The Patty Duke Show

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Patty Duke Show
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1963-1966
Formato serie TV
Genere sitcom
Stagioni 3
Episodi 104 (più un pilot)
Durata 30 min (episodio)
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 1,33 : 1
Colore bianco e nero
Audio mono
Crediti
Ideatore William Asher, Sidney Sheldon
Interpreti e personaggi
Musiche Sid Ramin, Harry Geller
Produttore Stanley Prager, Bob Sweeney
Casa di produzione Chrislaw Productions, Cottage Industries, United Artists Television
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 18 settembre 1963
Al 31 agosto 1966
Rete televisiva ABC

The Patty Duke Show è una serie televisiva statunitense in 104 episodi (più un episodio pilota inedito) trasmessi per la prima volta nel corso di 3 stagioni dal 1963 al 1966.

È una sitcom incentrata sulle vicende di Cathy e Patty Lane, due teenager di New York e cugine fisicamente quasi identiche interpretate da Patty Duke.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Patty Lane è una normale adolescente che vive nel quartiere di Brooklyn Heights a New York. Suo padre è il caporedattore del New York Daily Chronicle. Nell'episodio pilota inedito, la sua cugina Cathy Lane (anch'ella interpretata dalla Duke), il cui padre lavora anch'egli per il Chronicle come corrispondente estero, arriva negli Stati Uniti dalla Scozia e va a vivere con la famiglia di Patty e a frequentare la sua scuola. Cathy è più mondana e pudica di Patty. La notevole somiglianza fisica viene spiegata col fatto che i loro padri sono due gemelli.

La Duke interpretò anche un terzo ruolo da sosia nell'episodio della seconda stagioneThe Perfect Hostess, in cui Patty e Cathy si trovano faccia a faccia con un doppelgänger quando la lontana cugina Betsy fa loro visita da Chattanooga, Tennessee.

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Cathy e Patty Lane (105 episodi, 1963-1966), interpretate da Patty Duke.
  • Natalie Lane (105 episodi, 1963-1966), interpretata da Jean Byron.
  • Martin Lane (104 episodi, 1963-1966), interpretato da William Schallert.
  • Ross Lane (103 episodi, 1963-1966), interpretato da Paul O'Keefe.
  • Richard Harrison (88 episodi, 1963-1966), interpretato da Eddie Applegate.

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie, ideata da William Asher e Sidney Sheldon, fu prodotta da Chrislaw Productions, Cottage Industries e United Artists Television[1] e girata negli studios della Metro-Goldwyn-Mayer a Culver City in California e a New York.[2] Le musiche furono composte da Sid Ramin e Harry Geller.[3]

Per far apparire la Duke due volte nella stessa schermata la produzione utilizzò diversi effetti speciali (all'avanguardia per il periodo) cosa abbastanza rara per una sitcom di stampo classico. In tutti gli episodi, la Duke appare spesso nel ruolo di entrambi i personaggi negli stessi fotogrammi attraverso l'uso di un effetto split-screen. A complemento di questi effetti, l'attrice Rita McLaughlin fu utilizzata come doppia della Duke (quasi sempre vista solo da dietro).[4] Al fine di differenziare i due personaggi agli occhi del pubblico televisivo, il personaggio di Patty ha un'acconciatura di capelli diversa da quella di Cathy.

Anche se la serie era ancora molto popolare durante la sua ultima stagione e ottenne elevati nella classifica degli ascolti, la ABC decise di non rinnovarla per la stagione 1966-1967 sulla base del fatto che girarla a colori sarebbe stato proibitivo (a quel tempo tutte e tre le reti del panorama televisivo statunitense stavano effettuando lo spostamento di tutti i palinsesti della prima serata verso le trasmissioni a colori). Duke scrisse nel suo libro di memorie Call Me Anna che la United Artists rifiutò la richiesta della ABC per il passaggio al colore.[5]

Registi[modifica | modifica wikitesto]

Tra i registi sono accreditati:[3]

Sceneggiatori[modifica | modifica wikitesto]

Tra gli sceneggiatori sono accreditati:[3]

  • William Asher in 105 episodi (1963-1966)
  • Sidney Sheldon in 105 episodi (1963-1966)
  • Arnold Horwitt in 16 episodi (1964-1966)
  • Ed Jurist in 8 episodi (1965-1966)
  • Sam Locke in 4 episodi (1965-1966)
  • Joel Rapp in 3 episodi (1965-1966)
  • William Raynor in 2 episodi (1965-1966)
  • Myles Wilder in 2 episodi (1965-1966)
  • Bill Freedman in 2 episodi (1965)
  • Ben Gershman in 2 episodi (1965)
  • Sidney Morse in 2 episodi (1965)

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie fu trasmessa negli Stati Uniti dal 18 settembre 1963 al 31 agosto 1966[6][7][8] sulla rete televisiva ABC.[1] È stata distribuita anche in Venezuela con il titolo El show de Patty Duke e in Finlandia con il titolo Serkukset.[9]

The Patty Duke Show: Still Rockin' In Brooklyn Heights[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1999, la CBS mandò in onda il film per la televisione The Patty Duke Show: Still Rockin' In Brooklyn Heights, che riuniva il cast originale, tra cui Duke, Byron, O'Keefe, Schallert e Applegate. Nel film, Patty e Richard si erano sposati dopo il liceo, avevavo avuto un figlio, e avevano anche divorziato con una separazione consensuale. Cathy è una vedova, vive in Scozia e ha un figlio adolescente. La maggior parte della trama ruota intorno alla vecchia rivale di Patty, Sue Ellen, e ai suoi piani di acquistare la Brooklyn Heights High School (dove Patty lavora come insegnante di recitazione) per raderla al suolo e sostituirla con un centro commerciale, opzione alla quale si oppongono non solo Patty ma anche il resto della famiglia Lane.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV USA
Prima stagione 36 1963-1964
Seconda stagione 36 1964-1965
Terza stagione 32 1965-1966

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b The Patty Duke Show - IMDb - Crediti per le compagnie di produzione e distribuzione. URL consultato il 5 luglio 2012.
  2. ^ The Patty Duke Show - IMDb - Luoghi delle riprese. URL consultato il 5 luglio 2012.
  3. ^ a b c The Patty Duke Show - IMDb - Cast e crediti completi. URL consultato il 5 luglio 2012.
  4. ^ Davod Mansour, From Abba to Zoom: A Pop Culture Encyclopedia of the Late 20th Century, Andrews McMeel Publishing, 2005, p. 355, ISBN 0-7407-5118-2.
  5. ^ Patty Duke, Turan, Kenneth, Call Me Anna: The Autobiography of Patty Duke, Bantam Books, 1988, ISBN 0-553-27205-5.
  6. ^ The Patty Duke Show - IMDb - Elenco degli episodi. URL consultato il 5 luglio 2012.
  7. ^ The Patty Duke Show - tv.com - Elenco degli episodi. URL consultato il 5 luglio 2012.
  8. ^ The Patty Duke Show - TVRage - Elenco degli episodi. URL consultato il 5 luglio 2012.
  9. ^ The Patty Duke Show - IMDb - Date di uscita. URL consultato il 5 luglio 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione