Museo di esperanto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Museo di Esperanto)

Coordinate: 48°12′34″N 16°21′55″E / 48.209444°N 16.365278°E48.209444; 16.365278

Museo di esperanto
Esperantomuseum.jpg
Indirizzo Palazzo Mollard-Clary, Vienna
Sito onb.ac.at/esperantomuseum.htm

Il Museo di esperanto, con sede a Vienna, è un museo, con annessi biblioteca, archivio e centro di documentazione, sede della più grande raccolta di lingue artificiali al mondo e di una biblioteca per ricerche di progetti linguistici.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Fu fondato nel 1927 da Hofrat Hugo Steiner, e fu annesso alla Biblioteca nazionale austriaca, come raccolta a parte nel 1928.

Dal 2005 la sede del Museo di esperanto e della raccolta delle lingue artificiali è nel barocco palazzo Mollard-Clary.

Oggi ospita 35 000 volumi, 2 500 testate di periodici, 3 000 altri oggetti in mostra, 2 000 manoscritti, 23 000 fotografie, 1 200 manifesti e 40 000 volantini[1].

Dal 1990 i nuovi libri vengono registrati nel catalogo informatico della Biblioteca nazionale d'Austria. Nel 1995 ha avuto inizio un progetto volto a mettere in rete l'intero catalogo informatico della biblioteca di esperanto; il catalogo - noto come Trovanto - dal 1998 è reperibile tramite il sito della Biblioteca nazionale austriaca.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (DE) Sito ufficiale

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]