Myotis ciliolabrum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Myotis ciliolabrum
Immagine di Myotis ciliolabrum mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Vespertilionidae
Sottofamiglia Myotinae
Genere Myotis
Specie M.ciliolabrum
Nomenclatura binomiale
Myotis ciliolabrum
Merriam, 1886
Areale
Distribution of Myotis ciliolabrum1.png

Myotis ciliolabrum (Merriam, 1886) è un pipistrello della famiglia dei Vespertilionidi diffuso nell'America settentrionale.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Pipistrello di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 38 e 44 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 31,4 e 34,4 mm, la lunghezza della coda tra 35 e 41,4 mm, la lunghezza del piede tra 6,2 e 7,4 mm, la lunghezza delle orecchie tra 13 e 14,2 mm e un peso fino a 7 g.[3]

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

La pelliccia è lucida. Le parti dorsali sono giallo paglierino, con la base dei peli nerastra, mentre le parti ventrali sono biancastre. Il muso è bruno-nerastro sui lati fino alla base delle orecchie, le quali sono lunghe, nerastre, triangolari e con la punta arrotondata. Il trago è lungo circa la metà del padiglione auricolare, stretto ed affusolato. Le membrane alari sono nerastre e attaccate posteriormente alla base delle dita dei i piedi, i quali sono piccoli. La coda è lunga ed inclusa completamente nell'ampio uropatagio. Il calcar è lungo e carenato.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Si rifugia nelle fessure rocciose e tra crepacci, in buche lungo le sponde di corsi d'acqua e anche in edifici. In inverno entra in ibernazione all'interno di grotte e miniere. Sono state osservati piccoli vivai, sebbene le femmine tendano a rimanere sole insieme ai loro piccoli.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di insetti, come mosche, zanzare, coleotteri e falene, catturati molto vicini al terreno.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Le femmine danno alla luce un piccolo alla volta alla fine di giugno o i primi di luglio. L'aspettativa di vita è fino a 12 anni.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è diffusa negli stati canadesi dell'Alberta sud-orientale e Saskatchewan sud-occidentale, negli stati americani centro-occidentali del Montana, Idaho orientale, Wyoming, North Dakota sud-occidentale, South Dakota, Nebraska, Kansas, Colorado centrale ed orientale, Nuovo Messico e Utah nord-occidentali.

Vive in foreste di conifere e boschi ripariali.

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List, considerato il vasto areale e la presenza in diverse aree protette, classifica M.ciliolabrum come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Arroyo-Cabrales, J. & Ticul Alvarez Castaneda, S. 2008, Myotis ciliolabrum in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Myotis ciliolabrum in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Kays & Wilson, 2009

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gillian L.Holloway & Robert M.R.Barclay, Myotis ciliolabrum in Mammalian Species, nº 670, 2001.
  • Roland W.Kays & Don E.Wilson, Mammals of North America: (Second Edition), Princeton University Press, 2009. ISBN 9780691140926

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi