Hapalemur griseus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Apalemure grigio
Hgg AGrandidier 2.jpg
Hapalemur griseus
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Mammalia
Sottoclasse Theria
Infraclasse Eutheria
Superordine Euarchontoglires
(clade) Euarchonta
Ordine Primates
Sottordine Strepsirrhini
Infraordine Lemuriformes
Superfamiglia Lemuroidea
Famiglia Lemuridae
Genere Hapalemur
Specie H. griseus
Nomenclatura binomiale
Hapalemur griseus
(Link, 1795)
Sottospecie
  • H. griseus griseus
  • H. griseus meridionalis

L'apalemure grigio o bokombàl o bokombouli (Hapalemur griseus (Link, 1795)) è un primate della famiglia dei Lemuridae, endemico del Madagascar.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

È diffuso nella foresta pluviale del Madagascar orientale, dal massiccio di Tsaratanana a nord sino a Taolanaro (Fort Dauphin) a sud.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Comprende due sottospecie:

H. griseus alaotrensis ed H. griseus occidentalis, in passato inclusi tra le sottospecie, sono oggi considerate come specie a sé stanti (Hapalemur alaotrensis e Hapalemur occidentalis); alcuni ricercatori propongono di classificare come specie a sé stante anche H. griseus meridionalis[senza fonte].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Hanno dimensioni piuttosto ragguardevoli (fino a 70 cm, di cui più di metà spettano alla coda).

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Questi animali, come suggerito dal nome, sono principalmente di colore grigio, anche se il pelo lanoso può presentare disegni rossicci sulla testa: in controluce, il manto presenta un riflesso metallico giallo-zolfo. La testa è rotonda, con occhi piccoli e bruni ed orecchie molto simili a quelle umane, ma celate dal lungo pelo. Hanno zampe più corte in rapporto a quelle degli altri lemuridi: le mani ed i piedi sono ricoperti da una fine peluria fino alla radice delle unghie, che sono a forma di cuore e carenate nel mezzo, sicché terminano in una punta aguzza assai utile per aggrapparsi alle canne. Nel lato interno del polso, presentano un cuscinetto ghiandolare glabro e calloso, che secerne una sostanza oleosa con la quale i maschi sono soliti cospargersi durante il periodo degli accoppiamenti.

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di animali principalmente notturni, estremamente agili nei movimenti anche se dall'aspetto goffo.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Ha una dieta estremamente specializzata: si nutre quasi esclusivamente di germogli, foglie e midollo di bambù gigante (Cathariostachys madagascariensis), o volohosy in malgascio.

Status e conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN red list considera questa specie come a basso rischio di estinzione.

L'apalemure grigio è protetto nel Parco nazionale di Marojejy, nella Riserva naturale integrale di Zahamena, nella Riserva naturale integrale di Betampona, nel Parco nazionale di Andohahela, nella Riserva speciale di Anjanaharibe Sud, nella Riserva speciale di Manombo e nel Parco nazionale di Ranomafana.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]