Scotty McCreery

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Scotty McCreery
Scotty McCreery durante un'esibizione, giugno 2011.
Scotty McCreery durante un'esibizione, giugno 2011.
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Country
Periodo di attività 2010 – in attività
Strumento chitarra acustica, pianoforte
Etichetta Interscope Records/Mercury Nashville
Album pubblicati 2 (+1 EP)
Studio 1
Raccolte 1 (+1 EP)
Sito web

Scott Cooke McCreery, in arte Scotty McCreery, (Garner, 9 ottobre 1993), è un cantante statunitense. È il vincitore della decima edizione di American Idol, edizione conclusa il 25 maggio 2011. Lo stesso anno dopo aver pubblicato una compilation ed un EP con le sue migliori esibizioni nel programma, pubblica il suo primo album in studio, Clear as Day.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

McCreery nato nel 1993 a Garner, Carolina del Nord, ha origini portoricane, essendo figlio di Judy e Micheal McCreery, nati rispettivamente a San Juan e Aguadilla, in Porto Rico.[1][2] Ha cominciato ad ascoltare musica country grazie a sua madre, fan del genere. Cominciò a prendere lezioni di chitarra all'età di 10 anni, si innamorò letteralmente di questo strumento, tanto che cominciò a dormire tenendo la chitarra al suo fianco.[3] Ha frequentato la scuola elementare West Lake Middle School di Apex e qui ha dato la prima manifestazione del suo talento, quando, alla cerimonia del diploma, si esibì cantando e suonando, per ironia della sorte, The Time of My Life di David Cook, vincitore della settima edizione di American Idol.[4]

American Idol[modifica | modifica wikitesto]

Ha partecipato al provino di American Idol a Milwaukee, esibendosi in Your Man di Josh Turner. La sua voce profonda, inusuale per un ragazzo della sua giovane età, ha subito colpito i giudici che lo hanno paragonato a Randy Travis.[5] Nel turno delle esibizioni di gruppo si unì al gruppo Guaps, dopo che uno dei componenti, Jacee Badeux, fu coinvolto in una vicenda di bullismo che gli costò la permanenza nel gruppo e nel programma.[6] Riuscì a raggiungere la finale, svoltasi il 24 maggio 2011, dove si scontrò con Lauren Alaina. A proposito disse: "siamo amici. Non è una competizione, stiamo solo cantando con il cuore".[7] McCreery riuscì a vincere diventando, con i suoi 17 anni, il secondo vincitore più giovane di American Idol, dopo Jordin Sparks, vincitrice del 2007.[8]

Il primo album: Clear as Day[modifica | modifica wikitesto]

Subito dopo la vittoria del programma, rilasciò il primo singolo I Love You This Big, che debuttò nella Billboard Country Songs alla posizione numero 32, diventando il miglior debutto di un brano di un nuovo artista.[9] La canzone registrò nella prima settimana una vendita di 171.404 unità,[10] e venne certificato disco d'oro dalla RIAA nel mese di agosto.[11] McCreery e la seconda classificata dell'edizione, Lauren Alaina, si esibirono il 6 giugno 2011 ai CMT Music Awards. Successivamente fu invitato al CMA Music Festival dove si esibì con Josh Turner.[12][13]

Il primo album del cantante country, Clear as Day, è stato pubblicato il 4 ottobre 2011. L'album ha venduto 197.000 copie nella prima settimana, debuttando alla prima posizione della Billboard 200, della Country Albums e della Digital Albums.[14] Il primo singolo dell'album è stato The Trouble With Girls, pubblicato su iTunes il 1º settembre. La scelta è ricaduta su questo brano per via della sua dolcezza: "è una canzone molto dolce. L'ho suonata per mia sorella e le ho chiesto se le fosse piaciuto ciò che aveva appena ascoltato e lei mi ha risposto dicendo 'mi piacerebbe che un ragazzo mi dicesse cose del genere'."[15]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album studio

Raccolte

  • 2011 - American Idol Season 10: Scotty McCreery
  • 2013 - Scotty McCreery QVC Bundle

EP

  • 2011 - American Idol Season 10 Highlights: Scotty McCreery

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Scotty McCreery: Biography, TV Guide. URL consultato il 20 ottobre 2011.
  2. ^ (EN) Lindsay Deutsch, Idol winner Scotty McCreery: This is my new life!, USA Today, 26 maggio 2011. URL consultato il 20 ottobre 2011.
  3. ^ (EN) Scotty McCreery Biography, Gac TV. URL consultato il 20 ottobre 2011.
  4. ^ (EN) Thad Ogburn, Everyone in Garner sings Scotty's praise. People in his hometown always knew he was extraordinary., Garner Clayton, 25 maggio 2011. URL consultato il 20 ottobre 2011.
  5. ^ (EN) CMT: Scotty McCreery Biography, CMT. URL consultato il 22 ottobre 2011.
  6. ^ (EN) Roy Trakin, American Idol: All Together Now: Group Grope In Hollywood, Xfinity TV, 16 febbraio 2011. URL consultato il 20 ottobre 2011.
  7. ^ (EN) American Idol Finalists Dish on Finale, Future Country Careers, The Hollywood Gossip, 24 maggio 2011. URL consultato il 20 ottobre 2011.
  8. ^ (EN) Scotty McCreery grand winner of American Idol 10, Mintscreen. URL consultato il 21 ottobre 2011.
  9. ^ (EN) Gary Trust, Scotty McCreery Makes Historic Start, Lauren Alaina Bows On Country Songs, Billboard, 30 maggio 2011. URL consultato il 20 ottobre 2011.
  10. ^ (EN) Scotty McCreery Makes History With Debut Single, "I Love You This Big", PR Neewswire. URL consultato il 20 ottobre 2011.
  11. ^ (EN) RIAA, http://www.riaa.com/goldandplatinumdata.php?content_selector=gold-platinum-searchable-database. URL consultato il 20 ottobre 2011.
  12. ^ (EN) Brian Mansfield, Scotty McCreery, Lauren Alaina pretty much everywhere at CMA Music Fest, USA Today, 13 giugno 2011. URL consultato il 20 ottobre 2011.
  13. ^ (EN) Erin Duvall, Lauren Alaina, Scotty McCreery Steal the Show at CMA Music Fest, The Boot, 12 giugno 2011. URL consultato il 20 ottobre 2011.
  14. ^ (EN) Clear as Day Billboard chart history, Billboard. URL consultato il 20 ottobre 2011.
  15. ^ (EN) Scotty McCreery Releases New Single, Nashville.com. URL consultato il 20 ottobre 2011.
  16. ^ 2011 American Country Awards Winners – Full List
  17. ^ Academy of Country Music Awards 2012: Full List of Winners! - The Hollywood Gossip
  18. ^ 2012 CMT Music Awards Winners – Full List

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 186937019 LCCN: n2011069374