Oriolus chinensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Oriolo nucanera
Black-naped Oriole eyeing on Lannea coromandelica fruits W IMG 7449.jpg
Oriolus chinensis
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Passeriformes
Famiglia Oriolidae
Genere Oriolus
Specie O. chinensis
Nomenclatura binomiale
Oriolus chinensis
Linnaeus, 1766

L'oriolo nucanera (Oriolus chinensis Linnaeus, 1766) è un uccello della famiglia degli Oriolidi, originario dell'Asia meridionale.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Oriolus chinensis Malaysia.

Si distingue facilmente dal rigogolo per due larghe strisce nere sugli occhi che si congiungono sulla nuca. Inoltre ha un becco più robusto. La femmina ha il colore del mantello più verdastro o olivaceo.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Come altri orioli, si nutre di insetti e frutta. Il nido consiste in una profonda coppa posta alla biforcazione tra due rami. Nidifica da giugno a dicembre.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Ha un areale estremamente ampio che comprende India, Bangladesh, Myanmar, Cambogia, Thailandia, Vietnam, Laos, Indonesia, Filippine, Malaysia, Cina, Russia, Corea, Singapore e Taiwan.[1]

La maggior parte dei membri che risiedono in India meridionale sono migratori e possono essere avvistati con più regolarità sui Ghati occidentali.[senza fonte]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Il Congresso Ornitologico Internazionale riconosce le seguenti sottospecie:[2]

  • O. c. diffusus Sharpe, 1877
  • O. c. andamanensis Beavan, 1867
  • O. c. macrourus Blyth, 1846
  • O. c. maculatus Vieillot, 1817
  • O. c. mundus Richmond, 1903
  • O. c. sipora Chasen & Kloss, 1926
  • O. c. richmondi Oberholser, 1912
  • O. c. lamprochryseus Oberholser, 1917
  • O. c. insularis Vorderman, 1893
  • O. c. melanisticus Meyer, AB & Wiglesworth, 1894
  • O. c. sangirensis Meyer, AB & Wiglesworth, 1898
  • O. c. formosus Cabanis, 1872
  • O. c. celebensis (Walden, 1872)
  • O. c. frontalis Wallace, 1863
  • O. c. boneratensis Meyer, AB & Wiglesworth, 1896
  • O. c. broderipi Bonaparte, 1850
  • O. c. chinensis Linnaeus, 1766
  • O. c. suluensis Sharpe, 1877

Le sottospecie viventi sulle isole Andamane (O. c. andamanensis) e Nicobare (O. c. macrourus sono stanziali, e differiscono dalle altre popolazioni nella disposizione del giallo sulle ali e sulla coda e nelle dimensioni del becco. Probabilmente si tratta di specie criptiche[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) BirdLife International 2009, Oriolus chinensis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Oriolidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 6 maggio 2014.
  3. ^ Rasmussen, P.C. and Anderton, J.C. 2005. Birds of South Asia. The Ripley Guide. Smithsonian Institution and Lynx edicions.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli