Traduzioni della Bibbia in inglese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Versioni della Bibbia.

Molteplici sono le Traduzioni della Bibbia in inglese. Di seguito ne vengono indicate le principali seguendo uno schema cronologico.

English Bible translations.jpg

Traduzioni in inglese antico (prima del 1066)[modifica | modifica sorgente]

Sono circa 450 le traduzioni parziali o complete dei libri biblici anteriori all'invenzione della stampa. Tutte queste traduzioni, così libere da sfociare spesso nella parafrasi, si basavano sul testo latino della Vulgata.

Sono degne di nota:

Traduzioni in inglese medio (1066-1500)[modifica | modifica sorgente]

Si parla di traduzioni in lingua inglese vera e propria solo a partire dalla conquista normanna dell'isola, nel 1066.

  • la Ormulum, ad opera del monaco Orm di Lincolnshire, è datata circa 1150. Contiene una parte dei Vangeli e degli Atti degli Apostoli sotto forma d'una parafrasi metrica.
  • all'inizio del Trecento altre traduzioni parziali sono quelle di Richard Rolle di Hampole, e la coeva anonima versione dei Salmi detta West Midland.
  • John Wycliffe (1328-1384) è l'autore della principale delle versioni medievali. Terminò poco prima della sua morte di tradurre l'intera Bibbia in inglese medievale dalla Vulgata. Questa versione era molto pomposa e meccanica nello stile. Venne successivamente vietata in quanto propria degli eretici pauperisti Lollardi. Se ne sono conservate circa 30 copie. Verso il 1400 John Purvey ne produsse una revisione, parimenti bandita.

Traduzioni in inglese moderno (1500-1900)[modifica | modifica sorgente]

Tra le moltissime edizioni a stampa in lingua inglese:

Traduzioni in inglese contemporanee (dal 1901)[modifica | modifica sorgente]

Sino al 1950[modifica | modifica sorgente]


Dal 1950 al 1980[modifica | modifica sorgente]

Dal 1980 a oggi[modifica | modifica sorgente]

  • 1985, Authorised Version New Jerusalem Bible;
  • 1985, The Kingdom Interlinear Translation of the Greek Scriptures, New York;
  • 1988, Piccola Bibbia;
  • 1991, The unvarnished NT;
  • 1991, New Century Version. Col suo vocabolario semplificato, si rivolge all'ampia fetta di mercato rappresentata da coloro per cui l'inglese è una seconda lingua.
  • 1995, Contemporary English Version. Anch'essa rivolta soprattutto ai giovani madrelingua o agli adulti per cui l'inglese è una seconda lingua.
  • 1995, God's Word;
  • 1996, New Living Translation;
  • 1996, Artscroll Tanakh, giudaica;
  • 1998, New International Reader's Version. Col suo vocabolario semplificato, si rivolge all'ampia fetta di mercato rappresentata da coloro per cui l'inglese è una seconda lingua.
  • 1998, Complete Jewish Bible, giudaica;
  • 2000, Jubilee 2000;
  • 2001, EasyEnglish Bible. Col suo vocabolario semplificato, si rivolge all'ampia fetta di mercato rappresentata da coloro per cui l'inglese è una seconda lingua.
  • 2002, The Message;
  • 2003, A voice in the Wilderness;
  • 2004, Holman Christian Standard;
  • 2005, Easy-to-Read Version. Col suo vocabolario semplificato, si rivolge all'ampia fetta di mercato rappresentata da coloro per cui l'inglese è una seconda lingua.
  • 2005, New English Translation;
  • 2005, A Conservative Version;
  • The Apostle's Bible;
  • Analytical-Literal Translation;
  • International Standard;
  • Third Millennium.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Anche se la Bibbia nella versione della CEI traduce agape con carità, Papa Benedetto XVI nell'enciclica "Deus caritas est" descrive l'agape come "l'amore fondato nella fede e da essa plasmato".
  2. ^ Webster's Revision of the KJV (1833). URL consultato il 15-04-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • (DE) Sito dedicato alle versioni e traduzioni della Bibbia

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibbia Portale Bibbia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Bibbia