Personaggi di Downton Abbey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Downton Abbey.

Questa voce contiene un elenco dei personaggi presenti nella serie televisiva Downton Abbey.

Personaggi principali[modifica | modifica sorgente]

Famiglia Crawley[modifica | modifica sorgente]

Robert Crawley[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Hugh Bonneville, doppiato da Luca Biagini. Il quarto conte di Grantham e capo della famiglia Crawley, nonostante il titolo nobiliare e la fermezza, è un uomo molto mite e affabile, e provvede alle sorti del suo casato cercando sempre di intraprendere la scelta più giusta. Nel 1889 ha sposato Cora, un'ereditiera americana, principalmente per i suoi soldi, finendo poi per innamorarsene veramente. Nella prima stagione, nonostante sia sollecitato a fare in modo che sia Mary a ereditare Downton Abbey, rifiuta in virtù del suo lignaggio di conte, che è vincolato a mantenere l'unità della proprietà ed il benessere della comunità che da essa trae sostentamento. Nella seconda stagione ha una breve relazione con la domestica Jane.

Cora Crawley[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Elizabeth McGovern, doppiata da Anna Cesareni. La contessa di Grantham, è la moglie del conte e ha un fratello di nome Harold. Figlia di Martha Levinson, multimilionaria di Cincinnati, arriva in Inghilterra dall'America nel 1888, all'età di 20 anni, sposando Robert Crawley l'anno successivo. Essendo originaria dagli Stati Uniti, il suo matrimonio scatenò non poche polemiche da parte della famiglia del marito, e le sue idee ed opinioni sono spesso messe in discussione da Lady Violet. È una donna dal temperamento affabile e gioviale. Nella prima stagione rimane incinta, ma abortisce in seguito a una caduta.

Mary Josephine Crawley[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Michelle Dockery, doppiata da Benedetta Degli Innocenti. La figlia maggiore dei conti di Grantham è nata nel 1891[1]. Mary è una giovane avvenente, intelligente e ambiziosa, dotata di un certo, anche piuttosto presuntuoso, edonismo, nonché la figlia sulla quale i genitori ripongono maggiormente la speranza di un matrimonio facoltoso. Pur ostentando un comportamento rigido e freddo, desidera, inconsciamente, un uomo che possa amare davvero. Nella prima stagione passa una notte con Kemal Pamuk, un diplomatico turco che muore nel letto di Mary a causa di un attacco cardiaco. Nonostante l'attrito iniziale, la ragazza s'innamora in seguito di Matthew, ma alla fine rifiuta la sua proposta di matrimonio anche a causa dell'intervento della zia Rosamund. Nella seconda stagione, Mary si fidanza con Richard Carlisle, che poi lascia, accettando invece di sposare Matthew.

Edith Crawley[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Laura Carmichael, doppiata da Paola Majano. La secondogenita dei conti di Grantham è nata nel 1892 [1]. Di natura sarcastica e di aspetto ordinario, vive nell'ombra della sorella maggiore, con la quale ha un rapporto conflittuale. A differenza di Mary, Edith è meno intransigente e pretenziosa, e cerca disperatamente l'amore che possa renderla felice e riscattarla dal suo stato di "figlia dimenticata". Nella prima stagione cerca di conquistare Matthew, senza successo, e rivela all'ambasciata turca quello che è successo tra la sorella maggiore e Kemal Pamuk. Viene poi corteggiata da sir Anthony Strallan, che però rinuncia a chiedere la sua mano per colpa di Mary.

Sybil Crawley[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Jessica Brown-Findlay, doppiata da Maria Letizia Scifoni. La figlia minore dei conti di Grantham è nata nel 1895[1]. È una ragazza timida e discreta con un innato senso della giustizia e un carattere ribelle. Non cerca, come le sorelle, il miglior partito o un grande matrimonio, avendo una visione molto più semplice e romantica dell' amore. Nella prima stagione s'interessa all'attivismo politico, essendo una fervente sostenitrice dei diritti del popolo e delle donne, nonostante il parere contrario della famiglia e, soprattutto, del padre; nella seconda stagione, supportata dalla cugina Isobel, segue un corso da infermiera. Durante la guerra assiste prima i feriti nell'ospedale del paese poi a casa, quando Downton viene temporaneamente trasformata in un convalescenziario. Finita la guerra e stanca della vita aristocratica accetta di trasferirsi a Dublino e sposare Branson. Muore dando alla luce una bambina nel 1920.

Violet Crawley[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Maggie Smith, doppiata da Paola Mannoni. La contessa madre di Grantham, è la madre di Robert e la nolente suocera di Cora. Orgogliosa e leale nei confronti del figlio, possiede un carattere sarcastico e competitivo, che la porta a nutrire una particolare ostilità nei confronti di Isobel, una delle poche persone ad affrontarla apertamente. Nella prima stagione spera che Mary possa ereditare Downton Abbey sposando Matthew e inizialmente non sopporta i nuovi arrivati in quanto li ritiene degli intrusi venuti ad appropriarsi del patrimonio e incapaci di gestirlo.

Matthew Crawley[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Dan Stevens, doppiato da Alessio Cigliano. Il cugino di terzo grado del conte, è avvocato di diritto societario a Manchester. Nella prima stagione diventa il nuovo erede del titolo e della proprietà di Downton Abbey: essendo però cresciuto in un contesto sociale modesto e borghese, trova molta difficoltà ad adattarsi allo stile di vita opulento e sedentario dell'aristocrazia, che considera assurdo e ridicolo. S'innamora di Mary, che però rifiuta la sua proposta di matrimonio. Nella seconda stagione si fidanza con Lavinia Swire e serve in guerra come ufficiale, prendendo William come attendente. Durante la guerra riescono più volte a far ritorno incolumi, ma poi, poco prima che il conflitto finisca, vengono colpiti da una granata: Matthew, perso l'uso delle gambe, rimane su una sedia a rotelle e non può più avere figli, ma lentamente si riprende dal trauma e torna ad una vita normale. Lavinia, però, muore d'influenza spagnola: Matthew si sente in colpa, credendo che si sia abbandonata alla malattia dopo aver visto lui e Mary che si baciavano, e fa quindi il voto di essere infelice per il resto della vita. Qualche mese dopo, però, chiede a Mary di sposarlo e lei accetta.

Isobel Crawley[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Penelope Wilton, doppiata da Lorenza Biella. La madre di Matthew, del quale va molto fiera, è figlia del dottore John Turnbull e ha un fratello di nome Edward[1]. Il marito, ora defunto, praticava nello studio di suo padre. Nella prima stagione diventa co-presidentessa dell'ospedale insieme a Violet e nella seconda si occupa dei feriti di guerra. Conclusa la guerra, Cora le trova un'occupazione caritatevole in Francia per allontanarla da Downton, dove fa ritorno solo per l'infermità del figlio. Nella terza stagione apre una casa a York per occuparsi delle prostitute.

Tom Branson[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Allen Leech, doppiato da Stefano Crescentini e Luca Mannocci (dall'ep. 2x04). Un ragazzo irlandese con idee politiche socialiste, nella prima stagione viene assunto come nuovo autista e avvicina Sybil all'attivismo politico. Nella seconda stagione chiede a Sybil di sposarlo e trova lavoro a Dublino come giornalista, ma è solo dopo molte difficoltà che riesce a farsi accettare da Robert.

Servitù[modifica | modifica sorgente]

Charles Carson[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Jim Carter, doppiato da Paolo Marchese. È il maggiordomo di Downton Abbey, dove lavora fin da quando era un ragazzo e ha nostalgia dei tempi andati. Estremamente preciso e professionale, dimostra di essere attaccatto all'etichetta più della stessa aristocrazia. Da giovane è stato un attore e cerca di nascondere a tutti i costi questo aspetto infamante del suo passato. Vuole molto bene a Mary, che considera una figlia, e nella seconda stagione è disposto a seguirla nella sua nuova dimora, ma desiste dal suo proposito accortosi della pessima condotta del futuro marito di Mary, Richard Carlisle.

Elsie Hughes[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Phyllis Logan, doppiata da Antonella Giannini. È la capo governante e si occupa della casa e delle domestiche. Una donna gentile, ma dura, è l'unica capace di tenere testa a Carson, con il quale ha un rapporto di stima e amicizia. Nella prima stagione riceve la visita di un suo ex spasimante che le chiede di sposarlo, ma lei rifiuta la proposta per timore di dover lasciare il servizio a Downton. Nella terza stagione teme di avere un cancro perché le trovano un nodulo al seno, ma si rivela essere benigno.

John Bates[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Brendan Coyle, doppiato da Massimo Rossi. Ha conosciuto Robert Crawley durante la guerra boera, nel corso della quale ha riportato una ferita che lo ha reso zoppo. Nella prima stagione viene assunto come valletto ed è molto grato al conte per la possibilità che gli è stata data. Tenta di risolvere il suo problema con un correttore di zoppia, che gli causa terribili sofferenze e con l'aiuto della signora Huges si libera dello strumento di tortura e accetta la sua condizione; s'innamora anche di Anna. Nella seconda stagione chiede il divorzio dalla moglie Vera, che però si rifiuta e minaccia di raccontare ai giornali il segreto di Mary, distruggendo così la serenità di Downton. Per questo motivo Bates lascia il servizio alla tenuta per andarsene con lei, cominciando a lavorare in un pub. Quando la moglie muore sposa Anna, ma viene arrestato per l'omicidio di Vera e condannato prima all'impiccagione, poi all'ergastolo.

Sarah O'Brien[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Siobhan Finneran, doppiata da Anita Bartolucci. È la guardinga e maligna cameriera personale della contessa, e non accetta la supremazia di Carson e Mrs Hughes. Unica alleata di Thomas complotta contro Bates sin dal suo arrivo ed è la causa dell'aborto di Cora.

Anna May Smith[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Joanne Froggatt, doppiata da Francesca Manicone. Capo cameriera, si occupa delle figlie del conte. Intelligente e piena di risorse, è generalmente apprezzata. Nella prima stagione sostiene il signor Bates sin dall'inizio e s'innamora di lui, sposandolo nella seconda stagione. Nella terza stagione viene promossa a cameriera personale di Mary.

Thomas Barrow[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Rob James-Collier, doppiato da Alessandro Quarta (stagione 1) e Riccardo Rossi (stagione 2). Il primo cameriere, pensa di essere migliore degli altri. Arrogante e ladro, vuole diventare un valletto e per questo si avvicina ad ogni ospite ricco di Downton per sapere se c'è un posto libero che gli permetta di lasciare la tenuta. Nella prima stagione, per far dispetto a William, corteggia Daisy e in seguito si licenzia per fare un addestramento nella sanità militare in vista della guerra. Nella seconda stagione si fa ferire apposta per lasciare il fronte e torna a Downton Abbey ad occuparsi dei feriti; finita la guerra, si mette nel mercato nero, ma viene truffato perdendo tutti i sui risparmi. Per sopravvivere torna a fare il cameriere e nella terza stagione viene promosso a valletto di Robert in seguito all'arresto di Bates.

William Mason[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Thomas Howes, doppiato da Davide Albano. Il secondo cameriere, viene spesso sfruttato e maltrattato da Thomas per la sua ingenuità. È innamorato di Daisy. Nella seconda stagione va in guerra, spinto da un fortissimo senso dell'onore. Diventa attendente personale di Matthew, ma viene colpito da una granata e, poco prima di morire, sposa Daisy.

Gwen Dawson[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Rose Leslie, doppiata da Benedetta Ponticelli. Lavora come domestica, ma vuole diventare segretaria: questa sua natura un po' ribelle le fa stringere amicizia con Lady Sybil, che la aiuta a seguire un corso di stenografia e le trova un posto come segretaria.

Beryl Patmore[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Lesley Nicol, doppiata da Aurora Cancian. È la cuoca di Downton. Nella prima stagione ha un forte calo della vista e viene accompagnata a Londra da Anna per subire un intervento agli occhi. Nella seconda stagione scopre con grande dolore la morte del nipote, arruolato nell'esercito e fucilato per codardia. Si affeziona moltissimo a William, spingendo per il suo matrimonio con Daisy, e viene nuovamente colpita dalla morta del giovane.

Daisy Robinson[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Sophie McShera, doppiata da Emanuela Damasio. Una sguattera della cucina, ha altri undici fratelli e sorelle. È piuttosto ingenua ed imbranata, e si lascia condizionare spesso da Thomas e la O'Brien. Nella prima stagione accetta la corte di Thomas, capendo poi che lui non è davvero interessato. Nella seconda stagione fa credere a William di essere innamorata di lui e lo sposa prima che il ragazzo muoia. Ha forti sensi di colpa per aver ingannato William e si rifiuta di accettare la pensione di vedova di guerra. Nella terza stagione s'innamora di Alfred e diventa aiuto cuoca.

Joseph Molesley[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Kevin Doyle, doppiato da Gianni Bersanetti. È il maggiordomo e domestico di Matthew Crawley. All'inizio della prima stagione Matthew non gli permette di svolgere i suoi compiti, facendo tutto da solo, ma poi accetta che Molesley gli dia una mano a vestirsi. Nella seconda stagione s'innamora di Anna, che lo rifiuta. Grazie all'intercessione di Violet viene riformato dall'esercito e torna saltuariamente a Downton per aiutare nei momenti di maggior bisogno.

Ethel Parks[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Amy Nuttall, doppiata da Angela Brusa. Lavora come domestica a Downton in sostituzione di Gwen. Mostra apertamente la sua insofferenza alla condizione di cameriera, guadagnandosi l'antipatia di tutti i domestici e numerosi dispetti da parte della O'Brien. Viene licenziata dopo essere stata sorpresa a letto con il maggiore Bryant, ricoverato a Downton. Rimane incinta dell'uomo, che però non vuole riconoscere il bambino; alla morte del maggiore, i genitori di lui le chiedono di lasciare a loro il piccolo Charlie e uscire dalla vita del bambino, ma lei rifiuta. Nella terza stagione, essendo diventata una prostituta, lascia Charlie ai nonni per fargli avere una vita migliore.

Alfred Nugent[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Matt Milne, doppiato da Emiliano Coltorti. È il nuovo primo cameriere, nipote della signorina O'Brien, che diventa presto vittima delle cattiverie di Thomas. È un ragazzo timido e molto alto, che spesso compie errori.

James "Jimmy" Kent[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Ed Speleers, doppiato da Gabriele Sabatini. È il nuovo secondo cameriere, un ragazzo affascinante che attira l'attenzione delle domestiche e di Thomas. Il padre è morto in guerra, mentre la madre per l'influenza spagnola.

Ivy Stuart[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Cara Theobold, doppiata da Chiara Gioncardi. È la nuova sguattera di cucina, che incontra l'ostilità di Daisy perché viene corteggiata da Alfred. Ha un debole per Jimmy.

Altri personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Mrs. Bird (stagioni 1-in corso), interpretata da Christine Lohr.
    È la cuoca di Matthew Crawley. Nella prima stagione sostituisce brevemente Beryl Patmore mentre quest'ultima è a Londra. Nella seconda stagione, nel periodo in cui Isobel è in Francia, decide di aprire la mensa di casa ai poveri reduci di guerra. Viene aiutata segretamente dalla signora Patmore e da Daisy, che le portano una parte delle provviste destinate al convalescenziario di Downton. La O'Brien le denuncia a Cora che, invece di infuriarsi, partecipa felicemente al progetto.
  • Lady Rosamund Painswick (stagione 1-in corso), interpretata da Samantha Bond, doppiata da Daniela Nobili.
    L'unica sorella di Robert, è la vedova del ricco banchiere Marmaduke Painswick. Nonostante un press release affermasse l'esistenza di due figli, Cyril e Lavinia, in realtà non ne ha mai avuti, come detto da Edith nell'episodio speciale di Natale della quarta stagione. Esprime sempre la sua opinione su ogni cosa.
  • Sir Anthony Strallan (stagioni 1-in corso), interpretato da Robert Bathurst.
    È un amico dei Crawley e nella prima stagione corteggia Edith. A causa di un proiettile che l'ha colpito durante la Prima guerra mondiale, nella seconda stagione perde l'uso del braccio destro.
Zoe Boyle
  • Lavinia Swire (stagione 2), interpretata da Zoe Boyle, doppiata da Chiara Gioncardi.
    L'unica figlia dell'avvocato londinese Reggie Swire, sua madre è morta. È la fidanzata di Matthew, che ama profondamente. Rifiuta di abbandonarlo nonostante la sua invalidità, decidendo di sposarlo comunque. Muore inaspettatamente d'influenza spagnola pochi giorni prima del matrimonio, che i coniugi Crawley avevano accettato di celebrare a Downton Abbey.
  • Sir Richard Carlisle (stagione 2), interpretato da Iain Glen, doppiato da Francesco Prando.
    Appartenente alla nuova società, è il proprietario di un giornale e il fidanzato di Mary. Si dimostra un uomo crudele e senza scrupoli, che usa la minaccia dello scandalo per ricattare Mary e spingerla al matrimonio. Cerca di rubare Carson al servizio a Downton Abbey e tenta di comprare la complicità di Anna, ma fallisce. Alla fine della seconda stagione Mary lo lascia.
  • Henry Lang (stagione 2), interpretato da Cal Macaninch, doppiato da Teo Bellia.
    È il valletto di Lord Grantham e sostituisce Bates nella seconda stagione. Ex soldato, soffre di psicosi da bombardamento e, dopo un attacco isterico, viene licenziato.
  • Jane Moorsum (stagione 2), interpretata da Clare Calbraith, doppiata da Barbara De Bortoli.
    Viene assunta come domestica dopo il licenziamento di Ethel. È una vedova di guerra e ha un figlio di dodici anni. Innamoratasi di Robert, si licenzia per non turbare la vita dei Crawley.
  • Martha Levinson (stagione 3), interpretata da Shirley MacLaine, doppiata da Maria Pia Di Meo.
    È la madre americana di Cora, e ha un altro figlio di nome Harold.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d Downton Abbey - Sceneggiatura completa della prima stagione, di Julian Fellowes, Neri Pozza Editore.
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione