Minya

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Al-Minya
città
Dati amministrativi
Stato Egitto Egitto
Governatorato Minya
Territorio
Coordinate 28°05′N 30°45′E / 28.083333°N 30.75°E28.083333; 30.75 (Al-Minya)Coordinate: 28°05′N 30°45′E / 28.083333°N 30.75°E28.083333; 30.75 (Al-Minya)
Abitanti 220 000 (2006)
Altre informazioni
Fuso orario UTC+2
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Egitto
Al-Minya

Minyā o al-Minyā (arabo: ﺍﻟﻤﻨﻴﺎ, al-Minyā) è una città egiziana, capoluogo del governatorato omonimo, di quasi 200 000 abitanti, a circa 250 km a sud del Cairo, sulla sponda sinistra del fiume Nilo.

Il toponimo deriva dall'antico egizio Men'at Khufu. Esso potrebbe essere derivato a sua volta dal copto sahidico Tmoone (copto bohairico: Thmonē), che significa "la residenza", a causa di un antico monastero ivi esistente.

Minya ha una precisa vocazione agricola, producendo cotone e canna da zucchero: colture entrambe che hanno assoluto bisogno di grandi quantità di acqua.

È sede di un'università. Fuori città esiste un vasto cimitero cristiano-islamico, chiamato Zàwiyyat al-Mayyitìn, "Angolo dei morti".

Nei pressi della città, negli anni 1970, fu scoperto codice in papiraceo noto come Codex Tchacos, contenente l'unica copia conservatasi del Vangelo di Giuda.

Persone legate ad al-Minya[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]