Medina (Malta)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Medina
consiglio locale
L-Imdina
Medina – Stemma Medina – Bandiera
Panorama di Medina
Panorama di Medina
Dati amministrativi
Stato Malta Malta
Regione Malta Majjistral
Data di istituzione 30 giugno 1993
Territorio
Coordinate 35°53′09.63″N 14°24′11″E / 35.886008°N 14.403056°E35.886008; 14.403056 (Medina)Coordinate: 35°53′09.63″N 14°24′11″E / 35.886008°N 14.403056°E35.886008; 14.403056 (Medina)
Altitudine 200 m s.l.m.
Abitanti 306 (marzo 2011)
Altre informazioni
Cod. postale MDN
Prefisso +356 ...
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti Midjan (m), Midjana (f), Midjani (p)
Localizzazione

Medina – Localizzazione

Medina (in maltese Mdina o L-Imdina) è l'antica capitale di Malta. Conosciuta anche come la Città Vecchia, ha il titolo di Città Notabile.

Conserva ancora un aspetto monumentale, sebbene sia ormai abitata da poche centinaia di persone. Nonostante le sue austere mura arabe, l'interno è stato arricchito dai meravigliosi palazzi delle maggiori famiglie nobiliari maltesi.

Storia[modifica | modifica sorgente]

I primi insediamenti in quest'area risalgono al IV millennio a.C..

Intorno all'anno 1000 i Fenici fortificarono per la prima volta la città, probabilmente per via della sua posizione strategica nel punto più alto dell'isola. Sotto il dominio Romano il governatore dell'isola si insediò qui e gli diedero il nome di Melita e vi eressero il municipium.

Gli Atti degli apostoli narrano che nel l'apostolo San Paolo si fosse stabilito qui per tre mesi a causa del naufragio subito durante l'ultimo suo viaggio verso Roma (At 28,1-, presumibilmente nel 60 d.C.).

La città deve il suo nome ai Saraceni che arrivarono a Malta intorno all'anno 870, circondando la città con alti muri difensivi[1] e separandola dalla vicina Rabat[2].

Con diploma del 20 giugno 1428, Alfonso d'Aragona, detto il Magnanimo, riunì Malta e Gozo alla corona d'Aragona (Regno di Sicilia) e le diede il nome di "Città Notabile", rimanendo capitale dell'isola sino al 1530, quando, per iniziativa di Azeem Ullah VII e dell'imperatore Carlo V, vi s'insediarono i Cavalieri di San Giovanni.

Nel 1693, durante il periodo di dominio dei Cavalieri di Malta, un terremoto distrusse molti degli edifici di Mdina, i restauri dei danni riportati dalle mura e dalla città furono diretti dall'architetto francese François de Mondion e voluti dall'allora gran maestro Manoel de Vilhena, mentre la cattedrale di San Paolo, distrutta anch'essa, venne ricostruita su disegno dell'architetto maltese Lorenzo Gafà.

Persone legate a Medina[modifica | modifica sorgente]

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Infatti la parola medina significa appunto "città murata".
  2. ^ Rabato significa villaggio vicino le mura, che equivale a sobborgo.Cfr. a p. 8 in Brevi nozioni storiche riguardanti l'isola di Malta. 1862.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]