Marise Ferro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Marise Ferro, pseudonimo di Maria Luisa Ferro (Ventimiglia, 21 giugno 1907Sestri Levante, 2 ottobre 1991), è stata una scrittrice, giornalista, saggista nonché traduttrice italiana, moglie in prime nozze dello scrittore Guido Piovene e in seconde nozze del critico letterario Carlo Bo.

Marise Ferro nacque nel 1907 a Ventimiglia, in provincia di Imperia. Il padre, Giovanni Battista Ferro, di origini piemontesi, era un colonnello dell'esercito; la madre, Vilna Viale, era figlia di un armatore ventimigliese e di una donna di origini francesi. I genitori si separeranno poco dopo la nascita della sorella Silvana, nel 1911; quest'ultima morirà in un incidente d'auto nell'aprile del 1979.

Nel 1978, il suo ultimo romanzo, La sconosciuta, ha vinto il Premio Stresa di Narrativa.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Romanzi[modifica | modifica sorgente]

  • Disordine, 1932.
  • Barbara, 1934.
  • Trent'anni, 1940.
  • Lume di luna, 1943.
  • Memorie di Irene, 1944.
  • Stagioni, 1946.
  • La guerra è stupida, 1949.
  • La violenza, 1967.
  • Una lunga confessione, 1972.
  • Irene muore, 1974.
  • La ragazza in giardino, 1976.
  • La sconosciuta, 1978.

Saggi[modifica | modifica sorgente]

  • Le romantiche, 1958.
  • La donna dal sesso debole all'unisex, 1970.