Reptiliomorpha

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Reptiliomorpha
ChroniosuchusDB126.jpg
Ricostruzione di Chroniosuchus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Tetrapoda
(Clade) Reptiliomorpha
(Säve-Södebergh, 1934)
Ordine

Con il termine rettiliomorfi (Reptiliomorpha) si intendono tutti i vertebrati simili ai rettili, oppure gli amnioti e i tetrapodi strettamente imparentati.

Definizione[modifica | modifica wikitesto]

Il nome Reptiliomorpha fu coniato da Gunnar Säve-Söderbergh per designare vari gruppi di anfibi labirintodonti del tardo Paleozoico. Il termine, che significa "simili a rettili", fu in breve tempo accantonato in favore di Anthracosauria, coniato da Alfred Sherwood Romer e rimasto in vigore fino ad anni recenti.

Nel 1956, in ogni caso, Friedrich von Huene incluse nel superordine dei rettiliomorfi vari rettili anapsidi e anfibi. Nel gruppo vennero inclusi così i seguenti ordini: 1. Anthracosauria, 2. Seymouriamorpha, 3. Microsauria, 4. Diadectomorpha, 5. Procolophonia, 6. Pareiasauria, 7. Captorhinidia, 8. Testudinata.

Nel 1997 il superordine fu adattato in senso cladistico e conseguentemente reso gruppo gemello dei Batrachomorpha. Più recentemente, il superordine è stato riadattato; è da notare il fatto che al suo interno siano compresi rettili e mammiferi ma non gli anfibi veri e propri.

Evoluzione[modifica | modifica wikitesto]

Durante il Carbonifero ed il Permiano, i tetrapodi andarono incontro ad un'evoluzione esplosiva che portò ad un estremo ad animali come Archeria o Eogyrinus, con piccole zampe e corpo serpentiforme, all'altro animali come Seymouria, Limnoscelis o Diadectes, che somigliavano talmente a dei rettili da essere stati per molto tempo inclusi fra i sauropsidi. GIà a metà del Permiano le forme terrestri si erano tutte estinte, mentre le forme acquatiche prosperarono fino alla fine di questo periodo, anzi, i croniosuchidi sopravvissero all'estinzione di massa del Permiano, estinguendosi solo all'inizio del Triassico. In seguito, a prosperare fino a dominare il mondo sarà un ramo dei Reptiliomorpha: gli Amniota.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

La prima classificazione di questi animali fu fatta da Laurin & Reisz nel 1997:

Superclasse Tetrapoda

Amniota

Bibliografia e collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Benton, M. J. (2000), Vertebrate Paleontology, 2nd Ed. Blackwell Science Ltd 3rd ed. 2004 - see also taxonomic hierarchy of the vertebrates, according to Benton 2004
  • Carroll, R. L., 1988: Vertebrate paleontology and evolution. W. H. Freeman and company, New York
  • Laurin, M. & Reisz, R. R., (1997): A new perspective on tetrapod phylogeny. 9-59 in Sumida, S. S. & Martin, K. L. M., 1997: Amniote origins: Completing the trasition to Land Academic Press, San Diego
  • Marjanovic, David, (2002) Re: thoughts on which nodes to name Dinosaur Mailing List
  • Mikko's Phylogeny Reptiliomorpha - after Laurin & Reisz, 1997;after Paton, Smithson, & Clack, 1999
  • Palaeos Reptilomorpha
  • Säve-Söderbergh, G. (1934). Some points of view concerning the evolution of the vertebrates and the classification of this group. Arkiv för Zoologi, 26A, 1-20.
  • Second circular of the first International Phylogenetic Nomenclature Meeting 2003
  • Systema Naturae 2000 / Classification Superorder Reptiliomorpha
  • Von Huene, F., 1956, Paläontologie und Phylogenie der niederen Tetrapoden, G. Fischer, Jena.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

animali Portale Animali: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di animali