Ponte della Priula

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ponte della Priula
frazione
Il tempio votivo
Il tempio votivo
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Veneto-Stemma.png Veneto
Provincia Provincia di Treviso-Stemma.png Treviso
Comune Susegana-Stemma.png Susegana
Territorio
Coordinate 45°49′21″N 12°15′14″E / 45.8225°N 12.253889°E45.8225; 12.253889 (Ponte della Priula)Coordinate: 45°49′21″N 12°15′14″E / 45.8225°N 12.253889°E45.8225; 12.253889 (Ponte della Priula)
Altitudine 66[1] m s.l.m.
Abitanti 4 081[2]
Altre informazioni
Cod. postale 31010
Prefisso 0438
Fuso orario UTC+1
Patrono san Carlo Borromeo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Ponte della Priula

Ponte della Priula è una frazione del comune di Susegana, in provincia di Treviso.

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

Ponte della Priula si estende all'estremità sud-ovest del comune di Susegana, in un'area pianeggiante sulla riva sinistra del Piave.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Sin dall'epoca romana questa zona ha rappresentato un punto nevralgico nei collegamenti stradali. Si ritiene che il ponte della Priula abbia quindi origini antichissime e vide il passaggio di numerosi eserciti invasori. Un tempo costruito in legno, fu distrutto e ricostruito più volte e venne bruciato dai Francesi nel 1807. Solo ai primi del Novecento fu rifatto in pietra e cemento. Gli ultimi gravi danneggiamenti risalgono alla Grande Guerra.

L'appellativo "della Priula" si riferisce ai patrizi veneziani Priuli[3].

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Il tempio votivo[modifica | modifica sorgente]

Il Tempio Votivo alla fraternità Europea dedicato ai caduti di tutte le guerre fu progettato a partire dal 1934 e solennemente inaugurato nel 1983; sul suo campanile troneggia la famosa campana denominata Ave Plavis, donata per l'occasione dai Ragazzi del '99 (combattenti della Prima Guerra Mondiale).
L'edificio ha una cripta, nella quale sono custodite le spoglie dei soldati di ognuna delle nazioni che combatterono nella Grande Guerra.

Il capitello della Beata Laura Vicuña[modifica | modifica sorgente]

Struttura votiva risalente al 1991, il capitello costruito in segno di devozione a Laura Vicuña è simbolo di un culto nascente.
La forma dell'edificio è quella di un tabernacolo con architrave in legno: la cavità contiene una pittura e delle formelle, i cui bassorilievi rappresentano scene sacre legate alla beata cilena.

Il Piave[modifica | modifica sorgente]

Il Piave verso Ponte della Priula (veduta da sud)

A Ponte della Priula il fiume Piave è attraversato da due ponti, uno ferroviario e uno stradale.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Piave.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica sorgente]

Strade[modifica | modifica sorgente]

Ferrovia[modifica | modifica sorgente]

Ha sede nella frazione la stazione ferroviaria di Susegana, sulla linea Venezia – Udine. Il ponte ferroviario che attraversa il Piave è pochi metri a sud del ponte della Statale 13.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Fonte: ISTAT.
  2. ^ In assenza di dati ufficiali precisi, si è fatto riferimento alla popolazione della parrocchia locale, reperibile nel sito della CEI.
  3. ^ Turismo Treviso - Ponte della Priula sul fiume Piave.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Veneto Portale Veneto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Veneto