro e quello di cercare gli altri è specifico compito della ragazza. Dopo giorni di preparativi Harry conduce Casey a Candleshoe e la presenta a Lady St Edmund, la quale crede effettivamente che la ragazza sia sua nipote e insiste perché rimanga con lei.

Casey entra quindi a far parte della famiglia. A Candleshoe conosce Priory (Niven) il cui compito principale è quello di maggiordomo ma, a causa dei problemi economici di cui Lady St Edmund è all’oscuro, è anche giardiniere e autista; inoltre, per alleviare la solitudine della vecchia signora, si traveste per impersonare la parte di un vecchio colonnello che la va a trovare il primo mercoledì di ogni mese.

Nella tenuta abitano anche alcuni ragazzi orfani che sono stati affidati a lady St Edmund e che contribuiscono al mantenimento della casa aiutando Priory nei lavori domestici, nella vendita dei prodotti della tenuta al mercato del villaggio e come guide per i turisti che visitano la tenuta.

Inizialmente Casey entra con il solo scopo di trovare l'ubicazione del tesoro, ma col trascorrere dei giorni si affeziona agli abitanti della casa nei quali trova quel calore familiare che le è sempre mancato nella vita di strada condotta negli Stati Uniti; così il ruolo di infiltrata nella famiglia comincia a pesarle. La ragazza si impegna allora per risolvere i problemi finanziari di Candleshoe, trascurando però la ricerca del forziere. Ciò scatena le ire di Harry che si presenta a sorpresa nella tenuta; aggredisce Casey e ruba i soldi raccolti al mercato e necessari al mantenimento di Candleshoe. Senza soldi e con la scadenza delle tasse ormai prossima, per la famiglia non rimane che mettere in vendita la proprietà, destinando Lady St Edmund alla casa di riposo e i ragazzi al ritorno in orfanotrofio. Casey, a seguito dell’aggressione di Harry, viene ricoverata in ospedale, dove riceve la visita degli altri ragazzi. In un primo momento, per timore, nega di conoscere l’aggressore, ma poi si convince e confessa ai ragazzi la sua vera identità e il suo vero scopo iniziale. Data la notizia a Priory e Lady St Edmund, decidono di mettersi sulle tracce del tesoro. Per risolvere l'ultimo indovinello devono rintracciare il quadro del capitano che nascose il tesoro. Il quadro è stato venduto e devono quindi rincorrere il treno delle 12.20, che, perennemente in ritardo, "ha scelto il momento sbagliato per infrangere la tradizione e essere in orario". L'indizio li manda nel salone della villa, dove trovano Harry con i suoi scagnozzi alla ricerca del tesoro. Due ragazzi riescono a fuggire per andare a chiamare la polizia, mentre gli altri impegnano Harry e gli sgherri in un combattimento per le stanze del palazzo. I tafferugli porteranno al crollo del pilone di sostegno alla statua che crollando aprirà il forziere facendo fuoriuscire il tesoro.

Con il ritrovamento del tesoro si risolvono i problemi finanziari e la famiglia può fare rientro nella tenuta. Casey si reca alla stazione per fare ritorno in America, ma viene raggiunta da Lady St Edmund a cui confida il dispiacere di averla ingannata. La donna riesce a convincerla a non partire.

Il dialogo finale fa intuire anche la probabile verità su Casey.

« Supponiamo che vostra nipote le compaia all'improvviso! »
(Casey, finale del film)
« Forse l'ha fatto! »
(Lady St Edmund, finale del film)

Gli indizi[modifica | modifica wikitesto]

I quattro indizi della caccia al tesoro sono i seguenti:

1. Per gli studenti dell’aurora vi è un tesoro tra i libri.

Spiegazione: l’indizio si trova in biblioteca, precisamente sulle finestre che illuminano la sala e che alle prime luci dell’alba riflettono una scritta (l’indizio successivo) sulle pareti di fronte.

2. La via della gloria conduce alla tomba (Un riferimento ad una poesia di Thomas Gray).

Spiegazione: l’indizio conduce ad un piccolo cimitero che si vede dalle finestre della tenuta.

3. Seguì l'eclissi della ricchezza e del successo e se volete prosperare fate lo stesso.

Spiegazione: L’eclissi è la nave del capitano a cui apparteneva il tesoro e che lui stesso ha nascosto. L’indizio conduce a un quadro che si trova nel salone e che raffigura il capitano a bordo della sua nave che punta la spada verso una pergamena su cui è riportato l’ultimo indizio.

4. Sopra, sotto i piedi, nel salone, guarda su, guarda giù, scoprirai tutto.

Spiegazione: L’indizio conduce al salone della tenuta. Qui SOPRA si trova la statua del Capitano che SOTTO i piedi ha un Forziere. Quindi per individuarlo bisogna prima guardare su e poi dalla statua guardare in giù.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato girato nella manor house Compton Wynyates, nella contea del Warwickshire, in Inghilterra, la casa di Spencer Compton, VII Marchese di Northampton.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema