Teleostomi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Teleostomi
Bluefin-big.jpg
Il tonno pinnablu settentrionale
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Clade Teleostomi
C. L. Bonaparte, 1836
Classi e Cladi

Acanthodii
Euteleostomi

I Teleostomi sono un clade di Gnatostomi che comprende i Tetrapodi, gli Osteitti e gli ormai estinti Acantodi. Tra i caratteri chiave di questo gruppo ricordiamo la presenza di un opercolo e di un'unica coppia di aperture respiratorie, tutti aspetti che verranno persi o modificati in alcuni rappresentanti del raggruppamento. I Teleostomi comprendono tutti gli Gnatostomi a eccezione dei Condritti e dei Placodermi.

Il clade dei Teleostomi (bocche [stoma] complete [teleos]) non va assolutamente confuso con quello dei Teleostei (completamente [teleos] ossei [oston]), che, malgrado la pronuncia molto simile, è un raggruppamento di pesci raggiati.

Tassonomia e filogenesi[modifica | modifica sorgente]

Subphylum Vertebrata
├─(unranked) Gnathostomatomorpha
└─Infraphylum Gnathostomata
      ├─Classe Placodermi - estinti (Gnatostomi corazzati)
      └Microphylum Eugnathostomata (Vertebrati con vere mascelle)
         ├─Classe Chondrichthyes (pesci cartilaginei)
         └─(unranked) Teleostomi (Acanthodii e Osteichthyes)
             ├─Classe Acanthodii - estinti ("squali spinosi")
             ├Superclasse Osteichthyes (pesci ossei)
             ├   ├─Classe Actinopterygii (pesci dalle pinne raggiate)
             ├   └─Classe Sarcopterygii (pesci dalle pinne lobate)
             └Superclasse Tetrapoda
                 ├─Classe Amphibia (Anfibi)
                 └(unranked) Amniote (creature con uovo amniotico)
                     ├─Classe Sauropsida (Rettili o Sauropsidi)
                     ├   └─Classe Aves (Uccelli)
                     └─Class Synapsida
                         └─Class Mammalia (Mammiferi)
 
Nota: le linee mostrano le relazioni evolutive.

Origini[modifica | modifica sorgente]

Le origini dei Teleostomi sono oscure, ma i loro primi fossili conosciuti sono degli Acantodi ("squali spinosi") del Tardo Ordoviciano. Gli attuali Teleostomi costituiscono il clade degli Euteleostomi, che comprende tutti gli Osteitti e i Tetrapodi. Sebbene gli Acantodi si estinsero alla fine del Permiano, gli Euteleostomi continuarono a svilupparsi, tanto che al giorno d'oggi comprendono il 99% di tutti i Vertebrati.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica sorgente]

I Teleostomi presentano due adattamenti principali che consentono loro la respirazione acquatica. Innanzitutto, i primi Teleostomi svilupparono una sorta di opercolo, che però non era costituito da un unico pezzo come nei pesci attuali. Lo sviluppo di un'unica apertura respiratoria sembra essere già stato un passo evolutivo importante. Inoltre, i Teleostomi hanno sviluppato una vescica natatoria e la capacità di utilizzare l'ossigeno atmosferico, anche se agli inizi soltanto per il galleggiamento. La funzione principale della vescica natatoria è quella di conferire al pesce un galleggiamento neutro. Successivamente, nei Tetrapodi, questo organo si evolverà e si modificherà nei polmoni.

Gli Acantodi, così come gli Acantopterigi, mostrano la presenza di tre otoliti, la sagitta nel sacculo, l'asterisco nella lagena e il lapillo nell'utricolo. Nei dipnoi sono presenti soltanto due otoliti e in Latimeria solo uno[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Joseph, S. Nelson, Fishes of the World, John Wiley & Sons, Inc., 2006, ISBN 0471250317.


Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]