Partenavia P.68

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Partenavia P.68
Partenavia AP.68TP-600 Viator
Partenavia AP.68TP-600 Viator
Descrizione
Tipo aereo da turismo
Equipaggio 1
Progettista Luigi Pascale
Costruttore Italia Partenavia
Data primo volo 1970
Data entrata in servizio 1972
Esemplari più di 430
Dimensioni e pesi
Lunghezza 9,55 m
Apertura alare 12 m
Superficie alare 18,6
Passeggeri 6
Propulsione
Motore 2 Lycoming IO-360 da 200 CV
Prestazioni
Velocità max 322 km/h
Velocità di crociera 298 km/h
Autonomia 2.122 km

[senza fonte]

voci di aerei civili presenti su Wikipedia


Il Partenavia P.68 è un aereo da turismo e da osservazione, monoplano, bimotore, progettato dal professor Luigi Pascale alla fine degli anni '60 e prodotto prima dalla Partenavia e poi, dopo la chiusura di quest'ultima, dalla Vulcanair.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Il prototipo fu costruito nello stabilimento Partenavia di Arzano e fece il primo volo il 25 maggio 1970. Era equipaggiato con due motori a pistoni Lycoming IO-360 da 200 CV (149 kW). La produzione del P.68 ebbe inizio nel 1972 con 14 esemplari di pre-produzione nei nuovi impianti di Casoria. Questi furono seguiti nel 1974 dal P.68B con la fusoliera allungata di 15,2 cm (6 pollici) per creare più spazio nella cabina di pilotaggio e che fu a sua volta sostituito nel 1979 dalla versione P.68C che aveva un naso allungato per ospitare un radar meteorologico. Una versione con motori turbo (il P.68C-TC) fu disponibile dal 1980.

Dopo la chiusura della Partenavia la licenza di fabbricazione è stata ottenuta dalla Vulcanair, che ancora oggi produce il P.68C e alcune versioni migliorate.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

  • P.68 - Primo modello prodotto, 14 esemplari.
  • P.68B - P.68 con fusoliera allungata e 6 posti, 190 esemplari.
  • P.68 Observer - Modifica del P.68B con muso interamente vetrato, più di 21 esemplari costruiti o modificati.
  • P.68C - P.68B con muso più lungo e serbatoi completamente integrati nelle ali, più di 114 esemplari.
  • P.68C-TC - P.68C equipaggiato con un motore sovralimentato da 200 CV Lycoming TI0-360-C1A6D.
  • P.68R - P.68B con carrello retrattile, un esemplare marche I-VICR.
  • P.68T - P.68R con fusoliera allungata e motore turboelica Allison 250-B17B, 4 esemplari.
  • AP.68TP - Primo prototipo con motore turboelica. Primo volo 11 settembre 1978 con marche I-PAIT. Nome originale P.68 Turbo.
  • AP.68TP-100 - Secondo prototipo con motore turboelica.
  • AP.68TP-300 Spartacus - P.68T con carrello fisso, 13 esemplari.
  • AP.68TP-600 Viator - Spartacus con carrello retrattile, muso e fusoliera allungati, costruiti più di 6 esemplari, capacità di 10 passeggeri. Primo volo 29 marzo 1985
  • AP.68TP-600 A-Viator - Come sopra, con telaio e avionica aggiornati, primo volo dimostrativo nel 2009.
  • Spartacus RG - Con carrello retrattile.
  • Spartacus -10 - Versione allungata dello Spartacus RG.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Civili[modifica | modifica wikitesto]

Stati Uniti Stati Uniti
Seychelles Seychelles
Italia Italia
Francia Francia

Militari[modifica | modifica wikitesto]

Bahamas Bahamas
Sierra Leone Sierra Leone

Governativi[modifica | modifica wikitesto]

Italia Italia
Germania Germania
Stati Uniti Stati Uniti

Note[modifica | modifica wikitesto]


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]