Riserva naturale integrale Tsingy di Namoroka

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Riserva naturale integrale
Tsingy di Namoroka
Réserve naturelle intégrale
Tsingy de Namoroka
Namoroka Tsingy.jpg
Tipo di area Riserva naturale integrale
Class. internaz. IUCN category I A
Stato Madagascar Madagascar
Provincia Mahajanga
Superficie a terra 22.227 ha
Provvedimenti istitutivi 1966
Gestore ANGAP
Mappa di localizzazione: Madagascar
Riserva naturale integrale
Tsingy di Namoroka
Sito istituzionale

Coordinate: 16°28′S 45°20′E / 16.466667°S 45.333333°E-16.466667; 45.333333

La Riserva naturale integrale Tsingy di Namoroka è un'area naturale protetta del Madagascar nord-occidentale (provincia di Mahajanga).

Storia[modifica | modifica sorgente]

Istituito nel 1927 come Parco nazionale Tsingy di Namoroka, l'area è stata nominata Riserva naturale integrale nel 1966.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

L'area protetta sorge 55 km a sud di Soalala ed è caratterizzata da un altopiano carsico dominato dalla presenza degli tsingy, caratteristiche formazioni rocciose calcaree di aspetto a guglia, simili agli Tsingy di Bemaraha, che sorgono 250 km più a sud. L'area comprende quattro piccoli corsi d'acqua permanenti (Ambatofolaka, Mandevy, Andriabe e Ambararata) che danno vita a numerose grotte, laghetti e cascate.[1]

Flora[modifica | modifica sorgente]

Oltre il 50% della riserva è occupato da foresta decidua secca. L'altopiano carsico è coperto da una fitta boscaglia xerofila, dominato da Euphorbia spp. (Euphorbia perrieri), Pachypodium spp. e Adansonia spp., ed è circondato da savana. Lungo i corsi d'acqua sorgono foreste a galleria con predominanza di Pandanus spp.[1]

Fauna[modifica | modifica sorgente]

La riserva ospita otto specie di lemuri: il sifaka di Decken (Propithecus deckenii), il lemure dalla fronte rossa (Eulemur rufus), l'apalemure grigio (Hapalemur griseus), il valuvi forcifero (Phaner furcifer), il lepilemure di Milne-Edwards (Lepilemur edwardsi), il microcebo murino (Microcebus murinus), il chirogaleo medio (Cheirogaleus medius) e l'aye-aye (Daubentonia madagascariensis).[2] Altri mammiferi presenti sono il fossa (Cryptoprocta ferox)[1], il ratto degli tsingy (Eliurus antsingy) e il tenrec toporagno a coda corta (Microgale brevicaudata).[3]

Nella riserva vivono 63 specie di uccelli, 28 delle quali sono endemiche del Madagascar. Tra queste ricordiamo l'asite di Schlegel (Philepitta schlegeli), la rara colomba azzurra del Madagascar (Alectroenas madagascariensis), l'ibis crestato (Lophotibis cristata), la sgarza del Madagascar (Ardeola idae), lo sparviero del Madagascar (Accipiter madagascariensis), il coua gigante (Coua gigas), il coua di Coquerel (Coua coquereli), il coua dalla corona rossiccia (Coua ruficeps), il vanga beccodifalce (Falculea palliata), il tessitore di Sakalava (Ploceus sakalava) e il tuffetto del Madagascar (Tachybaptus pelzelnii).[1]

Tra i rettili meritano una segnalazione l'Acrantophis madagascariensis ed il camaleonte Brookesia bonsi, endemico della riserva[1], mentre tra gli anfibi si annoverano Ptychadena mascareniensis, Laliostoma labrosum, Mantidactylus biporus e Stumpffia spp.[4]

Strutture ricettive[modifica | modifica sorgente]

Nella città di Soalala è presente un ufficio informazioni gestito dall'ANGAP ove è possibile organizzare visite guidate alla riserva.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e Namoroka National Park Factsheet in Birdlife International. URL consultato il 06/06/2011.
  2. ^ Namoroka in Wild Madagascar. URL consultato il 06/06/2011.
  3. ^ Olson L.E. et al., Phylogeography of Microgale brevicaudata (Tenrecidae) and Description of a New Species from Western Madagascar in Journal of Mammalogy 2009; 90(5):1095-1110.
  4. ^ Tsingy de Namoroka in Madagascar National Parks. URL consultato il 06/06/2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Madagascar Portale Madagascar: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Madagascar