Redneck

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Foto del 1936 di tre Redneck dell'Alabama in mezzadria

Il termine redneck viene utilizzato in modo dispregiativo, per indicare un abitante di etnia caucasica (bianco) degli stati meridionali degli Stati Uniti d'America, appartenente alla fascia economica medio-bassa della società.

La traduzione letterale di redneck è "collo rosso", indica letteralmente la nuca scottata dall'esposizione al sole dovuta al lavoro nei campi ai quali i rednecks sono generalmente sottoposti, ed è quindi sinonimo di contadino.

Lo stereotipo vuole che il redneck abiti in camper o in baite, che siano conservatori (repubblicani) e razzisti. Altri luoghi comuni vogliono che il redneck sia rozzo e ignorante, intollerante verso temi come religione, sesso e politica, appassionato in modo feticistico di motori, spesso ubriaco (con la grappa fatta in casa), sdentato e talvolta incestuoso.

Tali stereotipi sono largamente usati (in tono più o meno scherzoso) nella cultura popolare degli USA: la figura dello zoticone del sud appare frequentemente in film, serie TV e videogiochi (The Simpsons, South Park, The Boondocks, Grand Theft Auto: V ) e nelle battute dei comici (Bill Hicks).

Lester Krinklesac del Cleveland Show incarna perfettamente la figura del "redneck". anche nella serie animata "Brickleberry" possiamo trovare esempi di tipici redneck. Ne I Simpson il redneck è rappresentato dalla famiglia di Cletus e Brandine Spuckler, che però sono più simili ai cosiddetti "Hillbilly", cioè "montanari, campagnoli".

Nel doppiaggio italiano il termine è spesso tradotto come "bifolco del Sud".