Scellino austriaco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Scellino austriaco
Nome locale Österreichischer Schilling
1schilling1983front.jpg
1 scellino del 1983 (fronte)
1schilling1983back.jpg
(retro)
Codice ISO 4217 ATS
Stati Austria
Simbolo S o öS
Frazioni 100 Groschen
Monete 10, 50 Gr., 1, 5, 10 S
1, 2, 5 Gr., 20, 50 S (rari)
Banconote 20, 50, 100, 500, 1000, 5000 S
Entità emittente Oesterreichische Nationalbank
Periodo di circolazione 1º gennaio 1925 - 1938
1º novembre 1945 - 28 febbraio 2002[1]
Sostituita da Euro dal 1º gennaio 1999
Tasso di cambio 1 EUR = 13,7603 ATS (31 dicembre 1998)
Lista valute ISO 4217 - Progetto Numismatica

Con la fine della prima guerra mondiale (1918) e l'abdicazione di Carlo I, l'Austria si avvia alla costruzione di una forma di governo repubblicano. Tra i problemi che la repubblica si trova ad affrontare è la forte svalutazione della corona a seguito della difficile situazione economica, che porta nel 1923-1925 ad una riforma monetaria, con l'introduzione dello scellino come valuta nazionale a partire dal 1º gennaio 1925; sottomultiplo dello scellino è il groschen, con un valore pari a 1/100 del primo.

Dalla fine degli anni venti la repubblica conosce momenti di crisi fino all'annessione dell'Austria al Terzo Reich del 1938, con la cessazione delle emissioni di moneta nazionale. Lo scellino viene reintrodotto il 30 novembre 1945 alla ricostituzione della Repubblica, con un cambio 1:1 con il Reichsmark. Altre riforme monetarie si ebbero nel 1947 e negli anni cinquanta, fino all'aggancio al marco tedesco nel 1980.

Il 1º gennaio 1999 entrò in vigore l'Euro, il cui tasso di cambio irrevocabile con lo scellino era stato fissato il giorno precedente in 13,7603 scellini per 1 euro. Da quel momento lo scellino rimase in vigore solo come espressione non decimale dell'euro, anche se monete e banconote continuavano ad essere denominate in scellini. Per tutte le forme di pagamento "non-fisiche" (trasferimenti elettronici, titoli, ecc.), invece, da quella data si adottò solo l'euro.

Il 1º gennaio 2002, con l'entrata in circolazione delle monete e banconote in euro, si aprì una fase di doppia circolazione, durata fino al 28 febbraio 2002.

Le vecchie monete e banconote in scellini possono ancora essere cambiate in euro, senza limite di tempo.

Monete[modifica | modifica sorgente]

Ultime monete in circolazione[2][3][4]
Immagine Valore € equiv. Parametri tecnici Descrizione Data di
Diametro Spessore Massa Composizione Bordo Diritto Rovescio prima coniazione decadenza
1 Groschen1 Groschen 1 Groschen 0,07 cent 17 mm 1,8 g 100% zinco liscio titolo dello stato, stemma valore, anno di coniazione 1947 5 aprile 1948
2 Groschen2 Groschen 2 Groschen 0,15 cent 18 mm 0,9 g 98,5% alluminio
1,5% magnesio
stemma titolo dello stato, valore, anno di coniazione 1950 15 luglio 1950
5 Groschen5 Groschen 5 Groschen 0,36 cent 19 mm 2,5 g 100% zinco intaccato titolo dello stato, stemma valore, anno di coniazione 1948 17 giugno 1948
10 Groschen 10 Groschen 0,73 cent 20 mm 1,1 g 98,5% alluminio
1,5% magnesio
liscio stemma valore, anno di coniazione 1951 27 novembre 1951
50 Groschen 50 Groschen 3,63 cent 19,5 mm 3 g 91,5% rame
8,5% alluminio
serrato scudo, titolo dello stato valore, anno di coniazione 1959 1º ottobre 1959
1 Schilling S 1 7,27 cent 22,5 mm 4,2 g liscio titolo dello stato, valore, anno di coniazione fiore di Edelweiss, valore 1959 1º settembre 1959
5 Schilling S 5 36,34 cent 23,5 mm 4,8 g cupronichel1
75% rame
25% nichel
liscio titolo dello stato, horse rider scudo, valore, anno di coniazione 1968 15 gennaio 1969
10 Schilling S 10 72,67 cent 26 mm 6,2 g serrato titolo dello stato, stemma figura femminile, valore, anno di coniazione 1974 17 aprile 1974
20 Schilling20 Schilling S 20 1,45 27,7 mm 8 g cupralluminio
92% rame
6% alluminio
2% nichel
liscio con 19 punti/liscio 2 titolo dello stato, i nove stati dell'Austria valore, anno di coniazione 1980 10 dicembre 1980
20 Schilling S 20 titolo dello stato, valore, scudo, anno di coniazione Vari temi commemorativi 1982
50 Schilling50 Schilling S 50 3,63 26,5 mm
interno: 18,5 mm
8,15 g esterno: cupralluminio (come S 20)
interno: Magnimat 7
liscio titolo dello stato, valore circondato dagli stemmi degli stati dell'Austria Vari temi commemorativi 1996
Queste immagini sono in una scala di 2,5 pixel per millimetro, uno standard di Wikipedia per le monete mondiali. Per altre informazioni vedi tavole monete.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ In realtà nel periodo 1º gennaio 1999 - 28 febbraio 2002 lo scellino rimase in vigore solo come espressione non decimale dell'euro.
  2. ^ (DE) Oesterreichische Nationalbank, Gesamtverzeichnis der Schillingmünzen von 1947 bis 2001 (PDF). URL consultato il 23 ottobre 2006.
  3. ^ Münze Österreich, Coin Catalogue. URL consultato il 23 ottobre 2006.
  4. ^ Oesterreichische Nationalbank, Circulation Coinage. URL consultato il 23 ottobre 2006 (archiviato dall'url originale il 17 marzo 2005).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]