Cheirogaleus medius

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Chirogaleo medio
Cheirogaleus medius
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
(clade) Euarchonta
Ordine Primates
Sottordine Strepsirrhini
Infraordine Lemuriformes
Superfamiglia Cheirogaleoidea
Famiglia Cheirogaleidae
Genere Cheirogaleus
Specie C. medius
Nomenclatura binomiale
Cheirogaleus medius
E. Geoffroy, 1812

Il chirogaleo medio o chirogaleo dalla coda grossa (Cheirogaleus medius E. Geoffroy, 1812) è un lemure di piccola taglia appartenente alla famiglia dei Chirogaleidi.

Dimensioni e aspetto[modifica | modifica sorgente]

Ha all'incirca le dimensioni di un piccolo ratto.

Ha una folta pelliccia, di colore bruno-rossastra o grigiastra sul dorso, bianca sul ventre.

Gli occhi sono grandi e circondati da una striscia di pelo più scuro.

Biologia e comportamento[modifica | modifica sorgente]

È un animale arboricolo, notturno e solitario.

Si nutre di frutta, fiori e occasionalmente di piccoli insetti.

Un recente studio (Dausmann et al, 2004) ha dimostrato che, unico fra i primati tropicali, C. medius va in ibernazione nonostante le temperature invernali dell'areale in cui vive rimangano medio-alte. È probabile che piuttosto che per evitare il freddo, l'animale si iberni per evitare la disidratazione, visto che l'inverno malgascio è spesso accompagnato da periodi di siccità.

Durante l'ibernazione, l'animale non controlla la sua temperatura corporea: si affida perciò al grado d'isolamento in cui si trova il cunicolo od il buco che ha eletto a tana.

Come molti suoi congeneri, è in grado di immagazzinare lipidi nella coda, e di utilizzarli come riserva di energia durante il letargo.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

L'accoppiamento avviene in novembre. Dopo una gestazione di 61-64 giorni la femmina dà alla luce da 1 a 4 piccoli.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Come tutti i lemuri è endemico del Madagascar. È diffuso nella zona occidentale e meridionale dell'isola.

Il suo habitat naturale è costituito dalla foresta spinosa. È possibile osservarlo all'interno del Parco nazionale dell'Isalo.

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN considera questa specie a basso rischio di estinzione.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Ganzhorn, J. & Members of the Primate Specialist Group 2000, Cheirogaleus medius in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]