Tiger Woods

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tiger Woods
Tiger Woods drives by Allison.jpg
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 185 cm
Peso 81 kg
Golf Golf pictogram.svg
Dati agonistici
Ranking
Best ranking 1[1]º
Palmarès
1997 Masters vincitore
1999 PGA Championship vincitore
2000 U.S. Open vincitore
2000 British Open vincitore
2000 PGA Championship vincitore
2001 Masters vincitore
2002 Masters vincitore
2002 U.S. Open vincitore
2005 Masters vincitore
2005 British Open vincitore
2006 British Open vincitore
2006 PGA Championship vincitore
2007 PGA Championship vincitore
2008 U.S. Open vincitore
Statistiche aggiornate al 17 agosto 2012 h13:53

Eldrick Tont Woods detto Tiger Woods (Cypress, 30 dicembre 1975) è un golfista statunitense. È il primo sportivo ad aver superato 1,3 miliardi di dollari di guadagni tra sponsor e vittorie.[2]

Secondo Forbes è il primo golfista più pagato al mondo e anche il primo fra tutti gli sportivi, con un guadagno, nel 2012, di 83,1 milioni di dollari.[3]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Woods ha vinto il Masters nel 1997 a 21 anni e 3 mesi risultando il più giovane vincitore nella storia del torneo. Ha vinto tutti i 4 tornei Major consecutivamente: dallo U.S. Open del 2000 al Masters del 2001; questa impresa è stata denominata "Tiger Slam", e non "Grand Slam" perché non è stata compiuta nello stesso anno solare.

Eldrick Woods, soprannominato “Tiger” dal padre, iniziò a giocare a golf quasi ancor prima di camminare e ben presto venne ritenuto una sorta di bambino prodigio della specialità. Sotto la guida del padre perfezionò costantemente la sua tecnica e sviluppò un perfetto autocontrollo psicologico, che gli consente di raggiungere la massima concentrazione al momento dell’esecuzione dei colpi. Nel 1990, a quindici anni, fu il più giovane golfista a vincere i Campionati nazionali juniores, successo ribadito anche nei due anni seguenti. Dopo aver conquistato consecutivamente tre titoli di campione statunitense del circuito dilettanti (1994, 1995 e 1996), divenne professionista, aggiudicandosi già al primo anno due tornei del circuito.

Il suo soprannome Tiger è stato anche il soprannome dell'amico vietnamita del padre, Nguyen Phong. Il padre, Earl Woods, era un soldato che combatté nella guerra del Vietnam, un membro dei "Berretti verdi". Sua madre, Kultida, viene dalla Thailandia, la ex-moglie, Elin, dalla Svezia.

Alla fine del 2006 ha rinnovato il contratto con la Nike. La celebre marca di abbigliamento sportivo sponsorizza Woods dal 1996, anno in cui è diventato giocatore professionista (per una cifra complessiva lorda di oltre 150 milioni di dollari). Il nuovo contratto prevede un compenso superiore a 25 milioni di dollari l'anno, incluse le royalty.

Woods ha inoltre firmato con la PepsiCo, per pubblicizzare il Gatorade, un contratto da 100 milioni di dollari, il compenso più alto mai corrisposto a un atleta per pubblicizzare delle bibite.

Nel 2007 è stato lo sportivo più pagato del mondo con oltre 122 milioni di dollari. Inoltre ha pubblicizzato la serie di videogiochi Tiger Woods PGA Tour, serie di grande successo che vede anche lui come personaggio.

Il 27 novembre 2009 rimane ferito in un incidente automobilistico in Florida,[4] ricoverato in ospedale e dimesso poche ore dopo.[5] La vicenda tuttavia ha scosso l'opinione pubblica perché la ricostruzione dei fatti presenta alcuni dettagli che gli investigatori hanno definito "oscuri" e diversi giornali hanno avanzato il sospetto che Woods sia stato aggredito dalla moglie in preda a un eccesso di gelosia. In seguito a questo scandalo, perse molti suoi sponsor e in data 12 dicembre 2009 Woods ha annunciato il ritiro a tempo indeterminato dalle competizioni. Il ritiro si è interrotto il 9 aprile 2010, con la sua partecipazione al Masters. Tiger ha ritrovato però i colpi migliori verso la fine del 2011 ed è ritornato alla vittoria in Florida dopo quasi 2 anni di digiuno il 4 dicembre 2011, ritornando così tra i top 30 del mondo. Ha dichiarato da sempre di voler battere il record di Major vinti, appartenente a Jack Nicklaus (18), e per ora è a quota 14, avendo vinto come ultimo titolo lo US Open del 2008.[6].

Nella sua carriera Woods ha mantenuto la prima posizione del ranking mondiale per oltre 600 settimane, di cui consecutivamente 264 settimane tra agosto 1999 e settembre 2004, e altre 281 consecutive tra giugno 2005 e ottobre 2010. Il 26 marzo 2013, dopo più di due anni, torna in vetta al ranking mondiale.

Risultati in carriera[modifica | modifica sorgente]

Tornei Major[modifica | modifica sorgente]

Vittorie (14)[modifica | modifica sorgente]

Anno Championship Punteggio Margine Secondo classificato
1997 Masters Tournament -18 (70–66–65–69=270) 12 colpi Stati Uniti Tom Kite
1999 PGA Championship −11 (70–67–68–72=277) 1 colpo Spagna Sergio García
2000 U.S. Open −12 (65–69–71–67=272) 15 colpi Sudafrica Ernie Els, Spagna Miguel Ángel Jiménez
2000 The Open Championship −19 (67–66–67–69=269) 8 colpi Danimarca Thomas Bjørn, Sudafrica Ernie Els
2000 PGA Championship (2) −18 (66–67–70–67=270) Playoff 1 Stati Uniti Bob May
2001 Masters Tournament (2) −16 (70–66–68–68=272) 2 colpi Stati Uniti David Duval
2002 Masters Tournament (3) −12 (70–69–66–71=276) 3 colpi Sudafrica Retief Goosen
2002 U.S. Open (2) −3 (67–68–70–72=277) 3 colpi Stati Uniti Phil Mickelson
2005 Masters Tournament (4) −12 (74–66–65–71=276) Playoff 2 Stati Uniti Chris DiMarco
2005 The Open Championship (2) −14 (66–67–71–70=274) 5 colpi Scozia Colin Montgomerie
2006 The Open Championship (3) −18 (67–65–71–67=270) 2 colpi Stati Uniti Chris DiMarco
2006 PGA Championship (3) −18 (69–68–65–68=270) 5 colpi Stati Uniti Shaun Micheel
2007 PGA Championship (4) −8 (71–63–69–69=272) 2 colpi Stati Uniti Woody Austin
2008 U.S. Open (3) −1 (72–68–70–73=283) Playoff 3 Stati Uniti Rocco Mediate

1 Battuto May in un playoff di tre buche per 1 colpo: Woods (3–4–5=12), May (4–4–5=13).
2 Battuto DiMarco con un birdie alla prima buca extra.
3 Battuto Mediate con un par alla prima buca extra dopo che il playoff a 18 buche si era concluso in parità

Risultati completi[modifica | modifica sorgente]

Torneo 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013
The Masters 41p A T 1 8p 18p 5 1 1 15p 22p 1 3p 2p 2 6p 4p 4p 40p 4p
U.S. Open RIT 82p 19p 18p 3p 1 12p 1 20p 17p 2 T 2p 1 6p 4p NP 21p 32p
British Open 68p 22p A 24p 3 7p 1 25p 28p 4p 9p 1 1 12p NP T 23p NP 3p 6p
PGA Championship NP NP 29p 10p 1 1 29p 2 39p 24p 4p 1 1 NP 2 28p T 11p

La lettera 'A' indica un evento disputato da Amateur. La lettera 'T' indica un'eliminazione al taglio. La lettera 'p' di fianco alla posizione indica un pari merito con uno o più giocatori.

Vittorie sul PGA Tour (79)[modifica | modifica sorgente]

Legenda
Tornei Major
Tornei WGC
Eventi FedEx Cup
Altri tornei sul PGA Tour

Vittorie sullo European Tour (38)[modifica | modifica sorgente]

Nota: Le vittorie ufficiali sullo European Tour comprendono 14 Major e 16 Tornei WGC già elencati nelle vittorie sul Pga Tour, questi tornei sono infatti eventi ufficiali di entrambi i Tour.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Official World Golf Ranking - ranking - rankings - 2/25/2012 2:13:59 PM
  2. ^ Ron Sirak, Cashing In. URL consultato il 10 luglio 2014.
  3. ^ Gli sportivi più pagati al mondo: Forbes
  4. ^ Tiger Woods ferito gravemente in un incidente automobilistico
  5. ^ Tiger Woods dimesso dall'ospedale
  6. ^ Tiger Woods, grande ritorno Ad Augusta bene gli azzurri - Repubblica.it

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 85369508 LCCN: n95039225