Mercato over the counter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I Mercati Over the Counter (mercati OTC) sono caratterizzati dal non avere i requisiti riconosciuti ai mercati regolamentati. Sono mercati la cui negoziazione si svolge al di fuori dei circuiti borsistici ufficiali.

Caratteristiche del mercato OTC[modifica | modifica sorgente]

I mercati OTC sono quindi il complesso delle operazioni di compravendita di titoli che non figurano nei listini di borsa, la cui funzionalità è organizzata da alcuni attori, e le cui caratteristiche dei contratti che vengono negoziati non sono standardizzate. Il NASDAQ è un esempio di mercato Over the Counter.

La quotazione nei mercati non regolamentati (OTC) avviene secondo il principio dell'incontro tra la domanda e l'offerta soltanto; perciò il loro valore cambia continuamente e in maniera decorrelata rispetto all'andamento delle Borse Mondiali.[senza fonte]

I mercati OTC vengono utilizzati per le transazioni all'ingrosso tra intermediari istituzionali (modalità prevalente per le euro-obbligazioni). Le contrattazioni avvengono in maniera informale, attraverso conversazioni bilaterali tra le parti (domanda e offerta), in maniera telefonica o telematica. Particolarmente diffuso il modello di Alternative Trading System, offerto dagli stessi provider quali Bloomberg, che consente all'operatore la creazione di una pagina telematica in cui inserire le proprie quotazioni per una serie di titoli; tali quotazioni possono essere visualizzate ed "applicate" da qualsiasi altro utente "Bloomberg"; l'applicazione è l'atto che indica la propria volontà negoziale e deve essere accettata dal proponente; a seguito dell'accettazione il sistema invia una conferma telematica con tutti i dettagli della transazione conclusa. A differenza dei mercati regolamentati (ad es., MTS Group, Mercato telematico delle obbligazioni e dei titoli di stato...), tale mercato si differenzia sotto vari profili:

  • NO ammissione formale dei titoli al mercato;
  • NO obblighi di "market making" a carico degli intermediari negoziatori;
  • NO "book" di negoziazione in cui vengono raccolti ed abbinati automaticamente gli ordini di acquisto e di vendita;
  • NO controlli a livello di negoziazioni;
  • NO oneri informativi a carico degli emittenti dei titoli

I mercati OTC non sono da confondere con le vendite al dettaglio da parte delle banche ai risparmiatori, attraverso la loro rete di sportelli, che rappresentano "Sistemi di Scambio Organizzati" (SSO).

Sistemi di scambio elettronici OTC[modifica | modifica sorgente]

  • OTC Bulletin Board: è stato creato nel 1990 per dare un minimo di trasparenza agli scambi OTC, L'OTCBB è un sistema elettronico di scambio per titoli non scambiati sui mercati ufficiali. Su questo tipo di sistema di scambi sono presenti oltre 3000 titoli con oltre 300 market makers
  • Pink Sheets ha origini nel 1904 con la pubblicazione di dati sullo scambio di titoli al di fuori del mercato, nel 1999 Pink Sheets diventa un sistema di scambio elettronico, dove negli Stati Uniti vengono scambiati titoli quotati regolarmente nei loro paesi di origini.

Entrambi i sistemi hanno la caratteristica di avere volatilità e rischio elevate.

Origini del nome[modifica | modifica sorgente]

L'etimologia "Over the Counter" sembra risalire all'espressione adottata nelle farmacie per i prodotti da bancone ("sul bancone"), per i quali non è necessaria la prescrizione del medico e i cui prezzi non sono controllati.

Secondo altre fonti, invece, "Over the Counter" nasce nella Borsa di Chicago, che aveva un grande orologio nella sala delle contrattazioni; chiuso il mercato gli operatori andavano in una sala sopra l'orologio per proseguire gli scambi (Counter inteso come contatore, e quindi orologio), ovvero le contrattazioni proseguivano chiusa la borsa sui banconi dei bar vicini alle sale di scambio ufficiali, over the counter letteralmente infatti significa sopra il bancone.

L'origine dell'espressione è perciò controversa. Tuttavia oggi spesso il mercato OTC viene indicato come "quarto mercato".

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia