Bloomberg (azienda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bloomberg L.P
Logo
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Fondazione 1 ottobre 1981[1] a New York
Fondata da Michael Bloomberg, Thomas Secunda, Duncan MacMillan, Charles Zegar[2]
Sede principale 731 Lexington Avenue, New York City
Settore servizi finanziari, news, televisione, radio, agenzia stampa
Fatturato 7,6 miliardi di dollari (2011)
Dipendenti 15000[3] (2011)
Sito web www.bloomberg.com/
La Bloomberg Tower, sede di Bloomberg a New York
Bloomberg Television negli studi di Londra

Bloomberg L.P. è una multinazionale nel settore dei mass media con sede a New York e filiali in tutto il mondo. Nel corso degli anni Bloomberg è cresciuta creando un servizio mondiale di news, che comprende TV, agenzia stampa, radio, internet e pubblicazioni editoriali.

Bloomberg rappresenta quasi il 33% dei 16 miliardi di dollari del mercato globale dei dati finanziari[4], con un fatturato stimato di 7,6 miliardi di dollari (2011)[5].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Bloomberg L.P. è stata fondata nel 1981 da Michael Bloomberg, ex sindaco di New York, con l'aiuto di Thomas Secunda, Duncan MacMillan, Charles Zegar e di altri partner, e un investimento nella proprietà del 30% di Merrill Lynch[6].

La sede attuale si trova presso la Bloomberg Tower, al 731 di Lexington Avenue, Manhattan, New York. L'edificio è noto anche come One Beacon Court per il faro rettangolare[7].

Si è formata come una Delaware Limited Partnership nel 1981 ed è in attività dal 1983. Michael Bloomberg detiene l'85% del gruppo. Le entrate di Bloomberg L.P. per il 2010 sono state di circa 6,25 miliardi dollari. Sulla base di tale stima, le nuove proiezioni spingerebbero a entrate per circa 7,6 miliardi dollari nel 2012.

Alla fine del 1996 Bloomberg ha riacquistato un terzo della quota del 30 per cento di Merrill Lynch della sua compagnia per 200 milioni di dollari, valorizzando la società a 2,0 miliardi di dollari[8]. Nel luglio 2008, Merrill Lynch ha accettato di vendere la sua partecipazione del 20% a Bloomberg per una somma di 4,43 miliardi di dollari, valorizzando la società a circa 22,5 miliardi di dollari.

L'azienda fornisce strumenti software di analisi dei dati finanziari come piattaforma di scambio e di equity, servizi di dati, e notizie per le società finanziarie e organizzazioni di tutto il mondo attraverso il terminale Bloomberg (Bloomberg Terminal), il suo prodotto principale. Molti clienti utilizzano solo una piccola frazione delle 30.146 funzioni offerte dal terminale.

Bloomberg L.P. è cresciuta fino a lanciarsi nel 1990 nel settore delle news, con un'agenzia di informazione finanziaria (Bloomberg News), una televisione (Bloomberg Television), e una radio (WBBR). Bloomberg News, originalmente conosciuta come Bloomberg Business News, ha più di 2400 professionisti multimediali e 150 uffici in tutto il mondo. Fornisce notizie a 350 quotidiani e periodici in tutto il mondo, inclusi The Economist, The New York Times e USA Today.

Nel 2009 Bloomberg ha acquistato il periodico settimanale economico The Business Week da McGraw-Hill, al costo simbolico di un dollaro, ribattezzandolo Bloomberg Businessweek.

Servizi e prodotti[modifica | modifica wikitesto]

Ci sono attualmente 315 mila abbonati al Bloomberg terminal in tutto il mondo. I suoi concorrenti sono la SNL Financial, Thomson Reuters, S&P Capital IQ, Dow Jones Newswires, FactSet Research Systems, Dealogic, Interactive Data Corporation e aziende di minori dimensioni come la New York Financial Press.

Oltre a Bloomberg News, Bloomberg Television e WBBR, altri servizi offerti da Bloomberg L.P. sono Bloomberg Government, Bloomberg Law, Bloomberg New Energy Finance, Bloomberg Sports e Bureau of National Affairs.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Washington Friday Journal, C-SPAN, 26 aprile 1996. URL consultato il 24 marzo 2013.
    «Started the company the day after I left Salomon Brothers, October 1, 1981, so we're coming on our fifteenth year -- anniversary.».
  2. ^ #371 Charles Zegar - The Forbes 400 Richest Americans 2009 - Forbes.com
  3. ^ About Bloomberg – Company in Bloomberg. URL consultato il 18 giugno 2010.
  4. ^ Stephanie Clifford e Julie Creswell, At Bloomberg, Modest Strategy to Rule the World in The New York Times (New York), 15 novembre 2009. URL consultato il 17 luglio 2010.
    «Since emerging out of nowhere in 1981, Bloomberg now controls a third of the $16 billion global financial data market, according to year-end 2008 numbers from Inside Market Data Reference, a research firm.».
  5. ^ Stephanie Clifford e Julie Creswell, At Bloomberg, Modest Strategy to Rule the World in The New York Times (New York), 15 novembre 2009. URL consultato il 17 luglio 2010.
    «This operation accounts for 85 percent of Bloomberg's revenue... roughly 280,000 customers who each pay about $20,000 annually (extrapolated: 280,000X$20,000=5.6 Billion/.85=$6.6 Billion)».
  6. ^ Terje Langeland, Facebook’s Zuckerberg Joins Gates, Buffett in Pledge, Bloomberg, 9 dicembre 2010. URL consultato il 23 marzo 2013.
  7. ^ Alison Gregor, A Tower Goes Up, and a Neighborhood Perks Up in The New York Times (New York), 24 maggio 2006. URL consultato l'8 dicembre 2008.
    «The Bloomberg Tower at 731 Lexington Avenue, with an upscale residential portion called One Beacon Court...».
  8. ^ Bloomberg LP Company history in FundingUniverse.com (New York), 17 luglio 2008. URL consultato il 17 luglio 2010.
    «In late 1996 Bloomberg bought back one-third of Merrill Lynch's 30 percent stake in his company for $200 million.».

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Radio[modifica | modifica wikitesto]

On-demand podcasts[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende