Privateering

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Privateering
Artista Mark Knopfler
Tipo album Studio
Pubblicazione 3 settembre 2012
Durata 90 min : 07 s
Dischi 2
Tracce 20
Genere Roots rock
Blues rock
Celtic rock
Folk rock
Etichetta Mercury Records
Produttore Mark Knopfler, Guy Fletcher e Chuck Ainlay
Registrazione British Grove Studios (Londra), 2011-2012
Formati CD, LP
Mark Knopfler - cronologia
Album precedente
(2009)
Album successivo

Privateering è il settimo album discografico del cantautore e chitarrista britannico Mark Knopfler, pubblicato il 3 settembre 2012 dalla Mercury Records. Il disco è un doppio album di inediti ed è stato registrato al British Grove Studios.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Tutti i brani sono di Mark Knopfler ad eccezione di Miss You Blues (testo di Mark Knopfler, musica tratta dalla melodia tradizionale Deep Blue Sea e arrangiata da Mark Knopfler).

Disco 1[modifica | modifica wikitesto]

  1. Redbud Tree – 3:19
  2. Haul Away – 4:01
  3. Don't Forget Your Hat – 5:15
  4. Privateering – 6:19
  5. Miss You Blues – 4:18
  6. Corned Beef City – 3:32
  7. Go, Love – 4:52
  8. Hot or What – 4:54
  9. Yon Two Crows – 4:26
  10. Seattle – 4:17

Disco 2[modifica | modifica wikitesto]

  1. Kingdom of Gold – 5:22
  2. Got to Have Something – 4:01
  3. Radio City Serenade – 5:13
  4. I Used to Could – 3:36
  5. Gator Blood – 4:15
  6. Bluebird – 3:27
  7. Dream of the Drowned Submariner – 4:57
  8. Blood and Water – 5:19
  9. Today Is Okay – 4:45
  10. After the Beanstalk – 3:54

Musicisti[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Privateering ha raggiunto la prima posizione in Austria, Olanda, Germania e Norvegia, la seconda in Svizzera, Danimarca, Italia e Spagna, la terza in Nuova Zelanda, la settima in Finlandia, l'ottava nel Regno Unito e la decima in Francia.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Andrea Del Castello, Mark Knopfler. Il crogiolo dei generi culturali, Lanciano, Move Editore, 2005, ISBN non esistente.
  • Ezio Guaitamacchi, 1000 canzoni che ci hanno cambiato la vita, Milano, Rizzoli, 2009, ISBN 978-88-17-03392-3.
  • (EN) Clinton Heylin, Bob Dylan: Behind the Shades Revisited, New York, HarperCollins, 2003, ISBN 0-06-052569-X.
  • Colin Irwin, Dire Straits, Bresso, Gruppo Editoriale Futura, 1994, ISBN 1-85797-584-7.
  • Giulio Nannini, Mauro Ronconi, Le canzoni dei Dire Straits, Milano, Editori Riuniti, 2003, ISBN 88-359-5319-7.
  • (EN) Michael Oldfield, Dire Straits, Londra, Sidgwick & Jackson, 1984, ISBN 0-283-98995-5.
  • Giancarlo Passarella, Dire Straits – Solid Rock, Bresso, Music Makers, 2000, ISBN 88-86129-02-5.
  • Giancarlo Passarella, Manuali rock: Dire Straits – Storie e interviste, Roma, Arcana editrice, 1994, ISBN 88-7966-042-X.
  • Betty Shapiro, Dire Straits – Studio su testi e musiche, Milano, Kaos Edizioni, 1989, ISBN non esistente.
  • Alessandra Ziliani, Dire Straits & rock-poesia, Milano, Arti grafiche AGEL, 1982. ISBN non esistente.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock