Sue Snell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Susan Snell
Lingua orig. Inglese
Autore Stephen King
1ª app. Carrie
Interpretata da nel film Carrie - Lo sguardo di Satana
Voce italiana *Isabella Pasanisi (1976)
Sesso Femmina
Data di nascita 24 marzo 1963
Professione psicologa

Susan D. "Sue" Snell è uno dei personaggi del romanzo Carrie di Stephen King (1974).

Nel film del 1976 Carrie - Lo sguardo di Satana è interpretata da Amy Irving, nel remake del 2002 da Kandyse McClure e in quello del 2013 da Gabriella Wilde.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Carrie (romanzo) e Carrie - Lo sguardo di Satana.

Sue è una popolare liceale della Ewen High School. È la migliore amica di Christine Hargensen e la fidanzata di Tommy Ross. Anche lei come tutti, inizialmente, si diverte a deridere la dolce e innocente Carrie White, la protagonista del romanzo e del film, una sua compagna dotata di poteri telecinetici e che per di più è molto infelice a causa di sua madre, fanatica religiosa, e dei compagni che, appunto non fanno altro che deriderla a causa dei suoi modi di fare diversi dai loro, e dovuti, ovviamente all'educazione bigotta della madre. Infatti, quando dopo l'ora di educazione fisica a Carrie vengono le sue prime mestruazioni nelle docce della scuola e questa, non sapendo di cosa si tratta, inizia spaventata a gridare e chiedere aiuto, Sue sarà una delle prime a prenderla in giro crudelmente, gettandole adesso insieme alle altre ragazze degli assorbenti. Chris viene punita, le viene impedito di partecipare al ballo studentesco, mentre Sue inizia a pentirsi delle sue azioni e vuole aiutare Carrie. Così chiede a Tommy di accompagnare la ragazza al ballo. Intanto, Chris, aiutata dal suo fidanzato Billy Nolan, vuole vendicarsi di Carrie, rovesciandole addosso del sangue di maiale. I due vanno a sgozzare dei maiali, e riempiono due secchi con il loro sangue (nel libro Chris ha intenzione di rovesciare il sangue anche addosso a Tommy). Chris, per umiliare ulteriormente Carrie, farà in modo che quest'ultima e Tommy vengano eletti Re e Regina del ballo, in modo da gettarle addosso il sangue dal secchio mentre si trova sul palco. Al ballo, Chris e Billy stanno sopra il palco in attesa che Tommy e Carrie vengano nominati coppia più bella e vi salgano. Sue si accorge di tutto, e avverte la Desjardin, l'insegnante di educazione fisica, che però non le crede e la caccia dal ballo. Chris mette in atto il suo piano, ma la fine non sarà esattamente quella che si aspetta, infatti, dopo che Carrie si ritrova ricoperta di sangue e tutta la scolaresca inizia a ridere, la ragazza scatena la sua follia telecinetica, uccidendo tutti i presenti. Chris e Billy riescono a fuggire dalla scuola, ma mentre stanno per tornare a casa di Chris, incontrano Carrie in strada e cercano di investirla. La ragazza, ormai assetata di sangue, fa ribaltare la loro auto e poi la incedia, facendoli morire carbonizzati. Carrie si reca a casa piangendo, e qui trova la madre fanatica religiosa in stato confusionale che le racconta di come è rimasta incinta di lei e tenta di ucciderla pugnalandola in una spalla poiché la crede una strega, ma Carrie riesce a fermarla, trafiggendola con dei coltelli volanti. La madre muore, e Carrie viene assalita dai sensi di colpa. Sue corre da Carrie per dirle la verità, e tramite una sorta di comunicazione telepatica le due esprimone l'una i pensieri dell'altra. Sue la invita a leggere nel suo cuore, e Carrie, moribonda (a causa della perdita eccessiva di sangue, dovuta alla pugnalata della madre) capisce che Sue non c'entra niente con lo scherzo e che non ha mai voluto umiliarla. Carrie muore tra le sue braccia.

Nel film del 1976, nella scena finale, Sue sogna di lasciare dei fiori davanti alla lapide di Carrie e sua madre, dove qualcuno ha appeso un cartello con scritto: "CARRIE WHITE BURNS IN HELL! (Carrie White brucia all'inferno!)" e, mentre si china, spunta dalla tomba la mano insanguinata della ragazza che cerca di trascinare Sue sotto terra. Sue si risveglia urlante tre le braccia della madre che la tranquillizza. Nel film del 2013, invece, la scena finale si limita nel mostrare Sue che porta una rosa bianca alla defunta e la tomba che si frantuma in pezzi. Nel libro Sue avrà una bimba con poteri di telecinesi anche lei, di nome Annie.

Nel remake del 2013 è il finale è diverso: Sue va a casa di Carrie tentando di salvarla, quest'ultima prima la aggredisce ma dopo essersi accorta che Sue è incinta la salva buttandola fuori di casa e Sue assiste allo "spettacolo" della casa che crolla. Il giorno dopo, non in sogno come nell'originale ma nella realtà, Sue porta una rosa bianca nella lapide di Carrie dove qualcuno ha scritto "Carrie White burns in hell". Solo in un final cut si vede Sue che sogna di partorire la mano insanguinata di Carrie invece della bambina; il film si conclude con Sue col pancione che urla tra le braccia della madre.

Carrie 2[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Carrie 2 - La furia.

Nel sequel del film, Sue (sempre interpretata da Amy Irving), l'unica sopravvissuta all'episodio del ballo è diventata la psicologa della scuola, e aiuta Rachel Lang (Emily Bergl), una ragazza con una situazione familiare tragica e che come se non bastasse subisce una brutta perdita, quella della sua migliore amica Lisa Parker, che si suicida dopo essere stata presa in giro da un ragazzo. Sue, stando a contatto con Rachel, scoprirà che la ragazza ha gli stessi poteri di Carrie White, e che è figlia del suo stesso padre. Anche Rachel, come Carrie vent'anni prima, sarà ben presto vittima di un brutto scherzo da parte dei compagni durante il ballo scolastico e si vendicherà scatenando i suoi poteri e uccidendo e massacrando tutti i presenti. In questa situazione, anche Sue morirà accidentalmente.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura