Sauvignon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Grappolo di Sauvignon blanc

Il Sauvignon (chiamato anche Sauvignon blanc) è un vitigno a bacca bianca, proveniente dalla zona francese di Bordeaux. Il nome deriva dalla parola francese sauvage ("selvaggio"), aggettivo dovuto alle sue origini di pianta autoctona del sud-ovest francese[1].

Si tratta di uno dei vitigni a bacca bianca più diffusi nel mondo vitivinicolo, con il quale è possibile produrre vini bianchi freschi con una marcata impronta varietale.

Il vitigno Sauvignon blanc, grazie alla sua capacità di adattamento, è coltivato estensivamente in Francia, Australia, Nuova Zelanda, Sudafrica, California e Sud America[2], con una piccola quota anche in Italia. È impiegato anche nella produzione di uno dei più famosi vini dolci al mondo, il Sauternes.

A seconda del clima, le uve Sauvignon possono dare ai vini sentori erbacei o di frutta fresca. In ogni caso i vini risultanti sono destinati ad un veloce consumo, dato che l'invecchiamento superiore ad un anno non dà effetti migliorativi sulle caratteristiche organolettiche nella maggior parte dei casi. Gli abbinamenti migliori lo vedono accompagnato a piatti di pesce e formaggi.

Viene utilizzato nella Vinoterapia per le sue proprietà calmanti, particolarmente adatto per i massaggi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ K. MacNeil The Wine Bible pg 52 Workman Publishing 2001 ISBN 1-56305-434-5
  2. ^ Wine Lover's Page, "Sauvignon Blanc"

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]